-15%
Una merce molto pregiata - Jean-Claude Grumberg - copertina

Una merce molto pregiata

Jean-Claude Grumberg

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Silvia Sichel
Editore: Guanda
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 18 aprile 2019
Pagine: 112 p., Rilegato
  • EAN: 9788823524170
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 11,90

€ 14,00
(-15%)

Punti Premium: 12

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Una merce molto pregiata

Jean-Claude Grumberg

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Una merce molto pregiata

Jean-Claude Grumberg

€ 14,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Una merce molto pregiata

Jean-Claude Grumberg

€ 14,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 14,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Da uno dei più applauditi scrittori francesi, vincitore di premi prestigiosi, un intenso romanzo-favola che racconta la Shoah con voce lieve e commovente.

«Con tocco lieve e fiabesco Grumberg ci porta nell'incubo più nero della storia recente, e lo fa attraverso il sentimento più puro che ci sia: l'amore di una madre» - Il Venerdì

«Una storia splendida e terribile» - Libération

Questa è una favola, e come tutte le favole inizia con C’era una volta. C’era una volta un bosco, in cui vivevano un povero boscaiolo e sua moglie. I due non avevano figli, e se l’uomo era contento, perché questo significava bocche in meno da sfamare, per sua moglie il desiderio di un bambino da amare era quasi doloroso.
Dopo lo scoppio della guerra, perché nelle favole ci sono le guerre, un treno attraversava spesso il bosco. La moglie del boscaiolo era contenta di veder passare quel treno, il marito le aveva spiegato che era un treno merci. Strane merci, più che altro sembravano persone, a giudicare dalle mani che a volte uscivano tra le sbarre per lanciare bigliettini. Poi un giorno quel treno che la donna ormai crede magico le regala una merce molto pregiata, come a voler esaudire il suo desiderio più grande… Perché la cosa che più merita di esistere, nelle favole come nella vita vera, è l’amore donato ai bambini.
4,6
di 5
Totale 60
5
38
4
20
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Stefano Mannucci

    23/06/2019 11:47:40

    Un povero boscaiolo ed una povera boscaiola. La guerra vicina. La durezza dell’inverno. La fame che non conosce stagioni. La fatica del lavoro. Un desiderio di maternità. E quel treno che lei osserva passare, con quelle mani che affiorano dalle sbarre dei vagoni per lanciare bigliettini verso il cielo, e che un giorno sembra donarle ciò da lei tanto desiderato. Il dramma e l’orrore dello Shoah raccontato con la voce lieve di una favola, con l’intensità di un romanzo, con una struggente poesia.

  • User Icon

    Valentina

    21/06/2019 06:21:08

    Lettura molto scorrevole ma non mi ha lasciato molto.

  • User Icon

    Stefano

    18/06/2019 14:25:15

    Una favola, questa è la descrizione migliore per le poche pagine che descrivono il contenuto di questo romanzo. Una favola bella, commovente e riflessiva, così come la tematica

  • User Icon

    Giancarlo locarno

    11/06/2019 12:45:35

    Con il grimaldello di un linguaggio da fiaba si affronta un periodo terribile quello della seconda guerra mondiale, della persecuzione e dello sterminio degli ebrei. In un bosco lontano dalla città una coppia di boscaioli patisce la fame e sopravvive a stento, non hanno figli, forse è una fortuna con quella vita, ma forse no. Un giorno compare un treno che si fa strada tra gli alberi, attraversa il bosco con regolarità, sul treno altri disgraziati vengono trasportati chissà dove , perché ebrei. Sul treno due gemelli non possono essere nutriti dallo stesso seno. Le due storie si devono per forza intrecciare, forse i genitori dal treno osservano i boscaioli, e avranno qualche pensiero, e sicuramente succederà qualcosa, sicuramente non può vincere l’odio o la fame.

  • User Icon

    massimo

    10/06/2019 12:43:55

    Breve racconto-favola fulminante nella sua semplicità e potente per la sua bellezza. Un messaggio universale di amore e speranza contro l'orrore che si può e deve vincere.

  • User Icon

    Benedetta

    07/06/2019 09:36:37

    Una fiaba dal retrogusto amaro. Un libro che si legge tutto d’un fiato, un bellissimo modo per raccontare l’olocausto ai più piccoli, per raccontare significati profondi e crudeli verità.

  • User Icon

    Lorenzo

    05/06/2019 20:02:38

    Con questa favola Jean Claude Grumberg racconta l'Olocausto con un linguaggio semplice ma allo stesso tempo efficace. Le parole ben calibrate si susseguono e fanno trasparire in tutto il libro un forte messaggio di speranza. Un sentimento unico lega la boscaiola alla sua merce preziosa. Altrettanto potente l'amore di un padre che porge il proprio figlio fra le sbarre del vagone. Un gesto scellerato da cui ha inizio tutto.

  • User Icon

    laura_laurett

    23/05/2019 14:18:26

    una storia che inizia quasi come una favola, un racconto che scorre leggero e veloce, a tratti quasi divertente per poi passare su toni più intensi, più intimi, più familiari in tutti i sensi. quando speri che possa arrivare un miracolo, ecco che questo arriva improvvisamente e non ti chiedi se lo meriti oppure no, ma soprattutto non ti chiedi se quello che ti è stato dato, in realtà è perchè è stato tolto a qualcuno. forse questa domanda dovremmo farcela quando qualcosa ci sembra che ci venga levato: chissà a chi è andato, e non se me lo meritiva oppure no, ma sperare che chi li riceva possa avere la felicità di un miracolo.

  • User Icon

    BARBAZUK

    15/05/2019 15:02:45

    Poetico e accattivante. Una favola per ricordare tempi bui non tanto lontani e per enfatizzare il potere salvifico dell'amore.

  • User Icon

    Sarai

    11/05/2019 21:38:27

    Un breve racconto, crudo e caldo allo stesso tempo. La lettura, scorre nelle poche pagine con una delicatezza tale da non lasciar posto all'angoscia. Eppure c'è tutto il peso dello sterminio. La candida semplicità e l'agire col cuore dei personaggi rendono più lieve il peso del massacro. Un libro perla.

  • User Icon

    chiara

    09/05/2019 19:16:25

    Letto tutto d'un fiato. Scrittura scorrevole, racconto crudo e coinvolgente. Una trama dura e terribilmente vera. una visione commuovente della Shoah. Grande omaggio all'amore per un figlio.

  • User Icon

    benny0097d

    02/05/2019 19:46:07

    Struggente. Nonostante la difficoltà nella resa in fiaba di un evento così traumatico, orribile e determinate della nostra storia, lo scrittore è riuscito a renderne tutta la drammaticità. L’epilogo è, a mio parere, la parte migliore del romanzo, poiché ne contiene la morale: è l’amore che salva l’uomo, non i soldi, non l’utopica pace cui tutti agognano, ma purtroppo nessuno giunge.

  • User Icon

    Stefano

    02/05/2019 16:29:19

    Una fiaba notevole, dolceamara come è naturale che sia parlando di Shoah, che si legge d'un fiato nonostante si presagisca la narrazione. Complimenti a Grumberg, un libro adatto a tutte le età

  • User Icon

    Vane_r87

    02/05/2019 14:41:05

    Piccolo libro che contiene una grande storia: narra in toni favolistici della deportazione degli ebrei nei campi di Auschwitz. L'idea di impostare il racconto come se fosse una favola intensifica l'assurdità di ciò che è stato commesso. Un bel libro da fare leggere a scuola, con un epilogo commovente che ci insegna ad amare nonostante tutto.

  • User Icon

    Luisa

    02/05/2019 07:37:53

    Gli orrori della seconda guerra mondiale potrebbero sembrare così atroci, inverosimili e assurdi da fare parte di una delle fiabe dei Grimm. Grumberg fa proprio questo, raccontando una storia nel contesto della follia e indifferenza della seconda guerra mondiale come se fosse qualcosa di così atroce, inverosimile e assurdo che non potrebbe essere altro che una storiella creata per far spaventare! Il libro ha un formano molto piccolo, scritto con caratteri molto grandi... Impaginato in modo diverso e con un font normale avrebbe contato 50 pagine, se non di meno... 12 € per un libriccino, sebbene il libro meriti, è un prezzo ridicolo... Personalmente l'ho letto in mezz'oretta!

  • User Icon

    Marco

    01/05/2019 08:43:12

    Questo libro è un gioiellino assoluto. Utilizzando una tecnica narrativa ibrida di racconto e favola, Grumberg ci tocca il cuore, dispiegando, in una vicenda drammatica eponima di uno dei massimi drammi della nostra storia l'olocausto, tutti i toni e le sfumature dell'umanità: dagli abissi dell'abiezione e dell'odio fino ai tetti più alti della bontà, della comprensione e dell'amore. Il finale poetico e struggente non può non strappare qualche lacrima anche a un cuore già duro...e questo per me è un risultato altissimo ed impagabile che pochissimi scrittori affrontando un tema delicato come questo (vedi il nostro Primo Levi) sanno raggiungere e suscitare.

  • User Icon

    Bibliofila

    23/04/2019 17:01:07

    Una storia coinvolgente, raccontata con il linguaggio semplice e immediato della favola ma che, proprio come questa, nasconde significati profondi e verità crudeli, come la terribile realtà dei treni merci destinati alla deportazione degli ebrei.

  • User Icon

    Maria Rita

    23/04/2019 14:00:34

    Questo breve racconto mi ha colpito veramente tanto per il modo in cui l'autore ha trattato una delle pagine più buie della storia. Racconta infatti la Shoah sotto forma di favola mascherando le brutalità con le metafore. E viviamo quei giorni attraverso gli occhi di una coppia di boscaioli, spettatori del passaggio di un treno in mezzo ai boschi. Un treno che regalerà loro la "merce" più desiderata.

  • User Icon

    lamurgia

    23/04/2019 10:23:24

    Dolcezza e commozione, come saper entrare in punta di piedi in un periodo storico terribile

  • User Icon

    Slovy

    23/04/2019 08:50:58

    La piccola merce cadde nella neve. Così preziosa da costare diverse vite, così pura da ridefinire il concetto di amore universale.

Vedi tutte le 60 recensioni cliente
  • Jean Claude Grumberg Cover

    Jean-Claude Grumberg è un drammaturgo, sceneggiatore e scrittore francese, nato a Parigi nel luglio del 1939 che ha anche scritto pièces per bambini. È autore di una trentina di opere teatrali, rappresentate in tutto il mondo, e sceneggiatore cinematografico (ha lavorato, tra gli altri, con Truffaut e Costa-Gravas). Jean-Claude Grumberg ha ricevuto il Grand prix de l'Académie française nel 1991 e il Grand prix de la SACD nel 1999 per l'insieme delle sue opere; il Molière du meilleur auteur dramatique nel 1991 per Zone libre, e nel 1999 per L'Atelier.Ha pubblicat, tra gli altri, Mon père. Inventaire (2003), Pleurnichard (2010).Del 2019 la pubblicazione per Guanda di Una merce molto pregiata. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali