Themerry wives of Windsor

Themerry wives of Windsor

William Shakespeare

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: StreetLib
Formato: EPUB
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 853,42 KB
  • EAN: 9788893153096

€ 1,99

Punti Premium: 2

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

I. 1 Scene I. Windsor. Before Page’s house.
Enter Justice Shallow, Slender, and Sir Hugh Evans.
Shal. Sir Hugh, persuade me not; I will make a Star-chamber matter of it: if he were twenty Sir John Falstaffs, he shall not abuse Robert Shallow, esquire.
Slen. In the county of Gloucester, justice of peace 5 and ‘Coram.’
Shal. Ay, cousin Slender, and ‘Custalorum.’
Slen. Ay, and ‘Rato-lorum’ too; and a gentleman born, master parson; who writes himself ‘Armigero,’ in any bill, warrant, quittance, or obligation, ‘Armigero.’
10 Shal. Ay, that I do; and have done any time these three hundred years.
Slen. All his successors gone before him hath done’t; and all his ancestors that come after him may: they may 15 give the dozen white luces in their coat.
Shal. It is an old coat.
Evans. The dozen white louses do become an old coat well; it agrees well, passant; it is a familiar beast to man, and signifies love.
Shal. The luce is the fresh fish; the salt fish is an 20 old coat.
Slen. I may quarter, coz.
Shal. You may, by marrying.
Evans. It is marring indeed, if he quarter it.
Shal. Not a whit.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • William Shakespeare Cover

    Nacque da John, guantaio e piccolo proprietario terriero e da Mary Arden, di famiglia socialmente più elevata di quella del marito. Terzo di otto fratelli, studiò nella scuola di Stratford, che dovette forse abbandonare per sopravvenute ristrettezze economiche. A 18 anni si sposò con la venticinquenne Anne Hathaway da cui ebbe subito la prima figlia Susan, causa delle affrettate nozze, e nel 1585 i due gemelli Judith e Hamnet, morto poi nel 1596. Fino al 1592 non ci sono notizie attendibili; certo è che a questa data aveva ormai lasciato famiglia e paese natio per trasferirsi a Londra, dove era in contatto con l’ambiente degli University Wits. Nel periodo della peste (1593-94) scrisse due opere poetiche dedicate al duca di Southampton:... Approfondisci
Note legali