La moglie che dorme

Catherine Dunne

Traduttore: G. Zeuli
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
In commercio dal: 4 ottobre 2002
Pagine: 283 p.
  • EAN: 9788850202553
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Disponibile anche in altri formati:

€ 8,60

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più

€ 7,31

€ 8,60

Risparmi € 1,29 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 8,60 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    simona

    10/11/2011 10:20:08

    Credo che oltre a "La metà di niente", non mi sia piaciuto più nulla della Dunne. Anche questo romanzo è veramente patetico, noioso, e con un finale davvero inquietante...

  • User Icon

    Alessia

    01/09/2010 16:14:42

    Questo libro mi è piaciuto quanto "La metà di niente", considerato il più riuscito della Dunne, che secondo me merita la sua stessa attenzione per una serie di tematiche presenti in questa storia. Forse non eccelle in originalità perchè capita molto spesso (purtroppo)sentir parlare di storie di questo genere, tanto che sembra leggere un caso di cronaca nera. La storia è costruita molto bene, una sorta di climax che cresce sempre di più, come la gelosia e l'ossessione di Ferrell nei confronti della moglie Gracie, sfociando nella tragedia con un finale spiazzante da lasciare senza fiato. La drammatica storia insegna quanto il passato possa diventare ingombrante e persecutorio quando non si sono risolti i conflitti con persone molto prossime come i familiari, anche se si cerca di cambiar vita con le persone che si amano e quanto le brutte vicende della vita non vengono superate totalmente, possono distruggere tutto quello che faticosamente si è costruito. A me ha emozionato molto, potrei usare diversi aggettivi per descriverlo: tenero, drammatico, struggente, triste ecc... Un'altra creazione dell'autrice che mi è piaciuta molto in questo libro è il personaggio Gracie: bella, fragile, delicata e raffinata le cui fattezze fisiche ricordano molto le attrici anti-dive degli anni '50, pelle bianca come la porcellana, capelli lucidi e morbidi, smalto rosso come le labbra "fino a disegnare un perfetto arco rosso scarlatto".

  • User Icon

    Brunella

    24/08/2009 19:40:58

    Non mi è piaciuto. Piatto, noioso con un finale assurdo.

  • User Icon

    elisa75

    20/09/2004 16:22:55

    Un libro interessante che offre una particolare interpretazione della gelosia, del senso di possesso di cui cadono vittima molti uomini. All'inizio sembra un banale romanzo d'amore .. poi si rivela tutt'altro.

  • User Icon

    michi

    21/06/2004 14:11:31

    Uno dei libri più infelici che abbia mai letto. La forma è semplice e scorrevole, ma il contenuto è davvero deludente: scontato, patetico e strappa-lacrime a tutti i costi!

  • User Icon

    catia katy

    04/09/2003 10:30:11

    Parte in sordina, sembra il solito romanzo dove tutto è perfetto, poi si fa sempre più interessante e il finale ti sorprende.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione