Categorie

Mimesis. Il realismo nella letteratura occidentale

Erich Auerbach

Traduttore: A. Romagnoli
Editore: Einaudi
Edizione: 10
Anno edizione: 2000
Pagine: 2 voll., 630 p.
  • EAN: 9788806154417

67° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Classici, poesia, teatro e critica - Storia e critica - Studi generali

€ 27,20

€ 32,00

Risparmi € 4,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

27 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Una storia del realismo letterario che abbraccia piú epoche, dagli antichi tempi biblici e omerici sino al Medioevo cristiano, al Rinascimento, al Sei e Settecento e, passando attraverso il realismo ottocentesco, fino agli scrittori del Novecento. Un capolavoro della critica letteraria in cui Auerbach si rivela ancora una volta uno scrittore impegnato sugli autori piú famosi e sulle opere principali della civiltà europea. Mimesis è un'indagine condotta sul realismo letterario, dagli antichi tempi biblici e omerici sino al Medioevo cristiano, al Rinascimento, al Sei e Settecento e che si estende quindi, attraverso il nodo centrale del realismo moderno ottocentesco, fino agli scrittori del Novecento, in particolare Marcel Proust e Virginia Woolf. L'autore ha inteso accertare la presenza e la validità della teoria classica dei livelli di stile nella rappresentazione letteraria, pervenendo a una storia del realismo per mezzo di una metodologia stilistica. è nato cosí un capolavoro della critica letteraria in cui si può cogliere all'opera l'acutezza di uno studioso che si rivela anche scrittore impegnato sugli autori piú famosi e sulle opere principali della civiltà europea.

Volume primo: I. La cicatrice d'Ulisse. II. Fortunata. III. L'arresto di Pietro Valvomeres. IV. Sichario e Cramnesindo. V. La nomina di Orlando a capo della retroguardia nell'esercito franco. VI. La partenza del cavaliere cortese. VII. Adamo ed Eva. VIII. Farinata e Cavalcante. IX. Frate Alberto. X. Madame du Chastel. Volume secondo: I. II mondo nella bocca di Pantagruele. Il. L'humaine condition. III. ll principe stanco. IV. Dulcinea incantata. V. L'ipocrita. VI. La cena interrotta. VII. Miller il musicista. VIII. All'hotel de La Mole. IX. Germinie Lacerteux. X. Il calzerotto marrone. - Conclusione. - Indice analitico.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Dany

    19/09/2009 17.26.18

    Un capolavoro assoluto, in grado di aprire nuove mete culturali al lettore. Meraviglioso.

  • User Icon

    Daniele

    23/11/2008 17.36.44

    L'unico aggettivo che riesco a concepire per definire questo libro è "illuminante". Auerbach tratta con un acume assolutamente non comune la questione del realismo nella letteratura, regalondoci pagine di critica di rara lucidità e bellezza. L'incedere dell'opera per aneddoti, ricorda molto il lavoro del chimico o del biologo: i campioni raccolti vengono analizzati, catalogati, spiegati, confrontati e infine si traggono le conclusioni. E Auerbach opera proprio a questo modo, mettendo a confronto opere lontanissime fra loro sia nel tempo, sia nella geografia, approdando ad una caratterizzazione scientifica del concetto e dell'evoluzione del realismo nella letteratura dell'Europa Occidentale, coniugando assieme grande esattezza e semplicità epsressiva. Lo stile di Auerbach infatti è semplice e chiaro, non cade mai nel pedante. Anzi, in ogni capitolo prende per mano il lettore, espone chiaramente la sua tesi, spiega con precisione e semplicità i suoi esempi, trae conclusioni sempre acute e ragionate. Davvero un must per chi deve, o vuole, affacciarsi alla critica letteraria.

Scrivi una recensione