Morte nel pomeriggio

Ernest Hemingway

Curatore: F. Pivano
Editore: Mondadori
Edizione: 5
Anno edizione: 1998
Formato: Tascabile
Pagine: 416 p.
  • EAN: 9788804460596
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,50

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessia

    22/07/2011 23:50:06

    E' sicuramente un buon saggio, scritto in maniera puntuale e dettagliata dalla scelta dei tori ai rituali preparativi dei matador; nonostante sia appassionata della cultura spagnola e delle corride, questo saggio risulta a tratti noioso, ma anche molto entusiasmante, anche per la tecnica narrativa di hemingway capace non di descrivere l'emozione, ma di suscitarla come un climax ascendente dal linguaggio scorrevole e semplice. Utile il glossario successivo al saggio con tutti i termini tecnici dell'evento, prezioso per chi volesse farsi una cultura in proposito. Preferisco sinceramente molto di più fiesta e festa mobile, ma sicuramente molto meglio de il vecchio e il mare, anche se ha avuto maggiore popolarità.

  • User Icon

    Sebastiano

    06/06/2011 18:19:43

    Pur essendo un estimatore di Hemingway non posso dare nemmeno un voto in più a questo libro perchè nonostante ci siano interessanti spunti di riflessione sulla Spagna, sulla vita e, soprattutto, sulla morte (ecco il perchè del titolo) e nonostante la presenza di alcuni passaggi effettivamente divertenti ed ironici, a lungo andare il libro risulta un pò noioso e lo dico da appassionato di corrida (ho letto "Fiesta" e l'ho trovato bellissimo)! Sebbene non si possa assimilare in tutto per tutto ad una guida bisogna ammettere che ci và molto vicino con tutte le conseguenze che ne derivano! Se proprio volete leggere tutto di Hemingway allora non potete prescindere anche da quest'opera ma se non ci tenete dedicate il vostro tempo a libri che hanno ben altro spessore!

  • User Icon

    Giovanni

    13/10/2006 16:07:57

    Ho letto molti libri di Hem, ma non sono un suo ammiratore, ritengo che abbia molti limiti. Non questo libro: il suo miglior lavoro (anche se sono l'unico a pensarla così), un libro bellissimo. E' un saggio sulla corrida, e uno magari pensa che è una noia mortale, invece qua Hem parla di tutto, non solo di toreri e tori: considerazioni (intelligenti e molto ironiche) sulla letteratura, descrizioni poetiche sulla spagna, riflessioni sulla morte e altro ancora. Il tutto con uno stile meraviglioso, dialoghi assurdi, brevi racconti e dettagliate descrizioni. I toreri sono poi "personaggi" veramente interessanti. Comunque, in questo libro c'è una qualità assente in tutti gli altri lavori di Hem: l'ironia e il senso dell'umorismo. Leggerete questo trattato di tauromachia col sorriso stampato in faccia e a volte scoppiando letteralmente a ridere (veramente spassoso è il ritiro di El Gallo). Insomma se Hem vi piace, leggete questo libro e non rimarrete delusi; se invece non vi piace leggetelo lo stesso perché è un saggio strano e divertente. Il vero capolavoro di Hemingway.

  • User Icon

    Alberto Marazzini

    22/05/2001 20:54:34

    I personaggi, i rituali, le emozioni, la magia, la violenza, la storia e l'evoluzione della corrida, e il tutto narrato con estrema competenza, radicata profondità ed irresistibile umorismo. Se il vostro intento è quello di conoscere il mondo della corrida de toros, sia che la riteniate una pratica crudele e ingiustificabile, sia che siate pronti a riconoscerne la rilevanza e la peculiarità storico-culturali, e se siete degli amanti del grande Hemingway, questo è un libro insolito ed avvincente che non dovreste lasciarvi scappare.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione