Non ho paura a dirti di no. I genitori e la fermezza educativa

Osvaldo Poli

Edizione: 6
Anno edizione: 2013
Pagine: 252 p., Brossura
  • EAN: 9788821552212
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,15

€ 14,50

Risparmi € 4,35 (30%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 7,83

€ 14,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Pietro

    15/12/2005 21:56:26

    Libro un pò demodè visto il cretinismo diffuso da tv, media e dintorni Bellissima la parte dove l'autore, psicologo e psicoterapeuta, riporta le paure dei genitori. Paure che impediscono spesso di essere fermi nelle richieste verso i figli. Solo un pò di buon senso e di comprensione di noi stessi ci può dare l'indicazione sul da farsi. Complimenti al dr. Poli anche se io avrei messo i capitoli in un ordine diverso riservando i capitoli finali a cosa vuol dire fermezza e ai suggerimenti.

Scrivi una recensione

Una decisione difficile per il bene dei figli: "Ti dico di no anche se mi costa".Questo si intende con il termine «fermezza educativa», la capacità di prendere decisioni emotivamente difficili a favore del bene dei figli, resistendo alle pressioni psicologiche che tendono a indebolire gli atteggiamenti del genitore intuiti come opportuni e valutati come giusti.Tuttavia, l'esercizio della fermezza educativa comporta, per il genitore, l'esperienza di una difficoltà emotiva, poiché deve superare il suo naturale desiderio di «vedere il fíglio contento» a tutti i costi.Per questo motivo, talvolta i genitori si sentono insicuri, senza una certezza interiore su cosa sia giusto insegnare ai figli e se valga la pena trasmettere le proprie convinzioni.L'Autore presenta le principali paure e debolezze affettive, veri e propri «virus», di cui è necessario diventare consapevoli per esercitare la virtù della fermezza.Vengono infine descritte alcune «false virtù» che possono essere scambiate per fermezza, ma che sono in realtà delle sue «imitazioni» dannose e pericolose.