Img Top pdp Film
disponibile in 1 gg lavorativi disponibile in 1 gg lavorativi
Info
Minority Report
6,24 €
;
DVD
Venditore: MASSIVE MUSIC STORE
6,24 €
disp. in 1 gg lavorativi disp. in 1 gg lavorativi (Solo 1 prodotto)
+ 6,99 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
MASSIVE MUSIC STORE
6,24 € + 6,99 € Spedizione
Disponibile in 1 gg lavorativi Disponibile in 1 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Juke Box
15,50 €
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
MASSIVE MUSIC STORE
6,24 € + 6,99 € Spedizione
Disponibile in 1 gg lavorativi Disponibile in 1 gg lavorativi
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Juke Box
15,50 €
Disponibile in 2 gg lavorativi Disponibile in 2 gg lavorativi
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Chiudi
Minority Report di Steven Spielberg - DVD
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Nel 2054, per impedire il dilagare della violenza, la polizia ha messo a punto un programma che consente di prevedere le intenzioni omicide e arrestare il colpevole prima che il crimine si compia. Tutto ciò è reso possibile dai poteri di tre veggenti, i precogs Agatha, Arthur e Dashiell, in grado di identificare i futuri colpevoli. Il poliziotto a capo della squadra anticrimine, John Anderton, viene a sua volta accusato di un delitto non ancora commesso. Con l'aiuto di Agatha riuscirà a scoprire che la sua condanna è frutto di un complotto e che il sistema anticrimine non è così sicuro come credeva.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

DVD
2
8010312042287

Informazioni aggiuntive

20th Century Fox Home Entertainment, 2012
20th Century Fox
140 min
Italiano (DTS 5.1);Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
Italiano; Inglese
2,35:1 Wide Screen
PAL Area2
commenti tecnici; documentario; dietro le quinte (making of)

Valutazioni e recensioni

3,93/5
Recensioni: 4/5
(46)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(21)
4
(10)
3
(9)
2
(3)
1
(3)
HULK
Recensioni: 2/5

Più vicino al Total recall dell'olandese ragliante, uno che va di accetta, puttosto che a Blade Runner. Spilby pesca anche dal grande sonno, Naturalmente di Dik non ha capito nulla, solo Blade R. ne è degno. Si tratta di un moderno noir, con l'eroe masochista, Cruise è sempre lo stesso. Naturalemte Noir fantascientifico, Fanta snche intesa come bevanda, per chi se la ricorda. Tanti botti, alla fine il solito spilby riconciliante, insomma il classico lieto fine, preteso fin dalle notti, dei tempi bui, del codice Heyes. Citazioni da far tremare Quentin, ma il cinema postmoderm non è stato inventatao da Quentin, ma dalla generazione di spilby

Leggi di più Leggi di meno
*Sir Psycho Sexy*
Recensioni: 3/5

mah non male ma di certo non un capolavoro...un quintale di effetti speciali ma poco altro...

Leggi di più Leggi di meno
Rossano
Recensioni: 1/5

Ennesimo film tratto da un romanzo dell'immenso P.K.Dick ed ennesima dimostrazione da parte del regista, nel caso specifico Spielberg, di non averci capito assolutamente nulla. Solo Scott, quello capace dei due, ne comprese appieno il messaggio.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,93/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(21)
4
(10)
3
(9)
2
(3)
1
(3)

Conosci l'autore

Steven Spielberg

1946, Cincinnati, Ohio

Propr. S. Allan S., regista e produttore statunitense. È indubbiamente il più popolare e affermato regista contemporaneo (suoi i più grandi incassi della storia del cinema), ma è anche un grande maestro del racconto, capace di influenzare pesantemente l'immaginario di tutto il secondo Novecento. Al culmine di una fortunata esperienza televisiva, gira il film tv Duel (1971), geniale evoluzione del road-movie che si contamina con l'incubo grazie a un controllo della narrazione che già indica la grandezza del regista. Debutta al cinema con Sugarland Express (1974), originale rivisitazione del tema dell'inseguimento fra poliziotti autoritari e marginali post-hippies, cui segue il celebre Lo squalo (1975), intelligente unione di tensione emotiva e senso dello spettacolo. Il successo economico del...

Tom Cruise

1962, Syracuse, New York

Propr. Thomas C. Mapother IV, attore statunitense. Vive un'adolescenza complessa e difficile dovuta alla complicata situazione familiare, ai continui spostamenti dei genitori, al loro divorzio, e infine alla morte precoce del padre che lo spinge a rinchiudersi per un certo tempo in un monastero francescano. Intorno ai diciotto anni decide di dedicarsi al cinema, ottenendo subito una piccola parte in Amore senza fine (1981) di F. Zeffirelli. Il film è stucchevole, ma il suo sex-appeal non passa inosservato, tanto che subito dopo gli vengono affidati ruoli più importanti in Taps - Squilli di rivolta (1981) di H. Becker e in I ragazzi della 56ª strada (1983) di F.F. Coppola e, infine, quello di protagonista in Legend (1985) di R. Scott. È però con il ridondante Top Gun (1986) di T. Scott che...

Colin Farrell

1976, Castleknock

"Propr. C. James F., attore irlandese. Dopo aver studiato recitazione a Dublino, inizia a guadagnare notorietà in patria con alcune interpretazioni per la televisione. Aria da macho e sguardo spesso sospeso fra l’ironia e la provocazione, raggiunge il successo sul grande schermo con il ruolo del ribelle e indisciplinato soldato Bozz in Tigerland (2000) di J. Schumacher. Tra le sue successive interpretazioni si ricordano l’ispettore del Dipartimento di Giustizia che in Minority Report (2002) di S. Spielberg apre un’indagine per verificare l’efficacia dello speciale corpo di polizia «Pre-Crimine», l’avversario dell’eroe in Daredevil (2003) di M.S. Johnson, e soprattutto il controverso Alessandro Magno nel kolossal Alexander (2004) di O. Stone. Nel 2005 è il conquistatore John Smith nel poema...

Samantha Morton

1977, Nottingham

Propr. S.-Jane M., attrice inglese. Dopo alcune esperienze televisive, debutta al cinema con Under the Skin - A fior di pelle (1997) di C. Adler. Fisico e lineamenti minuti, uniti a una recitazione timida ma carismatica, la rendono la spalla ideale di S. Penn in Accordi e disaccordi (1999) di W. Allen, dove interpreta la fidanzata muta e remissiva del protagonista. Sempre nel 1999 è la bella Michelle in Jesus’ Son di A. Maclean, mentre nel 2001 è in Eden di A. Gitai. Ottiene quindi parti di rilievo nel film di J.?Sheridan In America (2002) e in Codice 46 (2003) di M.?Winterbottom, ma la sua grande occasione arriva con Minority Report (2002) di S.?Spielberg, che le affida il ruolo della «precog» Agatha. In seguito recita, tra gli altri, in L’amore fatale di R. Michell (2004) e The Libertine...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore