Il mestiere di vivere. Diario (1935-1950)

Cesare Pavese

Editore: Einaudi
Edizione: 5
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
In commercio dal: 29/03/2006
Pagine: XCVI-570 p., Brossura
  • EAN: 9788806174965
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Hodor

    03/02/2017 14:03:48

    Sembra che tutto il suo mal de vivre sarebbe guarito potendo avere una brava mogliettina e dei marmocchi. Ho apprezzato molto: La luna e i falò, ma da questo diario nè esce un ometto piccolo piccolo e moralmente parecchio meschino.

  • User Icon

    Cristiano Cant

    25/11/2014 13:25:48

    A tratti insostenibile per la straziante lucidità d'insieme con cui Pavese medita la vita, a tratti insopportabile per l'amore mai ricambiato che il poeta descrive come gridandolo anche in mezzo rigo. Ma la potenza del libro sta proprio in questo, nel non tacere nemmeno un barlume di angoscia dandosi alle pagine oltre la scorticata rispettosità di un riguardo, una forma, un pudore. Senza dubbio uno dei diari del secolo, di più, la corsa commossa di un destino che reclama senso nell'amore, nella donna, e insieme lo respinge, di una mente quasi in un abbandono di intenti, di un cuore che non poteva sfiorare la tragedia della vita senza restarne indenne. Magistrale storia e viaggio di un'anima.

  • User Icon

    Aforismario

    29/04/2014 01:45:35

    Sfogliare questo libro è come sfogliare le pieghe di un'anima rara e preziosa. Tra i migliori libri di genere diaristico e aforistico mai scritti da un autore italiano. Un libro che andrebbe letto con devozione.

  • User Icon

    Manuela di Trieste

    08/06/2010 09:19:34

    Sinceramente non mi è piaciuto. L'unico valore che gli riconosco è quello di permettere di penetrare un po' più a fondo nella psicologia dell'uomo Pavese...l'immagine che ne esce, però, è quella di un uomo sconfitto, ripiegato su se stesso e schiavo delle proprie nevrosi. Non c'è da mervigliarsi che sia stato capace di una scelta drastica come il suicidio. Libro a mio avviso diseducativo, dallo scarsissimo valore letterario. Leggerlo è stata, per me, una fatica inutile. Ovviamente ognuno è libero di pensarla diversamente...

  • User Icon

    rudi

    19/06/2007 12:05:31

    un libro troppo pericoloso per essere consigliato senza guardare fisso negli occhi la persona a cui lo si consiglia. distrugge le vite di chi nasce delicato..... no, non lo consiglio..........

  • User Icon

    carlottina

    15/04/2007 17:22:50

    penso che i diari non siano libri "da capire", nè da leggere tutti d'un fiato..ci si avventura, si ripercorrono avanti e indietro seguendo percorsi propri,vi si trovano-o meno- risonanze con il proprio vissuto..perchè gli scrittori sono prima di tutto uomini e la riflessione lucida e tormentata sul senso della vita, dell'amore e del dolore che percorre tutta l'opera difficilmente si dimentica, per la sua intensità... dopo più di dieci anni continua a rimanere il mio libro preferito.

  • User Icon

    Stefano

    08/01/2007 18:17:21

    Difficile, molto difficile. Per questo, per quel che mi riguarda, non riesco a dagli il punteggio massimo, ma per chi ha amato le opere di pavese è d'obbligo conoscere nell'intimo la mentalità dello scrittore torinese.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione