Mulligan Meets Monk

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Poll Winners
  • EAN: 8436559464291

82° nella classifica Bestseller di IBS Cd musicali CD - Musica Jazz - Jazz internazionale

Salvato in 1 lista dei desideri

€ 10,50

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 10,50 €)

Questa versione contiene l'album originale completo “Mulligan Meets Monk” (Riverside RLP12-247), che ha rappresentato l'unica collaborazione in studio tra i maestri del jazz Gerry Mulligan e Thelonious Monk. Tutti gli altri brani registrati durante le stesse sessioni, ma non inclusi nell'LP originale, sono stati aggiunti qui come bonus, oltre a una versione estesa di “Now's the Time” registrata dal vivo al Newport Jazz Festival nel 1955, con entrambi i musicisti.
Disco 1
1
‘Round Midnight
2
Rhythm-A-Ning
3
Sweet And Lovely
4
Decidedly
5
Straight, No Chaser
6
I Mean You
7
Decidedly (Alt Tk)
8
Straight, No Chaser (Alt Tk)
9
I Mean You (Alt Tk 1)
10
I Mean You (Alt Tk 2)
11
Now’s The Time
  • Thelonious Monk Cover

    Pianista e compositore statunitense di jazz. Nel 1941 partecipò alle «jam sessions» sperimentali dei musicisti di bop al Minton's e al Monroe's di New York; incise nel '44 con Coleman Hawkins e in proprio nell'immediato dopoguerra. A lungo ignorato dalla critica, ottenne il successo alla fine degli anni '50, soprattutto nella formazione del quartetto (per lo più con il sassofonista Charlie Rouse, in forza dal 1959 al '72). Informale tanto nel comportamento (apparentemente chiuso al mondo esterno) quanto nella musica, è stato uno dei protagonisti in assoluto del jazz moderno, più per l'influenza generale esercitata sulle nozioni essenziali della musica (in particolare dagli anni '70, quando M. si era ritirato dall'attività in pubblico) che per il singolare stile pianistico.?Come interprete... Approfondisci
  • Gerry Mulligan Cover

    Propr. Gerald Joseph Mulligan. Baritonsassofonista e arrangiatore statunitense di jazz. È stato la personalità di maggior rilievo del tardo «cool jazz».?La sua vena di arrangiatore e di solista si mise in luce nelle incisioni della piccola orchestra di Miles Davis (1949-50).?Affermatosi grazie al fortunato quartetto con il trombettista Chet Baker in California (1952), in seguito diresse gruppi propri, tra i quali una grande orchestra (Concert Jazz Band, dal 1960), e collaborò con Dave Brubeck e in incisioni con Stan Getz, Ben Webster, Johnny Hodges, Thelonious Monk, Duke Ellington, sempre esprimendo un sottile lirismo melodico, impensabile prima di lui sul sax baritono. Approfondisci
Note legali