Il mondo come volontà e rappresentazione. Ediz. integrale - Gian Carlo Giani,Arthur Schopenhauer - ebook

Il mondo come volontà e rappresentazione. Ediz. integrale

Arthur Schopenhauer

Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
Traduttore: Gian Carlo Giani
Editore: Newton Compton
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,03 MB
  • EAN: 9788854129054
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 1,99

Punti Premium: 2

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
Fai un regalo

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La comprensione metafisica del mondo è possibile, secondo Schopenhauer, non attraverso l'esperienza sensibile, giacché il fenomeno è pura apparenza o "rappresentazione", ma attraverso la "volontà", che consente di conoscere il noumeno. Una sorta di dualismo tra la dimensione di apparenza delle cose e la sostanza delle stesse: al fondo delle teorie di Schopenhauer risiede una vena di pessimismo, poiché l'uomo incessantemente tende alla conoscenza infinita, e subisce incessantemente la frustrazione di questo desiderio. La vita è solo una faticosa battaglia per l'esistenza, costellata di dolore e noia. L'arte e in particolare la musica - è il solo antidoto che consenta all'uomo di contemplare l'universale, seppure in maniera effimera. Introduzione di Marcella D'Abbiero.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
  • User Icon

    ROCCO SALADINO

    26/05/2011 11:06:54

    Per Schopenhauer tutto cio che conosciamo, concepiamo e' riferito rigorosamente alla nostra personale soggettivita', al valore e valutazione che noi diamo alla nostra esperienza! Ma non c'e' obiettivita' alcuna negli oggetti, nel reale che materia passiva ha bisogno di qualcuno che lo interpreti. Al posto di aria, acqua, terra e fuoco, elementi primordiali dell'antica Grecia, l'uomo se ne puo' inventare tanti altri, Dio, le tradizioni, gli ordinamenti, le leggi, le religioni, e non vi sono moventi se non l' Eros, la Volonta', che sono elementi primordiali anch'essi, dogmi pulsionali! La volonta' in Schopenhauer come elemento primordiale dei primi filosofi greci possiamo ridurre tutto a Voglia= noumeno o cosa in se, e rappresentazione= cio che appare o fenomeno, proviamo a valutarci per cio che vogliamo e non vogliamo noi o gli altri singoli e da gruppi! Che meraviglia Schopenhauer!(Potenza, 26 maggio 2011)

  • Arthur Schopenhauer Cover

    Filosofo tedesco. Introdotto nei circoli letterari da Wieland e da Goethe, preparò per l'abilitazione in filosofia il saggio "Il mondo come volontà e rappresentazione" (1819) che discusse con Hegel, non senza contrasti. Dopo un deludente inizio di carriera accademica, si ritirò a Francoforte, dove rimase dal 1831 sino alla morte. Solo i "Parerga e paralipomena" (1851) destarono l'attenzione del pubblico e della critica. In quest'opera Schopenhauer sviluppò il suo raro talento letterario, riuscendo a illustrare con raffinata chiarezza ardui argomenti teoretici e mescolandone la trattazione a quella di temi legati al costume dell'epoca. Approfondisci
Note legali