Categorie

«Napoli violenta». Un classico del cinema poliziesco

Paolo Spagnuolo

Editore: Mephite
Anno edizione: 2014
Pagine: 156 p., ill.
  • EAN: 9788863201031

€ 17,10

€ 18,00

Risparmi € 0,90 (5%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Miky T.

    19/05/2014 17.34.12

    Sono un super fan di Umberto Lenzi e colleziono tutto ciò che lo riguarda. Ma un libro interamente dedicato ad un suo film non l'avevo mai trovato. Finalmente! Un regista così merita un tributo del genere. Scritto bene, scorrevole e con una marea di piccoli e grandi aneddoti sul film. Contiene delle fotografie meravigliose del set e tutta la sceneggiatura. Finalmente ho scoperto che fine ha fatto Gennarino. Ora ne voglio subito un altro su MILANO ODIA (sono lombardo e ci tengo). Spero che Spagnuolo legga questo mio appello. Comunque bravo. E' piaciuto anche a mio padre (classe 1956), giornalista in pensione. Viva il cinema. Lo consiglio a tutti.

  • User Icon

    John 1981

    04/05/2014 12.03.08

    Di Napoli Violenta mi ha colpito molto la documentazione (foto e interviste) e alcune interessanti note sulla sceneggiatura. Anche il formato fisico del libro è notevole. In alcune sezioni del libro si poteva fare qualcosina in più (magari aggiungere qualche altre intervista), ma questo lo dico da famelico appassionato. Il lavoro di Spagnuolo resta comunque abbastanza accurato. Poi ha fatto bene a non esagerare con l'accademia per non appesantire i contenuti e la lettura. Sono assolutamente d'accordo su quanto dice Lenzi nel capitolo sulla Critica. Questi film secondo me vanno riscoperti, a prescindere dalle mode. Spero possa avere successo. Lo consiglio anche a chi non ha visto il film...il nostro cinema all'epoca era davvero affascinante.

  • User Icon

    AntonellaK 71

    30/04/2014 16.51.07

    Ebbene si, lo ammetto: sono una privilegiata, avendo già avuto la possibilità leggere il libro "Napoli violenta" dell'amico Paolo Spagnuolo. Difficile spiegare in poche parole un testo che e' un insieme di esaurienti informazioni, pregno di preziose chicche fotografiche, un mare di spunti di riflessione che portano, a chi e' poco "addetto ai lavori come me", ad approfondire un argomento vasto come i film di genere, in questo caso specifico del film omonimo "Napoli violenta" del Maestro Lenzi. Sono sicura che sarà molto apprezzato anche da chi ama già i film di genere che potranno apprezzarne il lavoro certosino e di ricerca che questo libro offre in modo ottimale e ben strutturato. Sin dalle prime battute, ci si ritrova immediatamente catapultati sul set e sembra di "vivere in prima persona" alla realizzazione del film: una goduria! Man mano che si procede nella lettura, tra una scena e l'altra, quasi sussurrati in un orecchio per non disturbarne la visione, arriva agli occhi o un commento del regista Lenzi o dei divertenti aneddoti che l'hanno portato a fare scelte impulsive dettate dal momento, ma che hanno dato quel "tocco in più" rendendo possibile il capolavoro cinematografico che abbiamo il piacere di avere di fronte. L'ho letto quasi d'un fiato, l'ho apprezzato molto e lo stra-consiglio: sarà un gran successo, lo merita davvero! Bravo Paolo e ancora grazie per aver condiviso la tua passione per i film di genere, rendendola "accessibile", godibile e amabile!

  • User Icon

    maria rita

    30/04/2014 14.42.52

    Il testo è davvero ben scritto. È ricco di particolari interessanti, di informazioni dettagliate, di foto e di aneddoti sul film. Interessante la parte dedicata alle interviste a coloro i quali lavorarono al film. Ottimo il capitolo dedicato alla colonna sonora. Note ben scritte e assai precise e dettagliate. L'autore ha fatto davvero un ottimo lavoro. Consigliato a chi già conosce il genere cinematografico ma anche a chi vuole saperne di più.

  • User Icon

    Sandro Paoluzzi (BG)

    30/04/2014 13.51.04

    Sono stato tra i primi, spinto da mio fratello, ad acquistare questa monografia davvero interessante. Il film lo vidi molti anni fa, però ho trovato questa lettura davvero molto interessante ed anche divertente (come il film di Umberto Lenzi). Il discorso vale anche per chi non ha mai visto la pellicola. Ci sono tantissimi aneddoti e informazioni utili sia per i neofiti che per gli esperti di questo genere cinematografico. Incredibilmente accattivante il formato quadrato della pubblicazione (interno con pagine patinate): da collezione (pare sia in edizione limitata). Formidabile l'intervista a Gennarino e molto belle le foto inedite sul set. Ho preso il volume anche per la garanzia che un nome come Marco Giusti (che ne ha scritto la postfazione) può conferire al libro. Qualche pagina in più o ritagli di giornali dell'epoca non avrebbero guastato. Ma per questi contenuti e per il prezzo vale assolutamente la pena. E' la prima monografia su un film che leggo e mi è piaciuta. Ne cercherò altre.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione