Categorie

Editore: Liguori
Anno edizione: 2008
Pagine: 280 p. , Brossura
  • EAN: 9788820741358

Sotto il segno di Chronos e delle stagioni la letteratura ha costruito mondi fantastici, lirici e sublimi, perché l'essere umano non può fare a meno di considerare la temporalità l'unica cosa fondamentale e autenticamente reale se pensiamo all'inevitabilità della morte. Ma, ugualmente, il ciclo solare e lunare delle stagioni offre un esempio di perenne rigenerazione e ritorno dell'uguale, al punto di farci pensare che il tempo non esista, se non come accumulazione di istanti e liturgia della vita che celebra la rinascita. Si può dire che uno stesso interesse ha accompagnato, ovviamente, la filosofia e la fisica, i cui autori si sono divisi fra coloro che considerano 'l'arena del mondo' atemporale e priva di strutture e chi crede in una freccia del tempo non esente da echi escatologici, intesi sia utopisticamente sia come un giovanneo redde rationem.