La mente animale. Un etologo e i suoi animali

Enrico Alleva

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 6 novembre 2007
Pagine: VII-212 p., Brossura
  • EAN: 9788806189143
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Usato su Libraccio.it - € 6,48
Descrizione
Galline che scelgono i galli. La pavona Ginetta, dai colori mimetici giallo-marroni, che studia i due ospiti (Enrico e Titti, moglie dell'autore) e alla fine... li adotta. L'incredibile differenza cerebrale dei pipistrelli e i segreti del loro cervello rivelati dal volo all'imbrunire a caccia di insetti. Il ricordo d'infanzia di una foca monaca, e ancora, orsi, lupi, sciacalli, scoiattoli, delfini, topi in convivenza con gli umani in esilaranti storie che mettono a dura prova lo stereotipo della visione antropocentrica del mondo... E così via in una galleria di storie, in cui umani e animali si scambiano le parti sotto la lente speciale di un modo di percepire i fatti naturali come un piacere assoluto, da parte di una sensibilità molto affine a quella letteraria.

€ 6,48

€ 12,00

6 punti Premium

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Marco

    18/05/2008 05:50:12

    All'ultima pagine del libro sono ancora in attesa che l'autore mi spieghi i motivi che lo autorizzano (a lui come ad altri) ad affermare che gli animali (uomo compreso..) abbiano una mente, quali siano le sue basi neuroanatomiche e perche' evolutivamente e' stato conveniente non farne a meno. Nonostante cio', e' un testo gradevole con finalita' divulgative che si legge tutto d'un fiato ma tuttavia non mantiene quello che il titolo sembra promettere.

  • User Icon

    Simona

    25/03/2008 14:48:55

    Da amante degli animali e detrattrice degli uomini, non potevo che apprezzare questo libro: si tratta di una raccolta di scritti aneddotici sul mondo animale molto piacevole, divulgativa sulle tendenze moderne dell'etologia. Utile per comprendere come la superiorità umana e la netta distinzione tra noi e gli animali siano concetti del tutto artificiosi e, come tali, privi di fondamento: noi siamo animali. Utile per recepire il fatto incontestabile che forse solo la migliore comprensione degli animali può renderci migliori. Segnalo in particolare "l'uomo e la bestia".

Scrivi una recensione