Music of the Wild

Music of the Wild

PorterGene Stratton

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Forgotten Books
Formato: PDF
Testo in en
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 19,1 MB
  • EAN: 9780243736928

€ 9,85

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

But to all brave, happy hearts I Should say, GO and learn the mighty chorus. Somewhere in the depths Of the forest you will meet the Creator. The place is the culmination Of His plan for men adown the ages, a material thing proving how His work evolves, His real gift to us remaining in nat ural form. The fields epitomize man. They lay as he made them. They are artificial. They came into existence through the destruction of the forest and the change Of natural conditions. They prove how man utilized the gift God gave to him. But in the forest the Almighty is yet housed in His handiwork and lives in His creation.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Porter Cover

    (Indian Creek, Texas, 1890 - Silverspring, Maryland, 1980) scrittrice statunitense. Fu giornalista a Denver, visse nel Messico della rivoluzione, poi nella Parigi degli «espatriati» e in Germania. Nei racconti e nei romanzi brevi delle sue tre raccolte, Il pesco di Giuda (Flowering Judas, 1930), Bianco cavallo, bianco cavaliere (Pale horse, pale rider, 1939), La torre di Pisa (The leaning tower, 1944), i materiali della sua esperienza americana e cosmopolita acquistano forza oggettiva e trasparenza simbolica grazie all’uso sapiente di tecniche diverse, dalla narrazione impersonale al «flusso di coscienza», alla scrittura onirica. Fra i testi più formalmente compiuti sono le storie, presenti in tutte e tre le raccolte, del cosiddetto «ciclo» di Miranda, portatrice dell’ottica femminile, ironica... Approfondisci
Note legali