Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 27/12/2012
Pagine: 158 p., Brossura
  • EAN: 9788807880018
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 4,32

€ 6,80

€ 8,00

Risparmi € 1,20 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Jessica

    14/06/2018 11:48:26

    Sarà che amo scrivere, che lo faccio da sempre, che sogno di poter pubblicare un romanzo un giorno, ma io questo libro l'ho adorato dalla prima all'ultima pagina. Lo sento mio, ancora adesso. Non so se è magia, se è maestria dell'autore, non so se è merito della storia, ma mi ha catturata e convinta. Mi piace Baricco, anche se alcuni dei suoi libri che ho apprezzato ai tempi del liceo non riuscirei a leggerli oggi, a questa età, però ha scritto cose davvero meravigliose secondo me. E questo è una di quelle. Non sono tutti d'accordo lo so, ma io leggendo questo romanzo ho pensato di aver trovato finalmente la strada per svoltare la mia vita, mi sono sentita rinascere e ho creduto di poter realizzarmi. Poi non è cambiato nulla, ma Mr Gwyn mi ha dato una marcia in più. Davvero. Mi ha emozionato, fatto sorridere, ammaliato. Il potere della parola non ha limiti, non smetterò mai di pensarlo. E Baricco sa come farlo funzionare. Grazie! Per le immagini che mi hai regalato in quelle pagine scritte, grazie per avermi dato la speranza, grazie per avermi detto che scrivere è davvero fotografare l'invisibile.

  • User Icon

    n.d.

    25/01/2018 20:44:14

    Libro medio. Un po’ troppo lento....

  • User Icon

    n.d.

    28/10/2017 10:44:21

    Barricco, tono più leggero e narratvio, ma sempre Barricco!

  • User Icon

    Mirko

    23/12/2016 13:40:37

    Non capisco coloro che asseriscono che il libro non abbi una trama. Questo libro è una trama. Il messaggio chiarissimo è trattato in maniera magistrale da Baricco, facendo uso di tutti i suoi fondamentali letterari. C'è il Baricco che stupisce con i suoi personaggi, ed ammalia, c'è l'autoironia, c'è soprattutto un fine ultimo "narrato dal narrare e sul narrare". Come sempre questo scrittore è al di sopra di molte percezioni superficiali che i suoi libri suscitano. Tra i suoi migliori lavori, secondo me, al livello di Castelli di Rabbia.

  • User Icon

    Trasporto lieve

    03/12/2016 15:06:14

    Baricco nella miglior forma, la storia cattura sin dall'inizio, Mr Gwyn fugge da una realtà alla quale non si sente di appartenere, che non vuole più determinare secono gli schemi imposti e quindi si ribella silenziosamente, esprimendo il suo genio con una singolare tecnica - tutta sua - di entrare in sintonia con coloro che vorranno farsi ritrarre letterariamente... E' poesia e inaspettata invenzione, sopratutto per coloro che pensano di conoscerlo.

  • User Icon

    cantarstorie

    05/10/2016 11:19:48

    L'essenzialità, la genialità, i colori di questo libro lo rendono uno dei miei favoriti, tra tutto quanto ha scritto l'autore (che io amo molto). Lo consiglierei anche come "porta d'ingresso" per chi voglia scoprire i mondi e i frammenti di mondo inventati da questo grande affabulatore. Una storia splendida.

  • User Icon

    kine

    20/02/2016 18:59:11

    Idea affascinante ed intrigante(tra le sue più bizzarre). In perfetto stile baricco. ... (garanzia molto spesso) piacevole lettura Voto 4

  • User Icon

    Simone

    16/11/2015 11:55:07

    Ora l'ho capito... non riesco a digerire Baricco. Sono arrivato a questa conclusione dopo un anno e vari romanzi (brevi e lunghi che siano); mi da' fastidio la sua ostentata ricerca di stupire con l'artificio linguistico, con la frase a effetto molte volte infarcita di astrazione... un esempio? "Mr Gwyn aveva un'aria esatta". Molti lettori rimangono stupefatti da frasi di questo tipo mentre io il più delle volte ci trovo solo aria fritta. Sicuramente è questione di gusti perché in ogni cosa è così, ma sono sicuro che il fenomeno Baricco vada un po' ridimensionato: in giro si trova di meglio anche se molto meno sponsorizzato.

  • User Icon

    Loris

    24/07/2015 16:25:03

    Sulla scia de 'La sposa giovane' ho recuperato questo romanzo di qualche anno fa. Meta-letteratura, se vogliamo giocare con le etichette. L'insofferenza nei riguardi del circuito editoriale e mediatico spinge mr.Gwyn ad esplorare nuove strade. La sua intuizione è che ogni persona non si rispecchia semplicemente in un personaggio, ma è una 'storia' intera, in attesa di un narratore che sappia coglierla e trascriverla. Lo studio per il ritratto fa il verso alle installazioni dell'arte contemporanea. Rebecca passa da oggetto a soggetto dell'osservazione, ricostruisce il ritratto di mr.Gwyn, il suo lascito segreto mandato per il mondo nelle pagine di libri popolari o rari.

  • User Icon

    Lina

    04/03/2015 20:43:20

    uno dei pochi libri di Baricco che non delude.

  • User Icon

    lina

    28/02/2015 01:37:21

    Una volta tanto Baricco mi sorprende in positivo : mi aspettavo un raccontino lezioso e inconsistente, invece ho trovato un buon romanzo d'atmosfera, dove il surreale diventa verosimile.

  • User Icon

    betty

    03/02/2015 10:17:06

    E' inutile quest'autore non mi piace...ho trovato abbastanza banale il libro e l'ho letto solo perchè mi dispiace lasciare i libri a metà...poi erano davvero poche pagine...Non do 1 solo perchè tutto sommato non è scritto male ma ahimè la trama è davvero deludente! non riesco a capire tutti i voti alti!spero di ricredermi sull'autore!

  • User Icon

    mara regonaschi

    14/11/2014 10:53:10

    "Di cosa siamo capaci, pensò. Crescere, amare, fare figli, invecchiare - e tutto questo mentre anche siamo altrove, nel tempo lungo di una risposta non arrivata, o di un gesto non finito. Quanti sentieri, e a che passo differente li risaliamo, in quello che sembra un unico viaggio". Questa la sintesi, in calce al racconto, di un libro molto bello, da leggere più volte, perché accompagna alla scoperta di un ritratto, scritto, di sé.

  • User Icon

    silvia

    30/10/2014 16:25:28

    Bellissimo libro...ti immedesimi subito nella storia che è davvero originale!!! bravo baricco..

  • User Icon

    grigioviola

    21/01/2014 08:40:45

    Difficile trovare le parole per definire questo... "libro". Un'accozzaglia di parole, di immagini costruite per "creare scenografie d'effetto" con il solo risultato di essere ridondanti. Illeggibile, inutile, pessimo, pesante, sconclusionato... nemmeno brutto perché a definirlo "brutto" già sarebbe qualcosa. Credo che Baricco sia decisamente sopravvalutato. Metto "uno", perché IBS non ammette numeri negativi.

  • User Icon

    mirella

    18/01/2014 16:52:26

    bellissimo libro. avevo abbandonato BARICCO per la paura di annoiarmi e invece.........

  • User Icon

    Luca

    27/12/2013 20:30:38

    In questo romanzo, come in "castelli di rabbia" è incastonato un segreto. E' incantevole vedere quante persone non sono stati capaci di coglierlo. Incantevole perché romanzi come questi hanno una potenza incredibile. E, soprattutto, hanno consapevolezza: la consapevolezza di chi sa di cosa si sta parlando. E' chiaro che il romanzo ha dei problemi -problemi evidenti- ma, aldilà di questi, ha un enorme messaggio. Segreto. Per questo, da egoista che sono, assegno un 3/5 e sconsiglio il romanzo.

  • User Icon

    Gecogeco

    22/12/2013 11:08:40

    Un libro che si legge bene, ma alla fine ti chiedi "tutto qui?"

  • User Icon

    Lucio

    22/09/2013 12:15:59

    Si legge molto piacevolmente. Storia originale e divertente. Certo, alcune volte ti sorge il dubbio che le riflessioni alle quali vieni indotto dall'autore siano, in realtà', più suggestive che profonde. Hai talvolta la sensazione di trovarti di fronte alla frase ad effetto, più che ad una considerazione sostanziale, di quelle che si esprimono per necessità e non per piacere. Comunque, oltre alla solita magistrale qualità narrativa, siamo di fronte ad un romanzo che merita sicuramente di esser letto e che si legge con gusto. Consigliato

  • User Icon

    Paolo

    03/09/2013 13:05:24

    Questo romanzo mi ha dato l'impressione di essere un "meta romanzo". In questo romanzo si sentono tutti poeti ed il protagonista è un borghese pieno di sé che non fa mai nulla di sbagliato ma nonostante la su intelligenza trova comprensione da ogni individuo. Tutto ciò però, bisogna dire, è posto in una cornice d'ironia; Baricco si rende conto dei suoi eccessi.

Vedi tutte le 89 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione