Categorie

Valentina Pitzalis, Giusy Laganà

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
Pagine: 153 p. , ill. , Brossura
  • EAN: 9788804650119
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    MB

    17/09/2016 18.12.25

    La storia è troppo libera, per non essere sincera. Le parole sono un flusso di istanti rabbiosamente strappati all'oblio, vissuti come presenti, privati del senno di poi, rivestiti della freschezza delle emozioni esenti dal dubbio. Valentina è di nuovo lì, nel mondo del prima, forte di un'incoscienza che ha avuto il coraggio di riabbracciare: una cecità potenzialmente letale, in cui è riuscita a rituffarsi senza alcuna esitazione. In quel buio fitto ha saputo riportare la luce dell'oggi, di quegli occhi feriti che hanno voluto restare spalancati, su un futuro incerto, ma soprattutto su un passato straziato da un dolore di inimmaginabile crudeltà. Il dolcissimo veleno di una passione intensa, totale e sbagliata scorre come acqua, lavando la superficie dell'orrore fino a renderla limpida, tanto lucida che ci si può specchiare, vedendo il nostro stesso volto affiancato dall'ombra dell'errore sempre possibile, dell'illusione pericolosa che rimane in agguato. Il racconto di Valentina non fugge da quella terribile evidenza, dalla realtà che non si vuole riconoscere anche se ci sta uccidendo. E intanto trattiene anche noi, in quella prigione a cui la logica appone all'infinito i suoi no, mentre qualcuno, laggiù, insiste a mantenerla in vita, rimanendoci dentro, rinunciando ad evadere e urlare. La testimonianza di Valentina trae la sua forza da una purezza disarmante, che parla con i fatti, senza interpretarli, costringendoci a prenderli per quelli che sono. Terribili e fondamentali. Importanti per dimostrarci che, se di amore si può morire, dalla morte si può rinascere.

Scrivi una recensione