La mia famiglia e altri animali

Gerald Durrell

Traduttore: A. Motti
Editore: Adelphi
Edizione: 15
Anno edizione: 1975
In commercio dal: 01/11/1975
Pagine: 352 p.
  • EAN: 9788845900976
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,64

€ 8,64

€ 16,00

9 punti Premium

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Riccardo Banchi

    02/09/2014 12:50:40

    Ho riletto questo libro dopo oltre trent'anni: ricordo solo che era una lettura piacevole e divertente. Amante della Natura come sono, e sopratutto dopo una recente vacanza trascorsa a Corfù, mi è tornata la voglia di leggere nuovamente questa simpatica biografia di Durrell. E' una lettura gradevolissima, in cui l'umorismo è ai massimi livelli. L'autore, nel raccontare i suoi anni di adolescenza trascorsi nell'isola greca paradisiaca, non poteva adottare una chiave di scrittura più efficace. Il titolo stesso fa capire l'impostazione della narrazione. La figura della madre di Gerry ne esce in maniera dolcissima, in grado di conciliare le situazioni più grottesche. E' un libro che consiglio a tutti, ragazzi e adulti; chiunque ne rimmarrà affascinato e divertito.

  • User Icon

    filippo nox

    30/03/2013 16:26:42

    Un libro "sfizioso", una lettura pienamente godibile e rilassante. Consigliato

  • User Icon

    Serena

    08/04/2012 19:54:53

    Rileggere questo libro dopo ben 20 anni dalla prima volta è stata una bellissima riscoperta. Ho vissuto dei momenti divertentissimi accanto alla famiglia dello scrittore e alla fine del libro è stato triste separarmi da loro. Esilaranti i dialoghi della mamma e del fratello maggiore. Bellissime le descrizioni degli animali e della vita dell'isola negli anni 30. Sarebbe stato bellissimo vivere un'esperienza del genere!!!

  • User Icon

    MCF

    16/01/2012 16:17:37

    Il libro è una spensierata descrizione del periodo trascorso dall'autore giovanissimo e dalla sua famiglia a Corfù. Pieno di aneddoti esilaranti e di personaggi originali, è scorrevole e appassionante. L'argomento principale è l'osservazione del comportamento degli animali; così il lettore impara ad amare rettili e tartarughe, gazze e gabbiani trascinato dall'entusiasmo e dalla simpatia con cui Durrell li descrive. "Quando il sole tramontava e i gechi cominciavano a sgambettare sui muri ombrosi della casa, Ulisse (il gufo ndr) si svegliava. Sbadigliava delicatamente, tendeva le ali, si puliva la coda, e poi rabbrividiva con una tale violenza che tutte le sue penne si arruffavano come i petali di un crisantemo sotto una raffica di vento. Essendosi così preparato per il lavoro notturno, emetteva un 'chiùu' di prova per assicurarsi che la sua voce fosse in forma, e poi con ali morbide spiccava il volo per vagare intorno alla casa silenzioso come un fiocco di cenere e atterrava sulla mia spalla. Per un poco restava là, mordicchiandomi l'orecchio, poi si dava un'altra scrollata, metteva da parte il sentimento e diventava pratico. Volava sul davanzale ed emetteva un altro 'chiùu' interrogativo, fissandomi con i suoi occhi color miele. Questo era il segnale che voleva le persiane aperte." Da leggere, raccomandato soprattutto agli amanti degli animali.

  • User Icon

    nickc

    23/06/2010 21:12:48

    Ho letto questo libro molti anni fa, mi è rimasto impresso; l'autore racconta la sua adolescenza con un'autoironia che mi ha fatto crepare dalle risate senza cadere nello scontato. Credo che sia riuscito perfettamente nel suo intento grazie al suo amore per la natura che traspare dalle sue pagine. Lo consiglio a tutti quei ragazzi che hanno sempre "sete" di avventura anche nel loro quotidiano.

  • User Icon

    mari

    15/05/2010 10:12:36

    Incantevole. Irresistibile. Chi non vorrebbe essere un membro della famiglia Durrell e vivere a Corfù negli anni Trenta? Leggere questo libro è prendersi una vacanza dalla vita vera e tuffarsi in un mondo meraviglioso dove regna la felicità pura. Compratelo.

  • User Icon

    Ferdinando

    18/04/2010 17:32:51

    Un incontro stupendo con l'isola di Corfù, i suoi abitanti, una famiglia inglese un poco "matta, gli animali che un giovane futuro naturalista incontra e trova. Per chi conosce l'inglese consiglio anche da vedere sui DVD della serie della BBC. Un libro da leggere e rileggere con un simpaticissimo umorismo e tante cose da conoscere.

  • User Icon

    maria cristina aschieri

    24/08/2009 23:43:38

    State sognando il sole e il mare mentre sbirciate il cielo attraverso le sbarre degli impegni che vi tengono segregati là da dove vorreste tanto fuggire? Ci penserà questo romanzo leggero, allegro e vacanziero, a rimettervi di buonumore e regalarvi un po'di agognata evasione. Fanno da cornice i panorami mozzafiato dell’isola greca di Corfù, raggiungibile in poche pagine, ondeggiante di argentei oliveti, orlata di spiagge vellutate e scogliere bianchissime che si immergono nel blu profondo dello Ionio. Qui troverete l’ospitale famiglia Durrell, appena giunta dalla grigia Inghilterra, pronta ad accogliervi nel suo circo casalingo dove non manca mai il divertimento. Gerry Durrell, il simpatico ragazzino curioso e impertinente, vi relazionerà delle sue scoperte naturalistiche con un piacevole linguaggio colloquiale, sottolineando l’atteggiamento antropomorfo, e a volte comico, delle varie specie da cui di solito ci si tiene istintivamente alla larga, si tratti di gufi, scorpioni, bisce o gechi, contagiandoci con il suo entusiasmo e rendendoceli persino simpatici. Un romanzo incantevole, variegato di elegante umorismo, da considerarsi formativo per gli adolescenti ma godibile ancor più da un pubblico maturo e esigente, che ne trarrà piacere e arricchimento dalla prima all’ultima pagina. Da segnalare l’ottima traduzione della bravissima Adriana Motti, che è sempre stata straordinaria nel compito non facile di interpretare senza stonature le intenzioni ironiche degli autori tradotti. Da non perdere.

  • User Icon

    JASON BOURNE

    06/06/2009 13:56:08

    Molto bello, anzi belissimo ho dato questo voto credo, soltanto perchè non è il mio genere di libro. Mi è stato assegnato dalla prof di italiano, in seguito a un unità che parlava del rispetto che abbiamo verso gli animali. Credo che sia un ottimissimo libro molto divertente e simpatico ,nonostante questo sono molto contento di averlo letto mi ha dimostrato molto di come i sentimenti di un uomo possano essere cosi forti verso quelli di un animale. Ottimo libro, lo consiglio opera del mitico Gerald Durrel e della sua strampalata famiglia!

  • User Icon

    Sherazade

    07/12/2008 10:45:13

    bellissimo

  • User Icon

    antonio

    17/04/2008 22:22:20

    Chissà perché il senso dell'umorismo non è mai stato affiancato ai cinque sensi tradizionali. Certo è che ognuno di noi ha il "suo" humour: ciò che fa sghignazzare un individuo lascia un secondo totalmente indifferente e muove un terzo a un semplice sorriso di cortesia. Sicché il dire che questo di Gerald Durrell è il libro più divertente che abbia mai letto ha il valore che ha, quantunque non mi sia sinceramente mai capitato di dover interrompere la lettura a causa di un irrefrenabile convulso di risa (e con questo libro l'ho interrotta più e più volte...). A parte l'aspetto divertente, è un libro adatto agli adolescenti che non hanno una gran voglia di leggere: l'ho regalato diverse volte a figli di amici e ha sempre suscitato commenti entusiastici. Sullo sfondo di efficaci descrizioni della natura (vegetale, minerale o animale che sia), si snodano le vicende di questa strampalata ed eterogenea famiglia che ricorda a tratti - mutatis mutandis - i Malaussène di Pennac. Ma è una lettura estremamente istruttiva per gli stessi adulti, e in particolar modo per i genitori di bambini in età preadolescenziale: è sempre interessante capire come nasce una passione e cosa (non) fare per non ostacolarla. Ma non mi si fraintenda: la mamma dei Durrell è un personaggio tenerissimo.

  • User Icon

    Muesli

    28/04/2005 21:24:09

    Nel 1956 viene pubblicato questo libro, storia di cinque anni di una famiglia inglese che si trasferisce a Corfù per sfuggire il clima malsano dell'Inghilterra. Il periodo raccontato va all'incirca dal 1935 al '40, all'epoca l'autore aveva 10 anni, scopre la natura di Corfù in parte da solo ed in parte grazie ad alcuni maestri che lo istruiscono sugli uccelli, i rettili e quant'altro si può trovare in un territorio. Sovente le descrizioni degli altri appartenenti alla famiglia, la madre e i suoi fratelli, quasi si confondono con quella degli animali. D'altra parte l'autore diventerà un famoso zoologo e perciò il suo narrare sugli esseri umani è sempre puntuale ed attento. A volte mi ha ricordato Desmond Morris, etologo che ha scritto numerosi libri osservando gli uomini nei loro comportamenti animali (La scimmia nuda, La tribù del calcio, ecc.). Certo che con Durrel vi è la presenza della sua famiglia e questo rende tutto più coinvolgente. Non mi è piaciuto completamente, a volte le descrizioni della fauna con i suoi movimenti e fin maniacale, il comportamento della sua famiglia è molto eccentrico al limite del fastidio e ho avuto la tentazione di saltare alcune pagine. Da ricordare però la descrizione di un geco sul soffitto della sua stanza da letto, i movimenti con cui catturava gli insetti, poi una battaglia all’ultimo sangue con una mantide, queste sono state pagine molto simpatiche.

  • User Icon

    Alepeli

    18/07/2004 14:33:44

    E' un libro assolutamente fantastico! Oltre ad essere molto molto divertente, quasto libro è molto interessante dal punto di vista naturalistico. Infatti il protagonista, un bambino interessato di natura, fa scoprire un mondo fantastico, abitato da piccoli animali, grandi piante...L'isola greca di Corfù! E' divertente, lo consiglio come preparazione per il liceo.

Vedi tutte le 13 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione