Mozart era un figo, Bach ancora di più. Come farsi sedurre dalla musica classica, innamorarsene alla follia e diventarne dipendenti per sempre

Matteo Rampin,Leonora Armellini

Editore: Salani
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 06/02/2014
Pagine: 208 p., Brossura
  • EAN: 9788867151844
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 12,66

€ 14,90

Risparmi € 2,24 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    enrico

    29/03/2016 22:05:53

    Sono rimasto alla larga alcuni anni da questo libro, a causa del titolo agghiacciante (va bene voler avvicinare i giovani, ma Dio santo non si poteva trovare un titolo più decente????). L'altro giorno però mi è capitato tra le mani in libreria, mi è sembrato interessante e l'ho comprato. Morale: me lo sono divorato! E' un libro gradevolissimo, gli autori raccontano in modo molto piacevole la storia e l'importanza dei grandi geni musicali. Adatto a chi si sta avvicinando alla musica classica, è in realtà interessante anche per chi ne è appassionato da tempo e gradisce leggere pagine scritte in modo gradevole. Non lo consiglio invece a chi ritiene che l'argomento vada trattato sempre e solo in modo serissimo e senza leggerezza. Cinque stelle nonostante il titolo!

  • User Icon

    Alessandro

    25/08/2015 17:26:09

    Leonora Armellini è una giovane e brava pianista e l'imbarazzante titolo sarà sicuramente provocatorio, ma partirei dal concetto che se bisogna ridurre Mozart e Bach a dei "fighi" per poter incuriosire qualche pigro orecchio educato da Allevi, allora è meglio che tale orecchio con Allevi ci rimanga. Sono totalmente d'accordo con il commento di Matteo.

  • User Icon

    Matteo

    04/01/2015 02:36:26

    Se per parlare di musica classica si deve arrivare ad abbassare il livello sino all'analfabetismo che traspare pure dal titolo, beh ben venga il ritorno ad un drastico elitarismo culturale. Massificare la cultura non porta alla diffusione della stessa, ma al suo decadimento. Mozart o Bach non sono "fighi", ma sommi musicisti e uomini di cultura. Non serve a nulla semplificarli per avvicinarli agli analfabeti che tali rimarranno. Loro devono elevarsi! Non la cultura deve abbassarsi! Libro da evitare come tutti quelli che riportano a linguaggi pop argomenti da trattare con maggior serietà e competenze. Ai beoti basti Jovanotti o Allevi...per sentirsi fighi.

  • User Icon

    Peregrinus

    28/08/2014 14:32:39

    Testo che si rivolge al non esperto in materia pur offrendo una piacevole lettura a coloro che frequentano più assiduamente gli ambienti della musica classica. Facile, coinvolgente, ricco di spunti e curiosità sulla vita dei musicisti più rappresentativi e sui costumi del loro tempo. Una prospettiva nuova, che ti porta a conoscere con maggior freschezza e realismo un mondo spesso rappresentato in modo troppo serioso e istituzionale.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione