Traduttore: L. Baldinucci
Editore: Mondadori
Collana: Contemporanea
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 16 maggio 2017
Pagine: 312 p., Rilegato
  • EAN: 9788804676386

Età di lettura: Da 10 anni

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,64
Descrizione

Se ti senti piccolo in un mondo troppo grande, prova a guardarlo da un altro punto di vista

«Holly Goldberg sa creare personaggi assolutamente deliziosi, affrontando temi importanti con umorismo e tenerezza» - Entertainment

«Dolce e incoraggiante... Il modo in cui Julia accetta le proprie difficoltà è motivo d'ispirazione per il lettore e la gioia che prova nella sua incursione nel mondo del teatro è irresistibile» - Booklist

«LA voce autentica di una ragazzina che parla di argomenti fondamentali, fra cui il dolore della perdita e l'identità personale, con un tono incantevole e allegro.» - Publisher Weekly

Julia è molto bassa per la sua età e ha sempre l’impressione di vedere il mondo da sotto in su. Ma è curiosa e intraprendente e ha molti progetti per l’estate in arrivo. Sua madre però scombussola tutto quando la costringe a partecipare ai provini per uno spettacolo teatrale. Lei e il fratello minore vengono scelti per fare i Mastichini nel Mago di Oz, e benché Julia pensi di non saper né ballare né cantare, la sua vita sarà rivoluzionata. Il regista, Shawn Barr, ha un carisma quasi magico. E poi c’è Olive, un’attrice affetta da nanismo che per Julia diventa un’amica davvero speciale. Per non parlare della signora Chang, la sua vicina di casa, una vecchietta dalle insospettabili doti artistiche… Insieme a tutti loro, nel corso dell’estate più bella della sua vita, tra una prova e un costume, Julia arriverà a vedere il mondo dall’alto, e scoprirà che la vera grandezza è quella che hai dentro. Età di lettura: da 12 anni.

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
Passo un sacco di tempo a guardare in su. I miei genitori non sono bassi, anzi, la mamma può essere definita alta, direi. Ma nonna Muffola (la chiamiamo davvero così) è molto piccola. Non sono brava in scienze, ma so che a volte i geni di un'altra generazione ti si intrufolano dentro e scombinano tutto il meccanismo. Forse per aiutarti a legare meglio con gli anziani della famiglia. Quando ero in terza, una sera ho sentito che mi stava venendo il mal di gola. Sono scesa di sotto per chiedere un'aspirina o almeno un bicchiere d'acqua tiepida e sale per i gargarismi. Se avessi trovato un ultimo biscotto al burro di arachidi sul vassoio del dolce, pensavo, anche quello mi avrebbe fatto bene. I miei genitori erano in soggiorno, e ho sentito mio padre che diceva: «B', siamo fortunati che Julia sia femmina. Pensa se fosse stata un maschio, bassa com'è!». Mi sono bloccata. Stavano parlando di me. Mi aspettavo che la mamma rispondesse: "Ma dai, Glen, non è così bassa!", ma non l'ha fatto. Ha detto: «Vero? Tutta colpa della mamma. Questa cosa gliel'ha fatta Muffola» E sono scoppiati tutti e due a ridere. Mi avevano fatto qualcosa. Un delitto di cui qualcuno aveva colpa.