copertina

My Petition For More Space

John Hersey

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Vintage
Formato: EPUB con DRM
Testo in en
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
  • EAN: 9780593080894
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 10,70

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

A street in New Haven. A line of people, blocks long, more closely packed than the rush-hour subways of the good old times.
Poynter has been on the line since before dawn, as are thousands of others, pressed together, waiting their turns at the window to present their individual petitions. His is for more space—a notion so preposterous that when it is discovered it shocks, reverberates down the line, almost triggering violent reactions. In front of Poynter, so tightly jammed against him that he can see no more than the side of her face, is a girl petitioning to change her job. And, locked together in this fearful proximity, they talk, explore their predicaments, and perhaps fall in love.
My Petition for More Space chills by its glimpse of a world grown so crowded that dissent is an inconceivable crime and acquiescence the law of survival. Feelings of hope and fear, desire, anger, frustration erupt sporadically, sparked by the friction of numbers. Call it tonight’s disturbing dream or a coldly logical scenario of things to come, John Hersey’s taut novel stings the mind.

  • John Hersey Cover

    (Tientsin, Cina, 1914 - Key West, Florida, 1993) scrittore statunitense. Crebbe in Cina fino all’età di 11 anni, compì gli studi nell’università di Yale e iniziò l’attività giornalistica nel 1937. Corrispondente di guerra per alcune delle più importanti riviste americane, ricavò da quell’esperienza il soggetto del suo primo romanzo, Una campana per Adano (A bell for Adano, 1944), che attraverso lo studio dei rapporti tra la popolazione civile di una cittadina siciliana dopo la liberazione e le autorità militari americane, svolge il tema, caro a H., della possibilità di comprensione reciproca tra uomini di diversa cultura e condizione. Il romanzo ricevette il premio Pulitzer. Alla guerra sono variamente collegati anche i libri seguenti: Hiroshima (1946), scabra ricostruzione dell’olocausto... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali