Non sposate le mie figlie!

Qu'est-ce qu'on a fait au Bon Dieu?

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Qu'est-ce qu'on a fait au Bon Dieu?
Paese: Francia
Anno: 2014
Supporto: Blu-ray

26° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Commedia

Salvato in 10 liste dei desideri

€ 13,79

Venduto e spedito da Vecosell

Solo 1 prodotto disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
Blu-ray
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Claude e Marie Verneuil sono una tranquilla coppia borghese cattolica e conservatrice che ha allevato 4 figlie secondo i principi di tolleranza, integrazione e apertura che sono nei geni della cultura francese. Ma il destino li mette a dura prova - non una ma ben 4 volte! Il primo boccone amaro arriva infatti quando la loro primogenita decide di sposare un musulmano. Ma poi la seconda sceglie un ebreo e la terza un cinese. Ormai tutte le loro speranze di assistere ad un tradizionale matrimonio in chiesa vengono riposte sulla figlia minore che finalmente, grazie al Cielo, ha incontrato un bravo cattolico...
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 5
5
5
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Angel

    14/05/2020 08:37:20

    Film spassosissimo e politicamente abbastanza scorretto. Claude e Marie Verneuil, coppia cattolica e borghese, che vive nella campagna francese, dopo aver concesso in moglie 3 delle 4 figlie a "figli di immigrati" (cinesi, israeliani e algerini), sperano che la piccola di casa si sposi finalmente con un cattolico. Gioia e giubilo: il futuro sposo è cattolico! Ma è anche senegalese e questo creerà una serie di gag comiche, soprattutto quando nemmeno i genitori del futuro sposo saranno felici di apprendere che il proprio figlio sposerà una francese. Tra una risata e l'altra (ce ne saranno molte!) si riflette e si capisce quanto il pregiudizio basato sul colore della pelle sia una grandissima stupidaggine. Consigliato a tutti, soprattutto in questo periodo in cui certi cialtroni sproloquiano e starnazzano col solo scopo di fomentare odio per riempirsi le tasche.

  • User Icon

    Noemi

    14/05/2020 03:56:28

    Erano anni che non ridevo così tanto per un film. È un autentico capolavoro di comicità intelligente. Lo consiglio vivamente

  • User Icon

    io

    11/05/2020 16:01:48

    Classica commedia francese, questa pellicola prende di mira l’ipocrisia della piccola borghesia illuminata francese e, più in generale, europea. Con una delicatezza che solo i cugini di oltralpe sanno così magistralmente mischiare alla pungente ironia, il film narra le disavventure di una coppia di mezza età alle prese con i matrimoni delle proprie quattro figlie, nessuna delle quali sembra intenzionata a portare a casa un pretendente che rispecchi l’idea di genero ideale dei protagonisti. Commedia piacevole, specchio della società contemporanea, condita da delizioso humor francese.

  • User Icon

    Maddy

    24/09/2019 19:41:06

    Non c'è molto da dire, i francesi le commedie le sanno scrivere, e le sanno interpretare in maniera impeccabile. Questa commedia diretta da Philippe de Chauveron ne è la conferma, una storia divertente, comica, leggera, che tra gag, malintesi e battute irriverenti, sdogana il tema dei matrimoni misti e del razzismo. La trama è semplice, due genitori borghesi, conservatori e cattolici avrebbero voluto mariti diversi per le loro prime tre figlie, che hanno sposato invece un ebreo, un asiatico e un arabo, quando la loro quarta figlia annuncia il suo imminente matrimonio, dovranno ancora una volta rivedere la loro idea di "matrimonio tradizionale". Lo consiglio..

  • User Icon

    Ivan

    19/09/2018 07:50:07

    Film visto e rivisto anche ultimamente in televisione. Divertentissimo! Esilarante sul tema dell'integrazione razziale. Bella l'idea di mescolare tradizioni diverse, cosa che ormai è all'ordine del giorno in un mondo misto culturalmente.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2015
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 97 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS 5.1 HD);Inglese (DTS 5.1 HD)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • AreaB
  • Contenuti: trailers; scene inedite in lingua originale; errori; dietro le quinte (making of)
  • Christian Clavier Cover

    Attore e sceneggiatore francese. Attivo fin da giovane sul palcoscenico del café-théâtre Splendid, si fa conoscere dal grande pubblico in due film di P. Leconte (Les bronzés, 1978, e Les bronzés font du ski, 1979), ma il primo grande successo lo incontra con il doppio ruolo dell’imbranato scudiero Jeancojon e del pretenzioso «nouveau riche» Jacquard nei Visitatori (1993) di J.-M. Poiré, di cui firma anche la sceneggiatura insieme al regista. Indossa poi l’elmo alato di Asterix in Asterix e Obelix contro Cesare (1999) di C. Zidi e in Asterix e Obelix: missione Cleopatra (2002) di A. Chabat. Approfondisci
Note legali