Montaigne. L'arte di vivere

Sarah Bakewell

Traduttore: T. Fazi
Editore: Fazi
Collana: Campo dei fiori
Anno edizione: 2011
Pagine: 443 p., Brossura
  • EAN: 9788864112312
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    gianni

    28/09/2016 14:27:55

    Libro agile e piacevole, con qualche brillante spunto di riflessione per l'oggi. Eccessive e noiosette le pagine dedicate alla storia editoriale dei Saggi, un tema che appassiona solo l'autrice, e qualche pasionario della filologia a tutti i costi.

  • User Icon

    MARIA BERRINI

    01/03/2014 10:03:39

    Meraviglioso! da leggere e regalare

  • User Icon

    Angelo

    15/07/2012 21:55:02

    Libro scritto benissimo. Fa incontrare Montaigne e l'umanità del suo tempo in modo avvincente e appassionante. Le sue 370 pagine scivolano via e spiace quando si arriva alla fine.

  • User Icon

    armando pepe

    29/01/2012 18:30:40

    ho comprato questo libro dopo averlo sfogliato furtivamente; per caso ho letto su una pagina il nome di giusto lipsio, filologo fiammingo studiato durante l'esame di filologia classica, poi subito altri nomi come estienne de la boetie, che mi hanno prontamente invogliato a comprarlo; i soldi sono stati spesi bene, di Montaigne non è che sapessi molto, lo studiai al liceo tanti ani fa, poi lo portai all'esame di storia delle dottrine politiche, ma non sono andato oltre; i saggi di Montaigne hanno un valore assoluto indiscutibile, mi riprometto di leggerli. ora passiamo ad analizzare il libro: è bello come tutto ciò che nasce da una passione, sarah bakewell incontrò i saggi di Montaigne sulla bancarella di un mercatino antiquario di budapest 20 ani fa e da lì è nata la passione che tuttora vive; il libro descrive la vita giovanile di Montaigne, la sua famiglia, l'educazione che gli venne impartita in latino, sua lingua madre da ragazzo, poi gli studi giuridici, poi l'inscalfibile amicizia con estienne de la boetie, virilmente amato dal nostro, poi l'esperienza di magistrato e di sindaco di Bordeaux, per passare alla stesura dei saggi, alle frasi celebri, ai rapporti di Montaigne con l'intellighenzia dell'epoca tra cui GIUSTO LIPSIO (di cui invano cerco un grammatica latina tra maremagnum e altri siti online), poi la fortuna dell'opera , i seguaci di Montaigne come La Rochefoucauld e La Bruyère, la sua figlia putativa Marie de Gournay, che ne curò una pregevolissima edizione critica! Andai a bordeaux nel 2000 ma sciaguratamente non vidi lla tomba del nostro eroe, se dovessi ricapitarci porterei un mazzo di fiori sulla tomba, ma credo non si possa fare trovandosi all'accademia delle lettere dell'aquitania! leggetelo, ne vale la pena

  • User Icon

    Paolo Zardi

    29/11/2011 16:43:50

    Libro piacevolissimo, avvincente come un romanzo, brillante, e utile come un manuale per vivere meglio. Il ritratto che ne esce di Montaigne fa capire perché da molti è stato considerato il "primo uomo moderno". Adatto a tutti, è anche un ottimo regalo di Natale.

  • User Icon

    francesco v

    18/11/2011 11:27:19

    Avrei dato un 4/5. Do un 5 per alzare la media di un libro che andrebbe comunque letto. Ti sembrerà che qualcuno che non conosci, tanto tempo fa, abbia improvvisamente scritto un libro su di te. A tua insaputa

  • User Icon

    pie(R)

    26/07/2011 13:42:43

    prolisso, tedioso, banale, l'ho lasciato a pag. 200. ha vinto parecchi premi, ma veramente non si capisce il motivo di questo successo

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione