Non voglio morire. Restaurato in 4K (DVD)

I Want to Live!

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: I Want to Live!
Regia: Robert Wise
Paese: Stati Uniti
Anno: 1958
Supporto: DVD
Salvato in 12 liste dei desideri

€ 7,99

€ 9,99
(-20%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 8,78 €)

Dalla cronaca americana, la storia di una donna innocente che finì nella camera a gas per un presunto delitto passionale. La stampa e l'opinione pubblica si scatenarono a suo sfavore, influenzati dal non limpido passato di lei. Quando poi l'opinione pubblica muta atteggiamento, nonostante uno psicanalista dopo averla esaminata l'abbia dichiarata incapace di uccidere, i magistrati respingono la richiesta della commutazione della pena.

1958 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attrice -

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Sinister Film, 2018
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Lingua audio: Inglese; Italiano
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Area2
  • Robert Wise Cover

    "Propr. R. Earl W. Regista statunitense. Dopo preziose esperienze di montatore (fra l'altro per Quarto potere, 1941, e L'orgoglio degli Amberson, 1942, di O. Welles), esordisce nella regia con Mademoiselle Fifi (1944) e poi con l'horror La jena (1945), segnalandosi ben presto grazie a Stasera ho vinto anch'io (1949), vigoroso film d'ambiente pugilistico (di cui ripete il successo nel 1956 con l'analogo Lassù qualcuno mi ama). Autore eclettico, dedito alla fantascienza (Ultimatum alla Terra, 1951; Andromeda, 1971) come al western (Due bandiere all'Ovest, 1950; La legge del capestro, 1956), al poliziesco (Strategia di una rapina, 1959) e al musical (West Side Story, 1961; Tutti insieme appassionatamente, 1965; Un giorno... di prima mattina, 1968), affronta anche problemi contemporanei quali... Approfondisci
  • Susan Hayward Cover

    Nome d'arte di Edythe Marrenner, attrice statunitense. Relegata a ruoli minori per gran parte della sua carriera, arriva a Hollywood proprio mentre l'intera nazione sta cercando la Rossella di Via col vento (1939) di V. Fleming, ma non ottiene il ruolo. Debutta però nello stesso anno in Beau Geste, di W. Wellman, nel ruolo di Isobel Rivern, ma deve sudare ancora un po' prima di ottenere i primi riconoscimenti, che cominciano ad arrivare con la sua interpretazione di un'alcolizzata in Una donna distrusse (1947, nomination all'Oscar) di S. Heisler. Da questo momento H. può finalmente permettersi di scegliere attentamente i copioni e i registi per cui lavorare. Nella sua lunga carriera, conclusa con il western La feccia (1972) di D. Mann, si guadagna altre quattro nomination, un premio come migliore... Approfondisci
Note legali