Traduttore: L. Barni
Editore: TEA
Collana: TEA biblioteca
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 21 gennaio 2016
Pagine: 202 p., Brossura
  • EAN: 9788850241828
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Anna è una ragazzina strana, animata da un amore profondo per la natura e dotata di una fervida immaginazione che talvolta la confina in un mondo tutto suo. Nel piccolo villaggio della Norvegia dove vive, cerca di figurarsi il proprio futuro e subito scorge il sinistro profilo della catastrofe ambientale che minaccia la Terra. Non sono gli studi, gli svaghi e i primi innamoramenti a riempire le sue giornate, ma la preoccupazione ossessiva per il destino incerto di alcune specie animali. Anna è una ragazzina davvero strana, eppure lo psicologo che la segue non fa che ammirare l'impegno e il senso di responsabilità di un'adolescente dall'intelligenza non comune. Ma all'alba del suo sedicesimo compleanno, Anna fa strani sogni ricorrenti: sogna un futuro dove tutto è perduto, dove gli effetti devastanti della mano dell'uomo sulla natura sono drammaticamente evidenti. Sente allora che deve fare qualcosa, e deve farlo adesso. Non è al comando di una superpotenza o di una grande multinazionale, eppure il piano che sta per concepire, insieme a un amico che come lei non ha paura di osare, potrebbe cambiare per sempre il destino del pianeta.

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Silvia

    28/02/2017 16:00:16

    Trama carina, ma molto confusa e che non sembra avere un filo conduttore. Questo libro prometteva molto bene, ma alla fine mi ha deluso.

  • User Icon

    Oksana

    06/04/2016 19:17:54

    Ma davvero i norvegesi chiamano letteratura questa roba?

  • User Icon

    Julia

    22/09/2015 14:51:19

    Il tema (riscaldamento globale e ambientalismo) è sicuramente importante, ma trattato con una certa superficialità; inoltre diversi passi risultano eccessivamente pedanti e noiosi. Inverosimili poi i viaggi temporali della protagonista (magia, ok, ma il contesto non mi pare appropriato) ed il suo rapporto con lo psichiatra... Non mi sento di consigliarlo, c'è di meglio sugli stessi argomenti.

  • User Icon

    cristina

    21/07/2015 23:54:54

    Non riesco a dare un voto decisivo. E' stata sicuramente una buona lettura, un bell'argomento che aiuta tanto a riflettere, dovrebbero proporlo nelle scuole e tormentare i ragazzini sin da subito con cose semplici come non sprecare corrente lasciando luci accese e non lasciando aperti i rubinetti dell' acqua senza motivo. Mi sembra un po' assurdo e irreale che dei ragazzi di 16 anni possano avere pensieri simili a meno che gli adolescenti in Norvegia non sia avanti a noi almeno di 10 anni. Consiglio di certo la lettura, il libro e' rapido e si legge con semplicita'. Io adoro questo scrittore, adoro la sua ragazza delle arance e il mondo di sofia. Non posso di certo dire che quest'ultimo faccia parte dei suoi lavori meglio riusciti ma credo che ne valga cmq la pena

  • User Icon

    grant

    03/06/2015 23:06:20

    Il mondo di Anna, è il secondo romanzo di formazione filosofica, in cui il protagonista è una ragazza, che si chiama Anna. Lei, ha una passione per l'ambiente, la climatologia, l'ecologia, la natura ma preoccupandosi delle questioni ambientali, i suoi genitori decidono di portarla da uno psicologo. La storia è molto interessante perchè ci sono moltissimi richiami al mondo della filosofia

  • User Icon

    Rocco

    05/05/2014 07:09:39

    Un romanzo che vuole stimolare l'attenzione del lettore sulle problematiche ambientali del nostro pianeta; su un futuro disastrato più che mai possibile e incombente. Come per "Il mondo di Sofia", l'autore racconta una storia raccontandone un'altra allo scopo di non far sembrare un saggio il suo libro. L'idea è buona, ma Gardeer dimostra (se ancora ce ne fosse bisogno) di essere un ottimo studioso ma un narratore mediocre. Comunque da leggere per i contenuti e per le generazioni future.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione