Categorie

Sophie Hannah

Traduttore: S. Lauzi
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2014
Pagine: 446 p. , Rilegato
  • EAN: 9788811682943

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Patrizia Garelli

    25/04/2015 19.23.58

    Dopo un inizio alquanto nebuloso e poco motivante, la narrazione procede più spedita, riuscendo quasi sempre a incuriosire e coinvolgere. Lo stile è molto personale, anche se non rende facile la lettura. La psicologia dei personaggi è ben delineata, creando una sottile rete di rapporti familiari, ove l'espresso, e, soprattutto, l' inespresso sono causa di tragici eventi. Un libro, insomma, da leggere, ma con attenzione, da non "prendere sotto gamba".

  • User Icon

    Nadia lorenzi

    23/11/2014 15.22.49

    Storia improbabilissima....

  • User Icon

    Michy

    18/09/2014 09.57.49

    Il libro brutto dell'estate, che nooooia! Non l'ho capito, non mi ha coinvolto, è stato una barba leggerlo. Delusione totale, perdita di (bel) tempo e soldi buttati!

  • User Icon

    simona

    28/08/2014 11.08.57

    Romanzo talmente scontato e poco "agevole" nella lettura che non mi ha lasciato proprio nulla di positivo nel ricordo. Troppo intricata la motivazione che l'autrice crea per "scagionare" l'assassino. Voto assolutamente negativo.

  • User Icon

    Isa

    08/07/2014 17.48.07

    "Ricordatevi: imbarazzo, colpa, vergogna e umiliazione sono i sentimenti piu' nocivi per il nostro benessere, ancor piu' dell'odio e dell'infelicita' estrema, che essendo proiettati sull'altro pesano meno negativamente sulla percezione che abbiamo di noi stessi."

  • User Icon

    Romy13

    01/06/2014 00.57.04

    Fino ad ora, mi è parso il thriller migliore di Sophie Hannah, suggestivo ed inquietante. Nel corso della lettura, tendono a sorgere spontanei numerosi interrogativi che vanno al di là della trama in sé: cosa vediamo e cosa vogliamo vedere? Quanto sappiamo, quanto capiamo e quanto rielaboriamo? Certo non sono temi nuovi (da Freud in poi) il concetto di conscio e inconscio, l'esistenza di pulsioni irrazionali profonde e l'ambivalenza nei rapporti, ma l'autrice coglie nel segno e l'atmosfera resa nelle pagine è cupa ed ansiogena, confusa ed opprimente. Quanto basta insomma per premere il pedale dell'acceleratore fino alla soluzione finale!

  • User Icon

    eleonora

    28/03/2014 13.29.53

    Ho letto tutti i libri di questa scrittrice e anche quest'ultimo non delude le aspettative. Avvincente, coinvolgente, molto scorrevole. Come al solito alla fine tutti i tasselli trovano il loro posto e non resta niente di insensato. Lo consiglio vivamente a chi ama i thriller. L'unico appunto lo farei alla trama... si discosta molto dalla storia.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione