Motel California - CD Audio di Ugly Kid Joe

Motel California

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Ugly Kid Joe
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Sanctuary
Data di pubblicazione: 9 giugno 2005
  • EAN: 5026389411324
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 20,90

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giancarlo C.

    13/05/2020 16:28:05

    Motel California è il terzo album degli Ugly Kid Joe, band che fonde sapientemente rock, metal, un pizzico di rap e tanto funky; il complesso arriva a questo traguardo apparentemente stanco e lo testimonia in effetti il successivo scioglimento. Eppure Motel California, al netto di una carica meno prorompente nei suoni, sfoggia una bella manciata di pezzi assolutamente memorabili: l'apertura di It's a lie, per esempio, che mette in chiaro fin da subito le straripanti potenzialità della voce di Whitfield Crane, frontman del quartetto. Fra momenti scherzosi – gli Ugly Kid Joe sono dei mattacchioni, chi li ha visti dal vivo lo sa bene – come Rage the answering machine o Sandwich e altri più aggressivi come Dialogue o Shine, di Motel California rimane però impressa soprattutto la ballata Would you like to be there, fra le cose migliori mai prodotte dalla band. Suoni più levigati rispetto ai precedenti lavori degli UKJ, si diceva, ma nessuna concessione aperta a MTV: i riff furiosi di Strange o Bycicle wheels lo dimostrano perfettamente, mentre la ruvida gola di Crane impressiona in brani come Father o Little red man.

Note legali