Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La nave dei folli (DVD)

Ship of Fools

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Ship of Fools
Paese: Stati Uniti
Anno: 1965
Supporto: DVD
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 8,78 €)

Agosto 1931: il nazismo si profila all'orizzonte, i passeggeri della nave vivono le loro storie private.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Curiosone

    12/01/2018 16:33:58

    In una transatlantico che varca l'oceano, si intrecciano le storie di vita dei personaggi di questo affascinante film. L'atmosfera di falsa gioiosità che si respira a bordo della nave rispecchia la folle inconsapevolezza con la quale il mondo intero andava incontro all'immane catastrofe del secondo conflitto mondiale. In tutti i personaggi coesiste però, accanto alla smania di ritagliarsi quel pò di piacere che la vita ancora offre loro, un senso di angosciosa attesa per un evento che inconsciamente sentono come inevitabile. E la presenza dei passeggeri ebrei costituisce un dramma nel dramma, dettato dalla incapacità di comprendere la sorte che li toccherà, così ben descritta da uno di loro nella frase"...ma non potranno mica ucciderci tutti...!" . Grande interpretazione di tutto il cast, dalla Signoret a Lee Marvin, senza dimenticare figure di secondo piano, quale il giocatore dismorfico, acuto osservatore degli eventi della nave, l'unico che forse intravveda la rovina cui il mondo sta andando incontro, che descrive con un'ironia amara fino al sarcasmo "...la follia della nave...". Splendida interpretazione di Lee Marvin, che interpreta l’americano zotico pronto ad accoppiarsi, specie se sbronzo, con qualche bella signorina... Stanley Kramer grande! Vivien Leigh Una delle ultime interpretazioni .Qui fa la "sua" parte: quella di una donna ormai non più giovane, che non sa accettare il passare del tempo, pronta, per riconfrmare a se stessa di essere ancora piacente, ad accettare la corte grossolana di uno (splendido nella parte) Lee Marvin..Simone Signoret interpreta il ruolo di una pasionaria di origine nobile, appesantita dalla droga, che dimostra in fondo un maggior coraggio di vivere del pur bello (ma tenebroso) dottore (Oskar Werner) che, datosi alle sue cure, finisce per innamorarsi pazzamente di lei (ricambiato) fino a morirne di dolore. il medico di bordo, imbarcato più per fuggire se stesso che la famiglia (che apparirà poi nella scena finale)

  • Produzione: Sinister Film, 2017
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 149 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital Dual Mono);Inglese (Dolby Digital Dual Mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • George Segal Cover

    Attore statunitense. L'esordio in Giorni senza fine (1961) di P. Karlson prepara un'intensa stagione prima da comprimario poi come protagonista dal western psicologico (Invito a una sparatoria, 1964, di R. Wilson) al film spionistico (Quiller memorandum, 1966, di M. Anderson). Alla commedia più sincopata ed eccentrica (California Poker, 1974, di R. Altman), alterna prove drammatiche (Loving, gioco crudele, 1970, di I. Kershner) di estrema intensità (Il mio uomo è una canaglia, 1971, di I. Passer). Gli anni '80 e '90, pur densi, sono orientati al serial televisivo o al film-tv (Intrigo a Berlino, 1984, di J. Dearden) e le apparizioni cinematografiche restano marginali (Il rompiscatole, 1996, di B. Stiller). Approfondisci
  • Simone Signoret Cover

    "Nome d'arte di S. Kaminker, attrice francese di origine tedesca. Entra nel cinema giovanissima, partecipando a numerosi film in ruoli secondari. Si impone nel 1947 con Dédée d'Anvers di Y. Allégret che inaugura una cospicua serie di caratterizzazioni di personaggi femminili dal fascino forte e torbido, incarnazioni perfette di certi modelli di donna canonizzati dalla letteratura naturalista francese (La ronde, 1950, di M. Ophüls; Casco d'oro, 1952, di J. Becker; Teresa Raquin, 1953, di M. Carné; I diabolici, 1954, di H.-G. Clouzot; La selva dei dannati, 1956, di L. Buñuel). La strada dei quartieri alti (1958) di J. Clayton, realizzato in Inghilterra, le procura un Oscar e una vasta fama internazionale, confermata dai film successivi (Adua e le compagne, 1960, di A. Pietrangeli; Vagone letto... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali