DISPONIBILITA' IMMEDIATA

-15%
Ninfa dormiente - Ilaria Tuti - copertina

Ninfa dormiente

Ilaria Tuti

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 27 maggio 2019
Pagine: 380 p., Rilegato
  • EAN: 9788830451551

nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 15,81

€ 18,60
(-15%)

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Ninfa dormiente

Ilaria Tuti

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Ninfa dormiente

Ilaria Tuti

€ 18,60

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Ninfa dormiente

Ilaria Tuti

€ 18,60

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 18,60 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dopo Fiori sopra l'inferno torna la straordinaria Teresa Battaglia: un carattere fiero e indomito, a tratti brusco, sempre compassionevole. Torna l'ambientazione piena di suggestioni, una natura fatta di boschi e cime montuose, di valli isolate e di bellezze insospettabili.

«Ilaria Tuti ha creato non un personaggio, ma una persona vera. Teresa Battaglia è più di una protagonista: è una luce piena di ombre, uno spazio dentro il nostro cuore. È già indimenticabile» - Donato Carrisi

«Ilaria Tuti sa conquistare e mantenere l'alta l'attenzione dei lettori» - La Repubblica

«Mi chiamo Teresa Battaglia e sono un commissario di polizia specializzato in profiling. Questa potrebbe essere l'ultima indagine che svolgerò. E, per la prima volta nella vita, ho paura di non poter salvare nessuno, nemmeno me stessa»

Li chiamano «cold case», e sono gli unici di cui posso occuparmi ormai. Casi freddi, come il vento che spira tra queste valli, come il ghiaccio che lambisce le cime delle montagne. Violenze sepolte dal tempo e che d'improvviso riaffiorano, con la crudele perentorietà di un enigma. Ma ciò che ho di fronte è qualcosa di più cupo e più complicato di quanto mi aspettavo. Il male ha tracciato un disegno e a me non resta che analizzarlo minuziosamente e seguire le tracce, nelle valli più profonde, nel folto del bosco che rinasce a primavera. Dovrò arrivare fin dove gli indizi mi porteranno. E fin dove le forze della mia mente mi sorreggeranno. Mi chiamo Teresa Battaglia e sono un commissario di polizia specializzato in profiling. Ogni giorno cammino sopra l'inferno, ogni giorno l'inferno mi abita e mi divora. Perchè c'è qualcosa che, poco a poco, mi sta consumando come fuoco. Il mio lavoro, la mia squadra, sono tutto per me. Perderli sarebbe come se mi venisse strappato il cuore dal petto. Eppure, questa potrebbe essere l'ultima indagine che svolgerò. E, per la prima volta nella mia vita, ho paura di non poter salvare nessuno, nemmeno me stessa. Dopo Fiori sopra l'inferno - l'esordio italiano del 2018 più amato dai lettori - torna la straordinaria Teresa Battaglia: un carattere fiero e indomito, a tratti brusco, sempre compassionevole. Torna l'ambientazione piena di suggestioni, una natura fatta di boschi e cime montuose, di valli isolate e di bellezze insospettabili. Tornano soprattutto il talento, l'immaginazione e la scrittura piena di grazia di una grande autrice.
4,06
di 5
Totale 31
5
17
4
6
3
3
2
3
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Gioia

    13/07/2019 12:59:20

    Bei personaggi, ma trama confusa. Non sono completamente convinta, ma si può leggere.

  • User Icon

    francesca

    12/07/2019 10:54:22

    Le vicende si svolgono in un contesto suggestivo con fitti boschi, valli isolate, vette maestose…una natura che appare viva, quasi sul punto di svelare arcani e misteri: a volte questa ambientazione è affascinante, a volte troppo sottolineata. L’impianto del romanzo è interessante anche per una rete di collegamenti tra la vita privata dei protagonisti e i fatti che essi devono analizzare, infatti costante è il richiamo alla maternità, celebrata attraverso antichi riti che sono sopravvissuti in quella terra di frontiera. Insieme, i ricordi della guerra: la presenza dei partigiani ma anche l’occupazione tedesca prima e l’arrivo dei titini poi, con le conseguenti sofferenze per i civili, hanno lasciato tracce che ancora non sono cancellate. La scrittura è corposa con una sua specifica cifra ma a volte ci sono delle note stonate, c’è qualcosa di troppo in questo romanzo che comunque, nel complesso, è gradevole.

  • User Icon

    silvia

    11/07/2019 15:13:05

    Sono d'accordo con i lettori che hanno trovato banale questo romanzo e incomprensibile tutto il favore di pubblico per una scrittrice mediocre. La storia ha pretese di originalità senza averne alcuna, ha troppi personaggi confusionari e troppe storie nelle storie. Il finale poi... non lo commento neppure!! Non lo consiglio e non perderò altro tempo a leggere i romanzi di Ilaria Tuti

  • User Icon

    Paola1711

    10/07/2019 20:19:44

    Aspettavo questo libro da “Fiori sopra l’inferno”, avevo scoperto una nuova bravissima scrittrice. Io amo i thriller, ma solo quando la scrittura è di un certo livello e i personaggi sono descritti talmente bene da poterli sentire vicini. Ed è così che scrive Ilaria Tuti anche in questo secondo romanzo. Momenti di tensione alternati a momenti in cui mi sono commossa, ho provato empatia per i personaggi. In più c’è una storia originalissima ed è chiaro che l’autrice deve aver svolto ricerche approfondite per poter scrivere di leggende, lingue, usanze di una popolazione montana così sconosciuta ai più. Non perdetevi questo romanzo!! Vale più di 5 stelle! E recuperate anche Fiori sopra l’inferno, altrettanto bello!

  • User Icon

    Stefania

    10/07/2019 12:26:35

    Un vero e proprio polpettone, che si trascina cercando, in maniera confusionaria ,colpi di scena arrabattati per stupire e per infarcire e dilungare una storiella da 4 soldi. Certo l autrice scrive bene ma è proprio il contenuto povero e zeppo di trovate per “stupire” e far andar avanti la storia che è proprio stiracchiata. Un esempio :facile la trovata che il commissario Battaglia non ricordi, l’aiuta nei ,per modo di dire, colpi di scena…e poi lo sciamanesimo, che trovata da serie tv rai. Questa volta un flop. Ho fatto fatica a finirlo. Un intreccio, un pout pourri di trovate appiccicate insieme per riempire le pagine... per chi è abituato a un certo tipo di libri lo nota. Non so, che altro mancava? dopo i vuoti di memoria, lo sciamanesimo, una serie di nomi confusionari, la ragazza non vedente, l'uomo che non parlava...... facile la trama con tutte 'ste trovate e messe insieme...

  • User Icon

    Charlie

    08/07/2019 14:50:04

    Inizia bene, poi prosegue di male in peggio, fino al finale molto, molto deludente. Lettura faticosissima. Più che un thriller sembra un dotto saggio sulla Val Resia (mi sono informato, 900 abitanti), sull'esoterismo e su assurdi riti magici. Le ultime cento pagine uno stillicidio. La protagonista dovrebbe andare in pensione invece di dedicarsi agli omicidi e il suo figlioccio dovrebbe proprio cambiare mestiere. Non gli assegno il voto minimo perché riconosco che è scritto con un certo stile

  • User Icon

    Michele

    08/07/2019 11:09:02

    Libro straordinario, di quella che oggi è una delle migliori autrici che abbiamo in Italia. Ilaria Tuti non scrive, dipinge le parole su una tela che sembra non avere margini. Le descrizioni, così come l'evoluzione psicologica dei personaggi sono davvero meravigliose. E la storia riprende temi forti toccati con una delicatezza disarmante. Tocca certe corde a cui è impossibile restare impassibili. Un vero gioiellino, insomma, da leggere con la cura che merita. Non si rimane mai immuni alla bellezza, questo è certo.

  • User Icon

    n.d.

    04/07/2019 11:23:30

    Letto in un soffio, come il primo. Spero che la Tuti trovi la maniera di far continuare il commissario Battaglia. In ogni caso aspetto con ansia il prossimo.

  • User Icon

    n.d.

    03/07/2019 21:54:16

    Eccezionale, ancora meglio del precedente, personaggi indimenticabili e una trama avvincente

  • User Icon

    Monica

    27/06/2019 10:41:43

    Caso raro di una scrittrice capace di scrivere un secondo libro ancora piú bello del primo, già avvincente e intrigante. In "Ninfa dormiente" Ilaria Tuti raggiunge un'intimitá con i personaggi, principali e comprimari, tale da scolpirceli veramente nel cuore e farne parte del nostro vissuto, cosí che negli anni potremo avere il dubbio di averli conosciuti davvero. Romanzo che è scritto su piú piani e che in alcuni punti ricorda il King migliore, questo secondo lavoro soprattutto commuove nel profondo soffocando qualche singhiozzo e bagnando gli occhi anche di chi ha dimestichezza con le tecniche narrative. Alla fine viene voglia anche di partire e conoscere questa valle dalla storia cosí particolare che almeno io non sapevo neanche esistesse. Grazie Ilaria.

  • User Icon

    Elisa67

    24/06/2019 16:31:33

    Molto avvincente anche questo secondo romanzo di Ilaria Tuti ; stavolta l'autrice ci porta tra i boschi della Val Resia dove il commissario Teresa Battaglia dovrà districarsi tra vicende del passato e del presente per arrivare alla soluzione del caso. Molto bello l'intensificarsi del rapporto tra il commissario e il suo ispettore Marini che lei considera come il figlio che non ha mai avuto. Bellissimi anche Blanca e Smoky! Complimenti all'autrice!

  • User Icon

    Maria Elisa

    23/06/2019 22:41:51

    Un romanzo appassionante, una figura (Teresa Battaglia) che trae la forza, come solo una donna può fare, dalla sua debolezza: un male impossibile da sconfiggere e per questo molto vicino al lettore. Una bella trama con descrizioni circostanziate e descritte in modo comprensibile. Un intreccio di umanità e suspense ben congegnato. Una seconda prova egregiamente riuscita! Spero in un futuro abbastanza prossimo ce ne siano altre. Grazie!

  • User Icon

    stefania

    22/06/2019 20:30:20

    Ilaria Tuti non si smentisce, non vedi l'ora di scoprire, pagina dopo pagina, quello che succede, e i suoi personaggi ti catturano. Letto tutto d'un fiato. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Enrica

    20/06/2019 09:44:07

    Ho amato il commissario Teresa Battaglia già dal primo libro di Ilaria Tuti, ora la amo ancora di più, con la sua forza, il suo "sentire le cose", la sua fragilità. Mi è piaciuta molto la storia ed il tema trattato (l'esoterismo), accennato, penso volutamente, senza troppa enfasi (non basterebbero tomi su tomi per farlo)……. Aspetto una ulteriore conferma alla bravura della scrittrice con un'altra storia intrigante.

  • User Icon

    andrea

    19/06/2019 14:49:13

    Bel libro

  • User Icon

    sonia

    18/06/2019 08:48:38

    strepitoso, un commissario in lotta con se stessa e con un male che nasce 70 anni prima e che ancora copre con la sua ombra le vite di tanti personaggi.Assolutamente da leggere, direi ancora meglio di fiori sopra l'inferno

  • User Icon

    Vittorio

    17/06/2019 19:07:16

    Dopo "Fiori sopra l'inferno" Ilaria Tuti mi ha affascinato con la "Ninfa dormiente" dove arte, cultura, tradizione e una buona dose di esoterismo, non mi hanno permesso di staccarmi dalla lettura... Un'indagine a 360°, tra i boschi della Val Resia, in un arco temporale di 70 anni, dai partigiani ai giorni nostri... Omicidi, misteri e segreti tramandati per decenni, saranno svelati tra mille imprevisti, dal commissario Teresa Battaglia...

  • User Icon

    Laura

    13/06/2019 14:53:57

    Teresa Battaglia è uno di quei personaggi che ti entrano sotto pelle. Una donna non giovane, scorbutica, con un passato doloroso alle spalle e un futuro nebbioso come i black out che la bloccano di tanto in tanto, imprigionandola in una malattia subdola, che Lei cerca di contrastare annotando convulsamente su un piccolo diario pensieri, impressioni ricordi. Una donna terrorizzata di perdere la cosa più preziosa che ha; il suo cervello. Un cervello non solo in grado di ragionare, intuire, ricostruire, collegando piccoli indizi sparsi qua e là, ma anche cervello come sede dei ricordi, della memoria, del passato. Se non ricordi chi sei, non sei nessuno. Perché è il passato per quanto doloroso ad esserti reso ciò che sei. E questo complesso personaggio femminile è il fulcro della storia e proprio per questo la fagocita. Mentre nel primo libro la Tuti riusciva a mantenere l’equilibrio tra le varie anime della storia, e la parte gialla, nonché quella legata al passato, era funzionale, qui vi è uno sbilanciamento a favore della protagonista e dei comprimari che la accompagnano, la sua squadra ed in particolare l’ispettore Massimo Marini, la new entry Blanca e il suo cane, Smoky. I loro problemi, il loro passato che riemerge, assorbono le indagini, le impoveriscono. Il caso che affrontano, che non è come scritto un “cold case”, affonda anch’esso nelle nebbie del passato, una storia di guerra, di lotta partigiana, di opere d’arte sottratte dalla furia nazista, ma anche una storia di culti esoterici, di legami con la Dea Madre, del parto come momento misterioso, sacro e terribile di passaggio. Troppo per un libro solo. Meno efficace e potente del primo

  • User Icon

    BARBAZUK

    13/06/2019 09:59:03

    All'inizio la storia si dispiega con qualche difficoltà,ma poi prende il via ed è nel complesso ben scritta e la trama adeguatamente strutturata. La dott.ssa Battaglia però è un po' malconcia: reggerà un nuovo episodio?

  • User Icon

    RossaMina

    12/06/2019 06:15:50

    Come il precedente ho fatto fatica all'inizio: troppi personaggi, troppa ansia nell'aria. Poi è scorso super veloce, nonostante gli oltre 100 capitoli. Qualche descrizione pomposa ed inutile. Interessante lo scambio di passato tra commissario ed ispettore: ma tutti problematici devono essere i poliziotti di carta? Poi la parte esoterica....proprio fuori luogo, almeno per i miei gusti.

Vedi tutte le 31 recensioni cliente

La seconda volta è sempre ricca di aspettative, qualunque sia il contesto: se la prima è andata bene, ci aspettiamo che la seconda vada meglio.

Con questa speranza ci accostiamo alle seconde prove, con una domanda implicita: sarà bello come la prima volta oppure meglio?

Quando ho avuto tra le mani il secondo libro di Ilaria Tuti, mi sono chiesta proprio se sarebbe stato all’altezza del primo. L’ho aperto con la speranza che lo fosse, anche perché la copertina mi ha rassicurata: cambia il paesaggio e la stagione, cambia l’abbigliamento ma la figura al centro della copertina è sempre lei.

Una figura femminile, di spalle, con abiti comodi e gli inconfondibili capelli rossi: Teresa Battaglia.

Teresa torna e noi sappiamo già che non sarà mai la stessa, che non farà le stesse cose e non seguirà un “metodo” che connota il suo approccio investigativo.

Seguirà solo il suo istinto e prenderà appunti per non dimenticare, per non perdere i pezzi.

Al suo fianco la “sua” squadra e Martini, appena arrivato nel primo caso affrontato insieme e adesso parte integrante del gruppo.

Un nuovo caso, in realtà un “cold case”, una morte lontana nel tempo di cui Teresa deve trovare movente e mano omicida ai giorni nostri.

La bravura della scrittrice ha risposto subito alla mia domanda: il secondo libro si presenta meglio del primo. Una fine, un inizio e poi il via ad un ritmo pazzesco che intreccia: “il caso” vero e proprio, avvenimenti collaterali -che alterano gli equilibri faticosamente conquistati dopo l’arrivo di Massimo Martini- e le vicende personali di quest’ultimo raccolte da Teresa e anche lei pronta ad aprire il suo cuore e la sua memoria.

Siamo sempre in Friuli, ma questa volta Teresa ci fa attraversare il Ponte del Diavolo per arrivare nelle valli più nascoste, ritroviamo i boschi, ma questi boschi hanno visto la guerra e hanno custodito segreti, tradizioni e misteri.

Un caso da risolvere e la vita di tutti i giorni che segue; in ogni pagina veniamo coinvolti nella ricerca della verità, del movente e dell’assassino con colpi di scena inaspettati, ma allo stesso tempo ci vengono offerti spunti di riflessione su temi attualissimi che sono affrontati da Ilaria Tuti con un’arguzia e una sensibilità tutta al femminile. Un esempio fra tutti la disabilità: descritta ponendo l’accento sulla “diversa abilità” che prende il sopravvento in chi è determinato a vivere la propria vita comunque e calata in un personaggio indimenticabile.

Insomma… la Regina è tornata con un thriller da non perdere!

Recensione di Maria Jose Castelli

  • Ilaria Tuti Cover

    Ilaria Tuti vive a Gemona del Friuli, in provincia di Udine. Ha studiato Economia. Appassionata di pittura, nel tempo libero ha fatto l’illustratrice per una piccola casa editrice. Nel 2014 ha vinto il Premio Gran Giallo Città di Cattolica. Il thriller Fiori sopra l'inferno, edito da Longanesi nel 2018, è il suo libro d'esordio. Ha scritto anche: Ninfa dormiente (Longanesi, 2019). Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali