Non c'è due senza quattro

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Enzo Barboni
Paese: Italia
Anno: 1984
Supporto: DVD
Salvato in 43 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 9,19 €)

Minacciati di morte, due ricconi brasiliani scoprono, con grande gioia, di avere dei sosia: li assumono per prendere il loro posto. I guai non tardano ad arrivare per i due malcapitati che, però, si sanno difendere bene.
4,75
di 5
Totale 4
5
3
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Auro

    17/05/2020 00:16:33

    Lo stuntman Elliot Vance (Terence Hill) e il sassofonista galeotto Greg Wonder (Bud Spencer) vengono ingaggiati da un'agenzia di sosia per sostituire per sette giorni due ricconi brasiliani, Antonio e Bastiano Coimbra, impegnati nella firma di un contratto miliardario. Un gruppo di malviventi è deciso a impedire che ciò avvenga, peccato non abbiano fatto i conti con Elliot e Greg, che convinti grazie a una ghiotta offerta economica prendono il posto dei Coimbra risolvendo a modo loro la questione.

  • User Icon

    Maria Grazia

    21/09/2019 12:49:54

    Coppia vincente,i loro film deliziano le serate in famiglia

  • User Icon

    luca

    18/07/2018 09:38:32

    Uno dei film della coppia Bud-Terence più esilarante che c'è. Battute e risate garantite1

  • User Icon

    Mik

    13/07/2018 16:22:14

    Un classico della coppia Bud Spencer e Terence Hill che fa sempre piacere rivedere

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Produzione: Federal Video, 2013
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 110 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: speciale: Li chiamavano Carlo e Mario - Quinta puntata di Valentina Pattavina
  • Bud Spencer Cover

    Nome d'arte di Carlo Pedersoli, attore italiano. Campione di nuoto, trascorre alcuni anni in Sud America e – tornato in Italia – si laurea in giurisprudenza, prima di debuttare sul grande schermo come comparsa in Quo vadis? (1951) di M. LeRoy. Scelto dal regista G. Colizzi, abbandona definitivamente lo sport (nel 1952 aveva partecipato alle Olimpiadi di Helsinki come nuotatore e giocatore di pallanuoto), cambia nome nel 1967 e si dedica al cinema, recitando accanto a T. Hill nei western I quattro dell’Ave Maria (1968) e Dio perdona... io no! (1968), entrambi di Colizzi. In Lo chiamavano Trinità... (1970) e Continuavano a chiamarlo Trinità... (1971) di E.B. Clucher, la coppia Hill-Spencer modifica pro­fon­da­men­te il western all’italiana, che si allontana sempre più dal modello americano e... Approfondisci
  • Terence Hill Cover

    "Nome d'arte di Mario Girotti, attore e regista italiano. Di madre tedesca e padre italiano, trascorre l’infanzia a Dresda, in Sassonia. Debutta nel cinema a dodici anni in Vacanze con il gangster (1952) di D. Risi, poi partecipa a film assai diversi tra loro (da Gli sbandati, 1955, di F. Maselli, a La grande strada azzurra, 1957, di G. Pontecorvo, da Le meraviglie di Aladino, 1961, di H. Levin e M. Bava, a Il Gattopardo (1963) di L. Visconti, spesso in ruoli secondari, per potersi pagare gli studi classici. Negli anni ’60 soggiorna in Germania dove è impegnato in alcuni film western e di avventura. Nel 1968 interpreta l’ironico spaghetti-western Dio perdona... Io no! di G. Colizzi. Si tratta di un film cruciale: durante le riprese in Almeria incontra L. Hill, che sposa e da cui prende il... Approfondisci
Note legali