Merrick la strega. Le cronache dei vampiri

Anne Rice

Traduttore: S. Caraffini
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
In commercio dal: 9 marzo 2006
Pagine: 370 p., Brossura
  • EAN: 9788850210244
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 4,64
Descrizione
Chi potrebbe aiutare Louis de Point du Lac a ritrovare la sua amata e perduta Claudia, se non una strega? La bellissima Merrick discende dalle "gens de couleur libres", una potente casta legata al voodoo nella quale si congiunge il sangue degli africani e dei francesi di New Orleans. Sue antenate sono le grandi streghe Mayfair, delle quali lei non sa nulla, pur avendone ereditato il potere e il sapere magico. Ed è David Talbot, eroe, narratore, avventuriero e vampiro a narrare la fascinosa e inquietante storia di Merrick, detta la strega di Endor, che spazia dalla New Orleans passata e presente alle giungle del Guatemala, dalle rovine dei Maya fino ad antiche civiltà ancora inesplorate.

€ 7,31

€ 8,60

Risparmi € 1,29 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Rowan

    29/08/2012 09:32:18

    Ci sarebbero tutti gli ingredienti per fare un ottimo libro, la relazione tra David e Merrick, l'amore che nasce con Louis, il collegamento con le streghe Mayfair...ma l'effetto di fondo rimane un pò piatto. Poco coinvolgente la narrazione di David, che nonostante il bel corpo da divo rimane pur sempre un noioso accademico. Merrick non si capisce se ci fa o ci è per tutta la durata del libro e Louis è abbastanza inutile, capace soltanto a mettersi in guai che altri risolvono...l'immortalità non gli ha insegnato proprio niente? Alcune parti da togliere il fiato non compensano la pesantezza dei riferimenti alla magia brasiliana e la sequenza sulla giungla è a tratti troppo lunga e articolata, ovviamente per i miei gusti. Il libo è comunque l'anello di congiunzione tra streghe e vampiri, e ho apprezzato che finalmente Louis beva il sangue... non credo che sarà meno simile a un eroe romantico e tormentato per questo, ma sicuramente acquisterà più buonsenso. Peccato che sparisca dal resto dei libri...

  • User Icon

    Mr Bloody

    10/05/2010 11:18:00

    Rileggere finalmente del personaggio di Louis e della piccola Claudia non ha davvero prezzo. La storia e ricca di magia, molto più che in qualsiasi altro libro della serie e il finale è coi fiocchi. Da avere!

  • User Icon

    Vampire Lover

    11/11/2009 15:57:26

    Nonostante la storia di Merrick narrata da David Talbot a Louis sia troppo prolissa, il romanzo risulta "infarcito" di magia, mistero, amore, avventura, gelosia. La protagonista risulta manipolatrice, Louis subisce una "metamorfosi" spirituale e caratteriale, di David Talbot scopriamo un insospettabile lato umano e carnale e Lestat...si risveglierà o no dal suo torpore post-Memnoch? Su tutto veglia l'occhio vigile e plumbeo del Talamasca, con grave minaccia per i vampiri di tutto il mondo...Sublime!

  • User Icon

    Erzsèbet

    13/07/2009 21:36:09

    lo definirei un libro appassionante,misterioso e seducente...certo ,come unica pecca,bisogna aver letto tutti i libri precedenti ad esso, per poter cogliere al meglio ogni piccola sfumatura. nonostante l'abbia letto più volte,ogni volta che lo rileggo colgo un'emozione nuova...

  • User Icon

    Serena

    22/07/2008 21:11:13

    Io l'ho trovato come gradevole come libro, ovviamente si sente la mancanza della figura di Lestat, ma è abbastanza scorrevole come libro

  • User Icon

    Mariateresa

    18/11/2007 19:24:44

    Ho appena finito di leggerlo... l'ho trovato un po' noioso e non molto scorrevole, niente a che vedere con gli altri romanzi di entrambe le saghe...

  • User Icon

    Eli

    30/05/2007 15:14:59

    Bè l'incontro tra le streghe Mayfair e i vampiri... Un sogno che si realizza ! E invece la strega non ha niente a che vedere con le nostre Mayfair e di tutti i vampiri che ci sono il ruolo di protagonista è andato a Louis, il più insipido dei vampiri. Insomma abituati a quella piccola peste di Mona e al carisma di Lestat ci aspettavamo di più dalla fusione delle due "famiglie". E siccome un vampiro non può diventare una strega era scontato che la strega diventasse un vampiro... Troppo scontato.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione