Mezzo mondo. Trilogia del mare infranto

Joe Abercrombie

Traduttore: E. Rialti
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 17/03/2015
Pagine: 378 p., Rilegato
  • EAN: 9788804650256

77° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Fantasy

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 15,30

€ 18,00

Risparmi € 2,70 (15%)

Venduto e spedito da IBS

15 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    17/12/2017 00:22:20

    Si ritorna a navigare per il Mare Infranto e ben oltre, arrivando fino agli esotici domini dell’Imperatrice del Sud. L’autore descrive questo lungo viaggio in un modo trascinante, spesso divertente e mai noioso. In questo secondo capitolo Yarvi, pur rimanendo uno dei personaggi principali, non è più il protagonista. Un vero peccato. Dei nuovi personaggi la giovane Thorne salta all’occhio per forza di cose. È un po’ presuntuosa e ingrata, oltre che una testa calda, ma tutto sommato il suo ruolo funziona. Comunque anche Brand, con la sua incredibile integrità morale, non andrebbe ignorato. Lo scontro finale poi mi è piaciuto moltissimo ed è finito nel modo migliore, l’alternativa sarebbe stata troppo scontata (non aggiungo altro). Non mi ha appassionato quando il primo ma sicuramente è un ottimo libro.

  • User Icon

    gianlu

    13/08/2015 23:07:26

    Un saluto a tutti, questa mia recensione è per chi già conosce Abercrombie considerando che questo è il secondo libro della sua ultima trilogia, seguito de "il mezzo re" con ambientazione e personaggi differenti rispetto agli altri scritti. Ottima trama, belle le relazioni tra i personaggi che crescono con la storia, un'avventura che trascina, mai noiosa e un eroina memorabile con altri non da meno. Inutile aggiungere molto altro, un grande Abercrombie ma NON il solito Abercrombie, o almeno non del tutto :-P. E' una storia meno cruenta e forte rispetto ai precedenti libri, scritto appositamente per avvicinare un pubblico più giovane, ma non è affatto male, nel complesso. A me non è dispiaciuto, anche se non lo vedo all'altezza dei precedenti libri. Questo è quanto, un 4 (generoso) per me , godibilissimo.. :-)

Scrivi una recensione