-50%
Mi ricordo, sì, io mi ricordo - Marcello Mastroianni - copertina

Mi ricordo, sì, io mi ricordo

Marcello Mastroianni

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Curatore: Francesco Tatò
Editore: Dalai Editore
Collana: I saggi
Anno edizione: 1997
In commercio dal: 2 settembre 1997
Pagine: 202 p.
  • EAN: 9788880893158

54° nella classifica Bestseller di IBS Libri Cinema, musica, tv, spettacolo - Cinema, televisione e radio - Singoli attori e interpreti

Salvato in 13 liste dei desideri

€ 6,75

€ 13,50
(-50%)

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Mi ricordo, sì, io mi ricordo

Marcello Mastroianni

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Mi ricordo, sì, io mi ricordo

Marcello Mastroianni

€ 13,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Mi ricordo, sì, io mi ricordo

Marcello Mastroianni

€ 13,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 8,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Forse nessun attore si è mai congedato dal pubblico con un testamento palpitante di vitalità come "Mi ricordo, sì, io mi ricordo", il film-confessione con cui, alla vigilia dell'uscita di scena, Mastroianni racconta con stoico umorismo, pudica ironia e reticente tenerezza la sua vita d'arte e la sua arte di vivere. Negli intermezzi della lavorazione in Portogallo di "Viaggio all'inizio del Mondo" (1996), fra le montagne e il mare, Marcello si mette di buon grado davanti alla cinepresa e tira i molteplici fili della memoria e della riflessione. Nella sua spericolata navigazione durata mezzo secolo, in mezzo alla vasta costellazione degli autori di Mastroianni, brillano le stelle-guida dell'adorato De Sica; di Visconti, spietato allenatore di palcoscenico; di Fellini, complice pigmalionico; di Ferreri, ispiratore di trasgressioni. E nei discorsi di questo commediante pragmatista emergono a sorpresa riferimenti più alti: Cechov, imprescindibile fratello di sangue; Diderot, con l'aureo precetto che l'attore deve far piangere senza piangere; Proust, Kafka.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


recensione di Cortellazzo, S., L'Indice 1997, n.10

Il testo del film-testamento firmato da Anna Maria Tatò, con cui Mastroianni si è congedato dal mondo, in tono lieve e assorto e nel contempo partecipe e caloroso, è raccolto in un volumetto che, più di ogni ritratto ben ordito e più delle tante parole spese intorno al suo personaggio, rende nel giusto tono e con echi e sfumature appropriate la dimensione professionale e umana di un uomo-attore particolare, leggero nel tocco, nel tono, nella serena accettazione del fluire del quotidiano, nel suo amore per la vita. Leggero nel non prender troppo sul serio un mestiere considerato "il più bel gioco del mondo", nell'affrontare riflessioni e considerazioni profonde senza prosopopea o autocompiacimento, nella naturalezza con cui accosta l'aneddotica a Cÿechov o Stendhal. Si tratta di una cavalcata attraverso ricordi personali e professionali dalle cadenze libere, giocata su rimandi, spunti, ripiegamenti e aperture. Un autoritratto senza copione di partenza (un po' come la caricatura che Fellini diede a Mastroianni al posto del testo della "Dolce vita"), abbozzato in fieri, ma padroneggiato con consumata esperienza affabulatoria.
Con un atteggiamento sommesso e riservato e soprattutto con una prospettiva di sguardo a 360°, aperta e tollerante, Mastroianni ci parla della sua infanzia come tante altre, trasformata nel ricordo in dolce e a volte commosso rimpianto di piccoli eventi dalla grande portata affettiva; del suo amore per i viaggi e i luoghi sconosciuti e del privilegio di potersi spostare cambiando di continuo gli approdi lavorativi, vissuti come "turismo di lusso" e viatico per nuove esperienze; dei tanti personaggi, famosi o meno, conosciuti nella vita e della sua predilezione per alcuni (a Marco Ferreri viene dedicato un capitolo particolarmente sentito); della sua predilezione per Roma e Parigi, come città in cui vivere, e della fascinazione esercitata da New York.
Le immagini, raccolte in Portogallo nelle pause sul set del film di Manuel De Oliveira, "Viaggio all'inizio del mondo" (immagini girate sotto un albero, all'interno di un'automobile, durante una festa di compleanno, ecc.), ma soprattutto le parole, a volte trasmettono "saudade", a volte si concedono salvifici tocchi ironici, in un alternarsi raro e particolare di toni smorzati e sferzanti.L'incipit in cui Mastroianni elenca i suoi "mi ricordo", a mo' di cantilena o di esorcismo infantile, racchiude in poche battute questa rara commistione di toni: dal ricordo del tegamino senza un manico in cui la madre friggeva le uova alla leggerezza elegante di Fred Astaire, dalla voce di Rabagliati con il suo "Tic e tac cos'è che batte, è l'orologio del cuor" al primo cappello da uomo, modello Saratoga, dall'incontro di Cassius Clay contro Frazer alla neve in Piazza Rossa, a Mosca. Frammenti di vita e flash o riflessioni a spettro più ampio si susseguono in brevi capitoletti che hanno il dono di essere nel contempo calati nel presente e nel passato con uno sguardo "nostalgico" al futuro: "Esistono paradisi ancora più attraenti dei paradisi perduti: sono quelli che non abbiamo mai vissuto, i luoghi e le avventure che intravediamo laggiù - non alle nostre spalle, ma davanti a noi, in un futuro che un giorno forse, come i sogni che si avverano, riusciremo a raggiungere, a toccare".
  • Marcello Mastroianni Cover

    "Attore italiano. Si accosta al teatro ancora da studente e nel 1948 è notato da L. Visconti, che lo vuole protagonista dell'allestimento di Un tram chiamato desiderio, da T. Williams, e di diversi ulteriori lavori, preminenti rispetto agli esordi cinematografici cominciati con la piccola parte di un rivoluzionario in I miserabili (1947) di R. Freda. I ruoli immediatamente successivi lo vedono giovanotto seducente e gentile (Una domenica d'agosto, 1950; Le ragazze di piazza di Spagna, 1952, entrambi di L. Emmer) in attesa di tarare una promettente caratura drammatica con C. Lizzani in Cronache di poveri amanti (1953) e con L. Visconti in Le notti bianche (1957), da F. Dostoevskij, in cui dà vita a uno dei più struggenti eroi malinconici del grande scrittore russo prestati... Approfondisci
Note legali