Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
Pagine: 175 p., Brossura
  • EAN: 9788806194871
Disponibile anche in altri formati:

€ 5,67

€ 10,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

6 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 8,92

€ 10,50

Risparmi € 1,58 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    LUCA

    25/08/2015 12:41:50

    l'accoppiata Abate/Carlotto è stata fantastica in questo libro, fa pensare e riflettere molto la storia. Da leggere assolutamente

  • User Icon

    valerioboing

    28/06/2015 17:33:35

    Libro molto intenso. Scava nel nostro profondo, alla ricerca di un sollievo alla nostra sofferenza quotidiana. Consiglio la lettura.

  • User Icon

    Mariacarmen

    06/08/2014 12:20:13

    E' il terzo libro di Abate che leggo. Ho scoperto questo Autore quando ero in libreria alla ricerca di scrittori sardi contemporanei. Lo scrittore affronta il tema attuale delle contraffazioni alimentari con eleganza e con strategie linguistiche che rendono Gigi un simpatico mascalzone. I personaggi, le avventure delinquenziali nel mondo della sofisticazione illegale, lo stile incalzante ma irresistibilmente fluido della sua narrazione, mi hanno piacevolmente irretita, al punto da non volermene staccare. Da leggere tutto di un fiato, poichè a ogni pagina cambia realmente lo scenario.

  • User Icon

    angelo

    04/08/2014 13:35:48

    Ingredienti: un interessante mondo economico fatto di frodi e sofisticazioni alimentari, un imprenditore/ristoratore dal passato pieno di scheletri e dal presente privo di scrupoli, uno spensierato gioco di seduzione dalle conseguenze tragiche, vari personaggi cinici, spietati e opportunisti ma tutti realisticamente umani. Consigliato: a chi vuol conoscere la vera composizione di ogni cibo economico, a chi vuol assaggiare un romanzo scritto con ingredienti indigesti ma dal sapore appetitoso.

  • User Icon

    Simona

    16/06/2014 12:22:59

    E' sicuramente un libro ben scritto, ma quello che non mi è piaciuto molto è proprio la storia. A tratti un pò noiosa e non troppo stimolante.

  • User Icon

    ziamicky

    07/04/2013 13:53:05

    Carino, dal ritmo incalzante,ma a tratti quasi scontato soprattutto in un finale che lascia un po' basiti.Da leggere anche solo perchè affronta, seppure in maniera romanzata, il tema delle frodi alimentari.Per il resto un eccesso di clamore per un libro che nella forma e nei contenuti resta nella norma.

  • User Icon

    marco77

    05/07/2011 16:35:46

    e' un superlibro! non ci sono aggettivi! in questo libro ce' tutto personaggi fantastici e storia straordinaria!tra i piu' belli libri che ho letto! CHE COPPIA!!!!!

  • User Icon

    francesca

    01/09/2010 12:43:37

    Carino! Da leggere tra una lettura impegnata e un'altra.

  • User Icon

    robiro

    03/06/2010 18:46:14

    Romanzo ritmico e coinvolgente, che trascina il lettore una una suspense adrenalinica. "Unica nota negativa, il mio rapporto attuale con il cibo".

  • User Icon

    Gizzy

    12/11/2009 10:14:55

    Spettacolare...ritmo incalzante, personaggi azzeccati, trama originale e humor sottile. Che volete di più!? Carlotto & Abate sono davvero una coppia azzeccata. Straconsigliato! P.s. Per una migliore lettura consiglio di leggere nell'ordine: 1 "Il cattivo cronista" 2 "Così si dice"...e poi "Mi fido di te"

  • User Icon

    Gizzy

    12/11/2009 10:12:38

    Spettacolare...ritmo incalzante, personaggi azzeccati, trama originale e humor sottile. Che volete di più!? Carlotto & Abate sono davvero una coppia azzeccata. Straconsigliato! P.s. Per una migliore lettura consiglio di leggere nell'ordine: 1 "Il cattivo cronista" 2 "Così si dice"...e poi "Mi fido di te"

  • User Icon

    tonico

    20/09/2009 09:00:29

    Non male abbastanza realistico. Deludente il finale.

  • User Icon

    L.

    12/06/2009 20:12:32

    Prima mia lettura di Carlotto, fatta tutta d'un fiato! Per gli amanti del genere risulta gradevole, ironico e molto scorrevole. Non ha mai momenti di noia ed è davvero illuminante per accostarsi al mondo delle sofisticazioni alimentari ( e capire quindi quanto male ci nutriamo). Lo consiglio per una rilassante lettura "da ombrellone".

  • User Icon

    o.abbate

    06/03/2009 15:09:36

    Chi ha letto Carlotto ricorda che tutti i suoi lavori, per quanto rappresentativi di una realtà aspra e cinica, ci facevano conoscere protagonisti segnati dalla vita, sempre gelosi dei loro sentimenti, ma capaci di generosità. I malavitosi vecchio stile, i piccoli delinquenti delle banlieu italiane, anche i separatisti della corsica avevano tutti un proprio credo, si riconoscevano in valori magari desueti, ma tutti si lasciavano apprezzare per la loro innata umanità. Carlotto era, per il suo Veneto prima e la Sardegna poi, quello che Izzo è per Marsiglia. Mi fido di te spazza via quello che l'autore aveva costruito. Raramente un libro di un autore che stimo mi ha deluso ed angosciato come questo (e non mi riferisco alle frodi alimentari).

  • User Icon

    Nelletta

    01/02/2009 12:59:40

    Mi è proprio piaciuta questa lettura, un libro di poche, ma buone pagine.Un protagonista cinico e scaltro egregiamente descritto ... Però mi ha fatto venire mille e più preoccupazioni relative alle attività culinarie e a quella dei supermercati. Poveri noi!

  • User Icon

    lalli

    07/01/2009 14:51:50

    E' UN LIBRO SCRITTO MOLTO BENE CHE FA RIFLETTERE MOLTO MA ANCHE SORRIDERE..VERAMENTE GRADEVOLE

  • User Icon

    Giuseppe

    20/11/2008 19:54:01

    Un libro leggero e facile da leggere. La storia inizialmente un po' noiosa si rivela più interessante con la messa in luce del passato del protagonista. Affascinante, ma romanzato il lavoro dello dello stesso. consigliato agli amanti del genere.

  • User Icon

    misterdipa

    07/09/2008 17:42:55

    I temi sono tutti azzeccati: dalla sofisticazione alimentare alla mafia russa, dalla corruzione politica all'imprenditoria marcia! Il tutto, condito da relazioni personali per niente tranquille (adulterio, menzogne...), fornisce uno spaccato dell'Italia quanto mai negativo e attuale allo stesso tempo. Sta tutto dentro questo piccolo romanzo (forse troppo) scritto con uno stile asciutto ed essenziale, con la giusta dose di durezza e crudeltà. Si fa apprezzare per la scorrevolezza e per la caratterizzazione di personaggi e luoghi; dal Veneto alla Sardegna fino alla Russia, tutto ruota intorno alla figura cinica di Gigi Vianello: un protagonista dalle tante sfaccettature ma che alla fine risulta essere eroe positivo nella sua ingenuità. Un pò come quel Rudy Saporito che qui compare quasi come uno specchio dell'anima, Gigi Vianello merita di evolversi e sopravvivere in altre vicende. Forse un pò il finale, leggermente e sapientemente (forse?) mozzato, lascia intuire proprio questo intento (speriamo!). Fantastica la "colonna sonora"!

  • User Icon

    Tommo

    30/07/2008 18:52:31

    Uno stupendo romanzo!Nella sua crudezza e nella sua realtà! grandi sia Carlotto che Abate! Complimenti

  • User Icon

    andreab

    10/06/2008 12:42:51

    Ho volutamente fatto passare un paio di settimane prima di scrivere questa recensione. E credo di aver fatto bene. Questo è un "romanzetto" (o "raccontone" lungo) canaglia: facile, ti cattura, si fa bere tutto di un fiato, tratta argomenti e personaggi scomodi e antipatici, e, alla fine, credi di aver letto un libro importante. Poi, passa il tempo, e la distanza fa dare il giusto peso alle cose: in realtà è un libro furbo, in cui la facilità di penna del Carlotto recita un gran ruolo. Del resto rimane poco di positivo: la cattiveria arcitaliana del personaggio, ironia a gogo e un ritratto ahimè verosimile del bel Paese. Ma rimangono anche molti (troppi ?) rimpianti: il tema della sofisticazione alimentare trattato troppo en passant per dar vita a un romanzo engagè e il personaggio principale che comunque è ancora privo di uno spessore importante per assurgere a figura letteraria. Forse questi sono i limiti della scrittura a 4 mano tanto in voga di recente (non tutti sono Fruttero & Lucentini...). Insomma, bel libretto da leggere in un week end, che difficilmente lascerà traccia duratura di se. Carlotto sa fare (e ha fatto) di meglio. Abate non so.

Vedi tutte le 46 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione