Collana: Apocalittici
Anno edizione: 2011
Pagine: 400 p.
  • EAN: 9788863551419
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 15,22

€ 17,90

Risparmi € 2,68 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    spartan91

    18/05/2014 02:08:19

    decisamente sotto tono rispetto al predecessore, la storia e i personaggi non mi hanno colpito particolarmente, e se anche l'atmosfera sia sempre intrigante qui pare quasi che diventi una cosa superficiale; inoltre il libro è davvero pieno di errori di battitura e frasi a volte senza senso, potevano curarlo di più! in sostanza è un libro che poteva essere sviluppato meglio, tuttavia è una lettura leggera che può appassionare gli amanti del genere o chi ha apprezzato il videogioco! ;)

  • User Icon

    pint74

    10/02/2014 20:39:32

    Ultimo libro,almeno in Italia,della saga di Metro 2033,bellissima saga che vede coinvolti più scrittori e più ambientazione che hanno in comune,però,la terra post apocalisse nucleare.Malgrado la buona partenza,questo libro,si perde strada facendo,un pò per colpa di alcuni personaggi un pò anonimi ed un pò per colpa di una storia non proprio riuscita,a mio parere.Belle le ambientazioni ,belle alcune sequenze ma,in questo racconto,vi ho trovato diversi punti non proprio riusciti,lenti ed un pò noiosi.La storia principale ,sebbene all'inizio sembri interessante,si smarrisce strada facendo,scansata da descrizioni poco interessanti o poco pertinenti o da momenti di riflessioni profonde ma che poco centrano con l'avventura principale.Altro nota negativa e il non aver approfondito alcuni punti della storia inerenti al principale personaggio,Hunter,cosa che avrebbe,a mio avviso,giovato molto al libro.A conti fatti è comunque un libro piacevole,che aggiunge un'altro tassello al mondo di metro 2033 ma che,a mio avviso,poteva migliorare parecchio.

  • User Icon

    matteo

    02/12/2012 02:08:11

    Già il 2033 era appena sufficiente ma questo purtroppo devo dire che è sotto la sufficienza, ho acquistato i libri avendo giocato al gioco ed è uno dei tanti casi in cui il videogioco è un capolavoro mentre il libro scadente all'inverosimile. Tutto scontato, tutto banale, lunghe descrizioni senza senso. L'autore farebbe meglio a scrivere libri di cucina.....

  • User Icon

    Davide

    31/03/2012 14:53:31

    Premento che questa non vuole essere una recensione ma piuttosto una mia personale ed umile opinione. Quando ho acquistato il libro sapevo già di farmi del male da solo ma speravo di ritrovare almeno la stessa atmosfera ,spesso inquietante, del precedente lavoro dell'autore. E' chiaro che, ahimè, io non l'ho recepita minimamente. E' stata una lettura noiosa all'inverosimile, mi sono trascinato pagina dopo pagina fino alla fine, arrivato alla quale mi son detto che finalmente potevo passare ad altro. Le potenzialità dell'universo creato da Glukhovsky sono state scarsamente sfruttate. Tranne brevissimi passaggi di poche righe non ho trovato nulla di buono, il fatto di indugiare sulla descrizione di un personaggio non vuol dire necessariamente che sia caratterizzato a dovere, e ritengo anche sono pesantemente stereotipati; infatti non manca il rambo silenzioso, letale, tenebroso e che combatte con la sua parte malvagia; la fanciulla apparentemente indifesa ma risoluta e volitiva; il belloccio insoddisfatto e misterioso ed infine il vecchio saggio che, tra continui e banali ricordi pre-apocalittici, si trascina pesantemente per tutta la metro. Per quanto mi riguarda Metro 2034 è un bellissimo contenitore vuoto.

  • User Icon

    Manuel

    27/07/2011 09:31:11

    Ciò che è scritto in seconda di copertina è perfetto: "più profondo, filosofico ed introspettivo rispetto al primo capitolo". Nessuna descrizione può calzare meglio di questa. Se nel primo romanzo si poteva rimproverare all'autore di non aver definito bene il carattere dei personaggi, beh, qui non si può certo dire la stessa cosa. Sono innumerevoli infatti i passaggi che riportano le riflessioni e le fantasticherie dei protagonisti della vicenda. Ciononostante, il libro non è noioso, è molto più maturo e crudele rispetto a 2033, con alcune azioni spietate e improvvise da parte dei diversi personaggi (Hunter in primis). Le parti d'azione sono in linea con il primo capitolo. Bellissimo e ben caratterizzato il personaggio di Hunter, molto più cattivo e freddo rispetto a 2033, in contrasto con l'altro protagonista di 2034, Omero. Le ambientazioni lugubri e sporche della Metro vengono rese ancora meglio in questo secondo capitolo: durante la lettura ci si sente davvero immersi nella morchia, nella sporcizia fino alle ginocchia, si respira l'aria malsana e viziata delle gallerie. L'unico passo indietro rispetto al primo capitolo riguardano la tensione e la suspense (forse il vero punto forte del primo capitolo) che in 2034 sono meno sentite. Le rocambolesche ultime pagine portano ad un finale non particolarmente sconvolgente (e anche piuttosto prevedibile a dirla tutta), ma non per questo sgradevole o insoddisfacente. Inoltre, lascia sicuramente l'apertura ad un terzo capitolo. Piccola sorpresa di Glukhovsky, che inserisce due vecchie conoscenze nella storia. Tasto davvero dolente è la traduzione, a volte approssimativa e con diversi errori di battitura (spero siano solo di battitura, visto che spesso ci sono discordanze di genere e numero). Purtroppo la traduzione è il punto debole di questa serie e andrebbe seriamente migliorata. In conclusione, ho sicuramente apprezzato di più questo secondo capitolo, più coinvolgente e piacevole rispetto al primo.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione