Mi sono perso in un luogo comune. Dizionario della nostra stupidità

Giuseppe Culicchia

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 1 marzo 2016
Pagine: 231 p., Brossura
  • EAN: 9788806228828
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,83
Descrizione

Giuseppe Culicchia, con molta voglia di giocare e altrettanta di mettersi in gioco, ha dato forma a una sua personalissima versione del Dizionario dei luoghi comuni.

«Addominali - Ciò che conta in un uomo oltre alla carta di credito. Io che non ho mai badato a queste cose, un giorno ho scoperto che avrei dovuto averceli a tartaruga. Sono subito corso a specchiarmi, e ho constatato che invece ce li avevo a foca. Avete presente le foche? Ecco, io ne ho una che dorme beata lí dove dovrebbe esserci una tartaruga. Ora, quanto è tenera una foca addormentata? Perché svegliarla? E come dirle che dovrebbe sloggiare per far posto a una tartaruga?»

Ma quanto siamo stupidi? E soprattutto: come? Inutile girarci intorno: ogni volta che ci scappa una frase fatta, è l’ottusità del mondo che si sta impossessando di noi. Basta ascoltare le conversazioni sui tram, guardare i telegiornali, partecipare alle cene di sedicenti intellettuali. Oppure, semplicemente ascoltare ciò che ci esce di bocca. È questo che ha fatto Giuseppe Culicchia: con molta voglia di giocare e altrettanta di mettersi in gioco, ha dato forma a una sua personalissima versione del Dizionario dei luoghi comuni. Perché capita a ciascuno di noi, molte volte al giorno, di perdersi in un luogo comune. E questo libro ci farà ridere, prima di tutto di noi stessi. Mi sono perso in un luogo comune contiene frammenti di comicità pura, ma anche riflessioni piú malinconiche – sempre all’insegna dell’intelligenza. Un testo che si può leggere come si vuole: rispettando l’ordine alfabetico o aprendo le pagine a caso, divorandolo in una sola notte o a poche pillole al giorno. Comunque lo si affronti, ci si vedrà allo specchio, perché è un ritratto di tutti noi, sorpresi – nei nostri salotti reali o immaginari – a parlare senza pensare davvero, pronunciando frasi impronunciabili.

€ 12,32

€ 14,50

Risparmi € 2,18 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    dabada

    09/01/2018 14:43:37

    Simpatico. A volte coraggioso. A volte proprio buffo.

  • User Icon

    claudio

    02/11/2016 15:45:40

    Divertente, dissacrante e via con gli aggettivi: in pratica si legge bene, col sorriso sulla bocca pensando a quanta stupidità ci sia al mondo.

  • User Icon

    Michele

    14/08/2016 23:26:38

    Libro a tratti spassoso... a tratti graffiante. La voce -PIZZA- pero', vale il prezzo del libro.

  • User Icon

    Sara

    28/04/2016 14:01:23

    Interessante saggio. In alcuni punti fa sorridere, in altri lascia con l amaro in bocca talmente è vera e cruda l analisi (purtroppo!). Preferisco però Culicchia in veste di romanziere più che saggista. è un bel libro, merita una lettura.

  • User Icon

    gianni

    17/04/2016 22:09:31

    un libro davvero simpatico e divertente. l'ho letto tutto d'un fiato e devo dire che ci sono anche degli spunti per fare qualche riflessione semiseria sul mondo d'oggi. Da leggere!!

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione