Le mie cene con Edward

Isabel Vincent

Traduttore: L. Noulian
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2016
In commercio dal: 27 ottobre 2016
Pagine: 157 p., Rilegato
  • EAN: 9788811672432
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,04

€ 12,66

€ 14,90

Risparmi € 2,24 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ely

    10/04/2017 21:09:33

    Un libro piccolo ma che ti da tanto. Mi è capitato per caso in mano questo libro che viene dritto dritto dalla libreria di mia mamma, e la trama mi ha subito incuriosita. Il libro è piccolino rispetto ai miei soliti standard è vero, ma l'ho apprezzato in ogni singola riga. La storia parla di Isabel, che per caso per fare un favore alla sua amica di sempre decide di fare visita ogni tanto all'anziano padre dell'amica. Edward, così si chiama il padre, infatti è rimasto vedovo da poco, e dopo una vita vissuta con e per sua moglie Paula le figlie temono che possa lasciarsi andare. Isabel inizia a frequentare occasionalmente Edward, che la invita a cena, ed ogni cena non è solo un tripudio di sapori e di gusti, ma anche di tanti consigli. Edward ha una grande passione per la cucina e la esprime preparando per la nuova amica piatti ricercati o semplici, ma sempre con un tocco tutto suo che li rende indimenticabili. Da queste ricette ammetto di avere scoperto cos'è il fleur de sel, ed anche la ricetta del pollo nel sacchetto mi intriga parecchio. Ogni capitolo inizia con il "menù" della serata, che comprende sempre aperitivo, antipasto, piatto principale, dolce, caffè o amaro ed il vino. Isabel si trova bene con il nuovo amico non solo per come cucina, ma in particolar modo per l'intrattenimento. Ogni cena infatti è sempre accompagnata da un racconto da parte di Edward della sua vita, ed ogni racconto ha sempre una morale o un punto di appiglio dove Isabel si può aggrappare per cercare di comprendere se stessa. Isabel infatti è ai ferri corti con il marito e stanno divorziando, cercando di rendere le cose il più semplici possibile alla figlia. I due presto inizieranno a godere della reciproca compagnia, e piano piano si aiuteranno a vicenda a riprendersi dai duri colpi che la vita ha servito loro. Edward si interessa veramente al benessere ed alla felicità di Isabel, e cerca di starle accanto in un modo tutto suo...

  • User Icon

    manuela

    23/02/2017 15:39:20

    Mi ha lasciato indifferente. Nulla succede per caso e infatti i due protagonisti si incontrano in un periodo difficile della loro vita. Condividono queste cene con estenuanti descrizioni dei piatti e, nel frattempo, si crea questo legame forte che aiuterà entrambi ad uscire da questo periodo cupo. Il finale è a discrezione del lettore. Niente di che (per quanto mi riguarda)

  • User Icon

    Pat

    12/02/2017 10:26:45

    La storia sarebbe abbastanza "catturante" se la scrittura fosse stata curata. In particolare mi ha colpito la frequenza delle ripetizioni di intere frasi, la ripresa di episodi già scritti. Come destinatario mi sono sentita un po' presa in giro. Qualcuno, a partire dalla Autrice, ha fatto una rilettura del testo? Sui personaggi: bella la costruzione del legame tra la protagonista e il grande anziano, ma dove sta tutto il resto della vita, in primo luogo il rapporto con la figlia ancora bambina che affronta la separazione dei genitori? Visto che di vita quotidiana si parla, di sentimenti forti si parla, questa assenza mi è sembrata assurda. Non c'è dubbio che le ricette facciano venire l'acquolina in bocca: ma è un po' poco.

  • User Icon

    Un centinaio di pagine che racchiudono più di tre anni di amicizia, un libricino goloso ma anche e soprattutto amabile. Ogni capitolo è introdotto con un menù di Edward, vi sfido a non farvi venire l'acquolina in bocca! L'intero testo è disseminato di piatti gustosi e accattivanti, con annesso qualche piccolo trucco culinario. Accanto alle parti culinarie, troviamo quelle più profonde, legate alla vita della scrittrice e del suo nuovo amico ultra novantenne. "Ci siamo dati a vicenda il coraggio di andare avanti ognuno nella propria vita. In quel periodo, così importante per noi, abbiamo dato tutto quanto abbiamo ricevuto." La lettura di questo libro è stata piuttosto semplice anche se non particolarmente accattivante. Devo ammettere che mi aspettavo qualcosina di più da questo volume, anche se poi non è stato un completo sfacelo.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione