La musica cinese. Le tradizioni e il linguaggio contemporaneo

François Picard,Enzo Restagno

Editore: EDT
Anno edizione: 1998
Pagine: 224 p.
  • EAN: 9788870633771
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 15,72

€ 18,50

Risparmi € 2,78 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello


scheda di Stafutti, S. L'Indice del 2000, n. 09

In occasione dell'edizione di "Settembre musica" del 1998, che presentò al pubblico torinese e italiano alcuni dei più significativi compositori della Cina contemporanea, venne pubblicato questo volumetto. La prima parte riprende sostanzialmente l'opera di Picard La musique chinoise (Minerve, 1991), abbreviandola in alcune sezioni: più che un excursus diacronico sullo sviluppo della musica cinese, si affronta la musica come fenomeno sociale, descrivendone il ruolo nella società e tracciando le caratteristiche dei generi principali o, più correttamente, degli ambiti della vita nei quali era prevista la presenza della musica - dal tempio, alla corte, alle strade popolate di cantastorie, ai teatri dove si incontrano gli appassionati dell'opera di Pechino -, e passando poi in rassegna gli strumenti musicali tipici della tradizione cinese. La seconda parte del volume, curata da Restagno, costituisce l'elemento di novità e affronta le problematiche del linguaggio contemporaneo, delineando con tratti rapidi lo stato dell'arte a partire dalla riapertura dei Conservatori dopo la rivoluzione culturale.Si conclude con una serie di interessanti interviste ai compositori più significativi della Cina di oggi: Tan Dun, Qu Xiaosong, Zhou Long, Chen Yi, Chen Qigang, Xu Shuya, Gao Wenjing.

S.