La memoria dei corpi - Marina Di Guardo - copertina

La memoria dei corpi

Marina Di Guardo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus italiani
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 15 gennaio 2019
Pagine: 256 p., Rilegato
  • EAN: 9788804707981
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 15,30

€ 18,00
(-15%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

La memoria dei corpi

Marina Di Guardo

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La memoria dei corpi

Marina Di Guardo

€ 18,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La memoria dei corpi

Marina Di Guardo

€ 18,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 18,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dopo Com'è giusto che sia, Marina Di Guardo ci regala un nuovo, sorprendente thriller, un meccanismo a orologeria dalle tinte rosso scuro di Basic Instinct, un tuffo nei luoghi oscuri che si annidano in ognuno di noi.

«Aprì la porta nel silenzio più totale. Deglutì, si schiarì la voce ed entrò con passo sicuro. Per la prima volta, varcando quell'ingresso, non si sentì il bambino impaurito e soggiogato che era stato un tempo. L'avrebbe cercata in ogni angolo della casa, ma soprattutto lì. Per non perderne la memoria»

Giorgio Saveri non ha nemmeno quarant'anni ma sulle spalle ha accumulato abbastanza delusioni da ritirarsi a vivere nella magione di famiglia, una lussuosa e antica villa sulle colline piacentine ricca di opere d'arte. Unico contatto con il mondo è Agnese, la domestica che l'ha cresciuto al posto della vera madre, una donna algida morta molti anni prima in un incidente stradale, e del padre dispotico, che fino al giorno del suo suicidio non ha mai perso occasione di denigrarlo pubblicamente. Tutto cambia la notte in cui Giorgio si imbatte nella fascinosa Giulia, che ha il dono di capirlo come mai nessun'altra persona prima ma che di sé racconta poco, e che lo imbriglia in una relazione ambigua e ad alto tasso erotico. Quando però Agnese scompare nel nulla, Giorgio non ci sta, e inizia a indagare. Presto, il cerchio intorno alle bugie di Giulia si stringe, ma lei non è l'unica a nascondere segreti...
4,33
di 5
Totale 40
5
27
4
8
3
0
2
1
1
4
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Laura

    12/05/2019 15:47:06

    Autrice scoperta da poco, ma subito entrata nella mia personale top ten dei giallisti italiani. Romanzo coinvolgente, si legge d'un fiato.

  • User Icon

    liliana.valle

    26/04/2019 07:36:11

    Terribile. Giallo erotico che strizza l' occhio ai più trucidi episodi di Criminal Minds. Finale assurdo ma ,ahimè, prevedibile. Non capisco tutte le recensioni entusiastiche.........

  • User Icon

    Filippa Siciliano

    11/04/2019 07:11:48

    Una trama avvincente, forte di una scrittura incalzante, di dialoghi scorrevoli, di scene di sesso crudo e ruvido, azzeccatissime nel contesto di una situazione che assume i contorni quasi irreali. Ambientata nei Colli Piacentini, dove lo scenario è rivelatore di ricche immagini paesaggistiche velate di nebbia e diamantate al crepuscolo, diviene teatro della sparizione di donne innocenti. L’oscura quiete della campagna ne diventa l’unico spettatore e testimone oculare. “La memoria dei corpi”, è l’ultimo lavoro di una ricca serie di romanzi della valente scrittrice Marina Di Guardo e ne è anche questa volta esempio convincente e ben riuscito. L'evidente competenza linguistica permette all’autrice di costruire una perfetta e solida impalcatura. L'efficace presa sul lettore ne è la naturale conseguenza, in quanto ne viene trasportato con grande maestria e abilità attraverso l'affascinante mondo del mistero. E' un viaggio contro il tempo alla ricerca della verità, un susseguirsi senza sosta con interrogativi inquietanti: chi è l’assassino? Come si può sparire nel nulla? Domande legittime che frullano la mente del lettore, con lo scorrere delle pagine che si vorrebbe non finissero mai. Ma qual è la reale natura delle donne scomparse? Ne emergeranno inimmaginabili confessioni, con finale carico di suspance da mozzare il fiato. Consiglio la lettura de “La memoria dei corpi” che personalmente mi ha entusiasmato al punto tale da terminarlo in due giorni e all'autrice vanno i miei più sinceri complimenti.

  • User Icon

    Franci.Demi

    13/03/2019 09:04:27

    “La memoria dei corpi” di Marina di Guardo è un thriller che mi sento di definire elegante per la sua prosa e le ambientazioni ricreate dall’autrice. Una storia a tinte noir, cupa, dove l’erotismo certo non manca. Quello che mi ha colpito maggiormente è proprio la scrittura; fluida, immediata e ben articolata soprattutto nel descrivere il mondo interiore dei personaggi, che risultano di spessore e ben caratterizzati soprattutto nella loro introspezione. L’impressione che ho avuto per tutta la lettura è stata quella di trovarmi in bilico tra realtà e illusione, come se, dietro l’apparenza, si celasse sempre una verità sconvolgente, sospesa lì, in attesa di essere rivelata. E così accade nel gran finale, che chiude con il “botto” l’intero cerchio. Insomma, un romanzo che ho divorato e dal quale ho fatto fatica a staccarmi, punto forte che mi porta a consigliarlo anche a chi non è amante dei thriller. Davvero complimenti all’autrice!

  • User Icon

    Donata

    10/03/2019 10:31:51

    Una lettura che mi ha soddisfatto nella descrizione degli ambienti e nel ritmo narrativo, meno nella caratterizzazione della protagonista femminile e nella soluzione finale, che avrei visto più consona in un tipo di società diversa da quella italiana. Non mi sorprende, infatti, che il romanzo sia stato preso in considerazione per una trasposizione cinematografica americana.

  • User Icon

    freddy

    08/03/2019 17:07:26

    L'ho letto tutto di un fiato..bellissimo. lo consiglio

  • User Icon

    Dafne

    08/03/2019 14:48:33

    Questo libro è stata un'affascinante scoperta! Cibo perfetto per lo spirito, per il cuore e per i sensi. Da una parte tutti gli ingredienti di un noir mozzafiato che si legge senza respiro con il desiderio di sapere come va a finire ma che, nello stesso tempo, si vorrebbe che non finisse mai, dall'altra, descrizioni particolareggiate degli stati d'animo, dei luoghi e dei "personaggi" della Val Trebbia , mai noiose perché gestite con eleganza e maestria da Marina di Guardo, della quale, durante la lettura, mi sembrava di sentire la voce dolce e rassicurante come in una fiaba della buonanotte. La forza di questo libro sta proprio nel contrasto tra la suspense e il sottile malessere trasmesso dai personaggi , e la poesia, la raffinatezza e l'eleganza delle descrizioni degli scenari. Ciliegina sulla torta, il coinvolgimento dei sensi provocato dagli incontri piccanti dei protagonisti. Il finale? Pazzesco! Brava Marina, scrivi in fretta perché non vedo l'ora di leggere il tuo prossimo libro!

  • User Icon

    Sara C.

    08/03/2019 09:29:58

    Questo libro e la stessa autrice sono stati per me una bellissima scoperta! Per caso, ho assistito alla presentazione di Marina Di Guardo e sono rimasta molto colpita dal suo libro e ho deciso di acquistarlo subito e devo ammettere che non ha deluso le mie aspettative, anzi, forse è andato anche oltre. Il finale non te lo aspetteresti mai ed è proprio così: puoi fare delle ipotesi, ma alla fine non è mai come credi. È questo a renderlo un libro da divorare in un solo giorno (o poco più ;D). E poi ci sono tanti altri motivi, tra cui il modo di scrivere di Marina che mi è piaciuto moltissimo. Sicuramente leggerò anche i suoi precedenti libri! Grazie ancora per le belle emozioni!

  • User Icon

    vanessa

    06/03/2019 16:57:56

    Un thriller intrigante e coinvolgente! Super consigliato

  • User Icon

    Martina Verdigi

    02/03/2019 13:46:52

    Il nuovissimo romanzo di Marina Di Guardo, che per me si è rivelata una scoperta sensazionale . Accattivante ma soprattutto coinvolgente, non è possibile dire “basta lo chiudo lo continuo domani “ perché ogni pagina diventa una droga, e non puoi non continuare ad andare avanti e divorarlo. Sorprendente il finale che lascia col fiato sospeso fino alla fine, non si può che rimanerne affascinati. 5 stelle più che meritate , brava Marina spero di leggere presto un nuovo romanzo!!

  • User Icon

    Pamela Calí

    21/02/2019 20:25:34

    Passione, mistero, suspense, tensione, tutto questo e molto altro ancora in questo thriller mozzafiato della Di Guardo. Un gialllo avvincente ambientato tra le colline Piacentine che diventano scenario di orribili omicidi e macabri segreti. Non voglio svelare altro della trama del libro per non anticipare nulla ai lettori, posso solo dire che il finale non É per nulla scontato.

  • User Icon

    Raffaella

    21/02/2019 17:03:00

    "La memoria dei corpi" è un libro molto particolare. Ha pagine di una poesia delicata e intima, e pagine di una durezza e di una ferocia che attanaglia lo stomaco. Non è possibile inquadrarlo in un filone preciso perché è un thriller, ma anche un noir. Un romanzo di introspezione psicologica, ma anche un giallo con una trama ragionata in modo da sorprendere il lettore ad ogni capitolo. È un viaggio nell'inconscio, nella paura, nella follia che spesso si nasconde dietro un'apparente normalità. Che poi ci sarebbe da chiedersi cosa sia la normalità. E cosa sia la perversione. E dove sia il confine fra l'una e l'altra. Il libro è proprio costruito su questo confine, spinto sempre un po' più in là, sempre un po' più vicino al baratro. Una considerazione particolare va fatta, secondo me, sulla qualità delle descrizioni paesaggistiche: a leggerle pare di guardare un dipinto, pare di sentire il profumo della campagna bagnata dalla pioggia, di vedere i fiori colorare i prati. Sicuramente un romanzo da leggere tutto di un fiato, con la speranza di trovare una salvezza, un sollievo per i tormenti dei protagonisti. Personaggi che, malgrado tutto, non puoi fare a meno di amare e di "perdonare".

  • User Icon

    Elena

    21/02/2019 16:13:52

    Credo che questo romanzo sia dotato dello stile più fluente fra quelli dei tre libri che ho letto di quest’autrice. I primi capitoli scorrono piacevolmente, nella maniera elegante che caratterizza Marina Di Guardo, tramite la quale gli eventi e le emozioni dei personaggi sono riportati grande precisione e acume; tuttavia, non ho avvertito particolare suspence o coinvolgimento, inoltre, a tratti, le reazioni del protagonista mi sembravano esagerate, ma ciò era dovuto alla mancanza di comprensione globale del suo carattere. Da metà in poi, la tachicardia ha iniziato ad avanzare, in un serrato susseguirsi di colpi di scena, culminando con l'epilogo: sono rimasta assolutamente spiazzata, soprattutto in positivo, per non aver intuito nulla. I libri di Marina Di Guardo sono un vero e proprio percorso in divenire: molte circostanze mi restano oscure finché non raggiungo i capitoli finali. Un'altra nota a favore dell'autrice è il non perdersi in pedanti e inutili particolarismi tecnici investigativi, che mi annoierebbero profondamente, oltre a scontrarsi con la mia ignoranza in merito. L’impronta di Marina Di Guardo spazia dal passionale, all’erotico, al creepy, al poliziesco, al noir, al thriller, fondandosi però su un crudo realismo che è il diretto specchio della condizione psicologica ed emozionale dei personaggi in campo. A mio parere, è davvero interessante l’indagine sui rapporti intercorsi fra Giorgio e le figure femminili della sua vita, così come quello con il padre. Giulia è un innovativo esempio di come l’apparente vittima sia un potenziale carnefice, tuttavia non ho sentito una connessione con il suo vissuto e la sua personalità, mi è parsa molto distante. Marta, invece, è un'inaspettata nota di colore davvero ben caratterizzata, che ho accolto con entusiasmo, fondamentale in quanto avvalora un nobile proposito di Giorgio: l’allontanamento dal pregiudizio.

  • User Icon

    Francesca

    18/02/2019 08:45:46

    Marina Di Guardo colpisce ancora e la mira è sempre più precisa. La sua scrittura cinematografica e noir ti cattura e ti conduce nei meandri più oscuri e nascosti dell'animo umano, illuminata solo dalle meravigliose descrizioni di luoghi e paesaggi che ti sembra di avere davanti agli occhi. Una trama incalzante ed un finale davvero sorprendente, un thriller che potrebbe essere facilmente adattato per una fiction...guardare il book trailer per credere!!!!

  • User Icon

    Isabella Marchiolo

    15/02/2019 14:17:00

    Marina Di Guardo è bella, bionda e angelica come una fata. Ma da lei non aspettatevi vicende amorose al miele o drammoni sentimentali. No, questa raffinata signora dai lineamenti perfetti scrive thriller, e per di più a tinte forti. Il nuovo romanzo “La memoria dei corpi”, edito da Mondadori, è al cardiopalma ma lo si scoprirà soltanto arrivando all’ultima pagina, quando tutto ciò che sembrava chiaro verrà ribaltato con effetto scossa elettrica. Le atmosfere sono da attrazione fatale: Giorgio, avvocato solitario e deluso dalle donne è sedotto dalla misteriosa Giulia sullo sfondo di un inquietante fatto di cronaca, la scomparsa di alcune ragazze in un centro della provincia piacentina. In questa storia tutti hanno qualcosa da nascondere, e le radici dei traumi risiedono nell’infanzia. Violenze, abbandoni, tradimenti, soprattutto mancanza d’amore, e ognuna di queste ferite viene inferta all’interno della famiglia. Un luogo che in questo romanzo non è da Mulino Bianco, ma qui siamo fuori dal regno del noir se ricordiamo lo sfogo di Gide: “Famiglie, io vi odio”. La felicità è un sogno infranto per Giorgio e Giulia, attratti nelle spire di un oscuro riconoscimento reciproco come persone danneggiate da quei “focolari chiusi” di cui parlava lo scrittore francese. La trama del romanzo è disseminata di sassolini di suspence. I protagonisti sono belli e dannati, il che regala pure qualche caldissima scena ad alto tasso erotico, ovviamente non da coppia tradizionale. L’autrice ci sa fare, si diverte e ha mestiere nel trasformare la lettura in una corda sempre tesa. (…) ). La superficie su cui si muovono personaggi “buoni e cattivi” è sempre increspata, ma non diciamo altro per evitare spoiler. Insomma, come nella vita, è meglio non fidarsi di nessuno. Forse nei romanzi di Marina Di Guardo conviene anche non innamorarsi, perché coloro che vi fanno battere il cuore saranno probabilmente una pericolosa dark lady o un amante pazzo. E potreste pentirvene.

  • User Icon

    Rosalia

    14/02/2019 17:01:24

    La memoria dei corpi di Marina Di Guardo, un thriller Che ti lascia sempre con il fiato sospeso. Tu immagini, dal racconto ben dettagliato ogni particolare;della villa, alle varie tipologie dei personaggi.. Giulia con le caviglie sottili che lasciano Giorgio sempre affascinato.Fino all’epilogo finale non avrei mai immaginato il finale. Lo consiglio a tutti

  • User Icon

    Rosalia

    14/02/2019 13:45:41

    La memoria dei corpi di Marina Di Guardo, un thriller Che ti lascia sempre con il fiato sospeso. Tu immagini, dal racconto ben dettagliato ogni particolare;della villa, alle varie tipologie dei personaggi.. i loro problemi e i loro lati oscuri. Fino all’epilogo finale non avrei mai immaginato il finale inquietante che serbava Giorgio e la sua famiglia. Lo consiglio a tutti

  • User Icon

    rafed73

    13/02/2019 07:41:15

    Bel libro, scritto bene. La storia è avvincente e ti lascia con il fiato sospeso sino alla fine:

  • User Icon

    angelica

    11/02/2019 21:06:01

    uno dei pochi thriller moderni che ti lascia con il fiato sospeso sul serio

  • User Icon

    Lucia Ferrara

    11/02/2019 21:03:26

    Ho trovato questo Thriller davvero appassionante, l’ho “divorato” in poche ore presa dal trama dei personaggi ben delineati nei loro tratti caratteriali. Un Libro che tiene accesa l’attenzione dalla prima all’ultima riga. Per me il primo libro di Marina di Guardo che scopro con grande entusiasmo poiché amo leggere. Solo chi sa cosa vuol dire, entrare nel mondo virtuale di un testo può comprendere quanto sia difficile costruire un testo così fluibile ed accattivante. Libro consigliatissimo!

Vedi tutte le 40 recensioni cliente
  • Marina Di Guardo Cover

    Di origini siciliane, ma cremonese di adozione ha lavorato molti anni nella moda prima di dedicarsi alla scrittura. Tra i suoi libri: L’inganno della seduzione (Nulla Die 2012), Non mi spezzi le ali (Nulla Die 2014), Bambole gemelle (Feltrinelli), Com'è giusto che sia (Mondadori  2017) e La memoria dei corpi (Mondadori  2019). Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali