Editore: Einaudi
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788806189075
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,21

€ 6,21

€ 11,50

6 punti Premium

€ 9,78

€ 11,50

Risparmi € 1,72 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Anna

    23/07/2012 09:47:16

    Lettura estremamente lunga, pesante e noiosa

  • User Icon

    stefania

    22/12/2009 14:25:59

    molto bello, non do il massimo dei voto solo per il finale che mi ha lasciato un senso d'insoddisfazione e l'amaro in bocca..

  • User Icon

    DAVIDE

    13/03/2009 22:38:29

    Amo leggere Auster e devo dire che questo romanzo è un ottimo viatico per chi voglia avvicinarsi alle sue opere. Formazione ma anche dissoluzione del proprio essere e della propria volontà di avvicinarsi al mondo. I protagonisti infatti ne rimangono spesso,quasi tutti,ai margini,conscenziosi di dover apparire ma con riluttante desiderio di appartenere.Bellissima la storia d amore con Kitty,la sua descrizione e la sua evoluzione narrativa. Un libro sulla ricerca di se stessi e sulla personale inclinazione a raggiungere le persone a noi vicine.Se è vero che spesso parliamo di un mondo chiuso e difficile da scoprire forse è proprio l'incompiutezza nella scoperta di noi ,che rende la realtà così difficile da comprendere e accettare. (bravo,bravissimo,nella descrizione del quadro"chiaro di luna" e nella descrizione della sua forza ascetica...Nel viaggio iniziatico di Effing e in definitiva,nella intera vicenda narrativa)

  • User Icon

    Valentina

    20/10/2008 10:09:55

    E' il primo libro che leggo di Paul Auster e mi è piaciuto moltissimo. E' stato come fare un viaggio che è penetrato sempre più in profondità dentro il racconto... Adesso il prossimo!

  • User Icon

    Loris

    25/06/2008 11:56:00

    Auster adatta il romanzo di formazione ad una particolare indagine sul novecento che attraversa tre generazioni. I suoi personaggi crescono senza padri e cercano una propria identita', un proprio ruolo nel mondo. Se al nonno sono ancora concessi i grandi spazi della frontiera e la fede nell'arte creativa (corrotta poi dal denaro), al nipote restano i piu' modesti parchi di NY e un ruolo di lettore/ascoltatore. L'amore sembra offrire un solido appiglio, ma si rivela fragile. Il finale resta amaro, se pur stemperato da una rinnovata volonta' di ripartire, professata davanti all'oceano. Auster al solito gioca col caso e si diverte ad inserire racconti dentro racconti, fornendo una prova convincente e godibile.

  • User Icon

    Gunther

    30/08/2007 19:27:45

    Paul Auster era una grande scommessa della letteratura americana. In Italia prima che Einaudi (sempre in ritardo) lo vestisse di nuovo, era già apparso con Rizzoli e con la scomparsa Anabasi (bellissima casa editrice) e Guanda. "Mr Vertigo" e "Il paese delle ultime cose" sono gli ultimi libri decenti che ha scritto poi si è perso, proprio come uno dei personaggi dei suoi libri. Tornerà a sorprenderci ? Ne dubito, ma mi auguro di si. Moon Palace è un libro bellissimo, romanzo di formazione che andrebbe scoperto o riscoperto con cura. Può apparire come un inno alla vita molto particolare dove si rincorrono caduta e resurrezione e dove si respira la bellezza dell'amore e della giovinezza, mai scontato o retorico. Tutto questo forgiato allo stile che caratterizzava la prima parte della sua produzione. Per chi vuole avvicinarsi ad Auster lo consiglio come primo libro da leggere e poi passare, tra "Trilogia" e "Leviatano" (sottovalutato nonche presago) a "La musica del caso" che vi consiglio caldamente di recuperare in un modo o nell'altro.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione