Categorie

Amato M. Bernabei

Editore: Marsilio
Collana: I giorni
Anno edizione: 2006
Pagine: IX-586 p. , Brossura
  • EAN: 9788831790505
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    NicPal

    18/04/2010 07.46.53

    In tutta l’opera rifluisce il corso di un’altissima civiltà poetica: vocaboli sempre lucidi e pregnanti di contenuta liricità; sempre attento com’è, il poeta, al numero e al ritmo, che è per lui quasi la sostanza della poesia e che egli trasferisce in un’eloquenza commossa e affannosa, fatta di rotture e di pause improvvise, di esclamazioni e di trepide, implicite interrogazioni. Ed in questo eloquio, non soltanto ogni vocabolo, ma le stesse pause e la musicalità iridescente dei versi acquistano una forza evocativa inconsueta. In conformità con l’indole della sua ispirazione, il poeta non tende a concretare le forme dei suoi fantasmi, piuttosto a rendere il brivido di commozione che le accompagna. E i suoi versi più belli sono quelli nei quali, quanto più indefinito ed evanescente si rivela il tessuto plastico e metaforico, tanto più è lunga l’eco ed ampia la risonanza sentimentale che nasce dalla musica stessa delle parole. Nei momenti migliori l'opera è poesia che coglie nella vita psicologica le vibrazioni più segrete e più tormentate, le sfumature più indistinte e più trepide, il misterioso trascolorare e rabbrividire degli stati d’animo; dappertutto vi si coglie quel sereno distacco del creatore di fronte alla materia della sua creazione, per cui egli può via via contemplare le mutevoli vicende del mondo, considerandole tutte con eguale attenzione e con lo stesso amore, e perciò senza particolari predilezioni, e così goderle tutte insieme nel ritmo alterno del loro svolgimento, trapassando dal patetico al sorriso, dal brutto al leggiadro, riconoscendo in questo alternarsi e svariare di toni certamente la mistica armonia dell’universo.

Scrivi una recensione