Traduttore: A. Raffo
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 27 febbraio 2018
Pagine: 297 p., Rilegato
  • EAN: 9788804685739

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Thriller e suspence - Spionaggio e thriller spionistico

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 17,00

€ 20,00

Risparmi € 3,00 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 10,80

€ 20,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    n.d.

    08/06/2018 18:44:20

    Ottimo triller storico con i protagonisti visti sotto altre prospettive

  • User Icon

    izmir@988

    05/06/2018 08:28:56

    Trama avvincente ben calata nel contesto storico. Un altro ottimo romanzo di Robert Harris

  • User Icon

    mau

    10/04/2018 19:45:08

    quasi la realtà, piacevole letturafantastica

  • User Icon

    Antonio

    07/04/2018 09:29:15

    L'impianto thriller è poco più di un pretesto per conferire una buona leggibilità da romanzo a quella che a tutti gli effetti ci appare come un'opera storiografica. Con dentro una tesi molto forte: l'appeasement britannico, incarnato dal primo ministro Neville Chamberlain, non fu una resa prematura e incondizionata alle mire espansioniste di Hitler ma piuttosto una politica che consentì all' Inghilterra di guadagnare tempo, procedere al riarmo e abituare la popolazione, per lo più pacifista perché viveva ancora nel ricordo tragico della Grande Guerra, alla possibilità di un nuovo conflitto. Il libro di Harris è interessante proprio perché ci fa vedere dal di dentro come si dispiega questa azione diplomatica tra le due cancellerie, britannica e tedesca, con al centro i due protanisti assoluti, Chamberlain e Hitler. Il primo che con astuzia e determinazione quasi impone la pace al riottoso leader tedesco, propenso al conflitto armato per la questione pretesto dei Sudeti. Insomma una rivalutazione postuma ma sostanziale del coniglio Chamberlain da sempre contrapposto al leone Churchill. Si tratta di libro che appassionerà più gli amanti di storia del Novecento che non quelli di spy story.

  • User Icon

    bruno

    11/03/2018 11:55:12

    Leggibile, anche se "prende poco". Ben scritto e documentato, come i precedenti di Harris. Talvolta prolisso e arricchito di parti inserite per "fare volume". Un risparmio di una cinquantina di pagine non avrebbe tolto nulla. Non mancano gli stereotipi,

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione