La Milano di Enzo Jannacci

Artisti: Enzo Jannacci
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 1
Etichetta: Import
Data di pubblicazione: 15 ottobre 2013
  • EAN: 8004883210923
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 10,90

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello
Descrizione

Enzo Jannacci, artista poliedrico, poeta, musicista, cantautore, attore,regista, caposcuola del cabaret, anche medico chirurgo praticante, nacque aMilano il 3 giugno 1935. In quella città si svolse interamente la sua carrieracome artista e come medico, e sempre a Milano, dopo lunga e dolorosamalattia, ha cessato di vivere il 29 marzo 2013.Walter Gürtler, giovane produttore discografico, svizzero di nascita, milanesed’adozione, titolare della etichetta Jolly, instancabile scopritore di talenti, datempo aveva messo gli occhi su Jannacci. L’aveva conosciuto nel 1957 alpalazzo del ghiaccio di Milano durante il primo festival del rock’n’roll, quandolui era nel gruppo dei Rock Boys di Adriano Celentano; da allora non l’avevaperso di vista. Conosceva i tutti suoi dischi Ricordi incisi con Gaber nel 1960(“Una fetta di limone”, “24 ore”) e quelli del solo Enzo del 1964 (“L’ombrellodi mio fratello”, “Il cane coi capelli”). Era colpito dalla originalità delle suecanzoni, dalla stravagante gestualità, dalla sua intelligenza e dalla suatravolgente energia (tra l’altro Jannacci era cintura nera di karate). Andavaspesso all’Intra’s Club a sentirlo dal vivo per tastare le reazioni del pubblico.Lo conosceva anche come versatile pianista di jazz, solido accompagnatoree geniale improvvisatore; l’aveva ascoltato in diverse occasioni, con StanGetz, Gerry Mulligan, Art Blakey, Chet Baker e Bud Powell. Gürtler, con ilcontributo di Jannacci, era convinto di poter dare un’impronta significativaalla sua giovane azienda da tempo in ascesa. Sotto i migliori auspici eall’insegna di reciproco rispetto iniziò la collaborazione tra i due.Per ricordare questo grande artista la SAAR, proprietaria dell’etichetta Jolly,ripubblica in vinile il primo LP di Enzo Jannacci del 1964, “La Milano di EnzoJannacci”, una raccolta dei primi successi da lui composti (“El portava iscarp del tennis”, “Andava a Rogoredo”, “Ti te se no”, etc.) comprendenteanche: “Ma mi”, la più famosa canzone sulla Resistenza, di Giorgio Strehlere Fiorenzo Carpi (rispettivamente direttore artistico e musicale del Piccolo

Disco 1
  • 1 El portava i scarp del tennis
  • 2 Quella cosa in Lombardia
  • 3 Andava a Rogoredo
  • 4 M'hann ciamaa
  • 5 Ti te se no
  • 6 Prendeva il treno
  • 7 T'ho compraa i calzett de seda
  • 8 E l'era tardi
  • 9 La luna è una lampadina
  • 10 Senza de ti
  • 11 Per un basin
  • 12 Ma mi