copertina

Il nostro momento imperfetto

Federica Bosco

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Garzanti
Collana: Super G
Anno edizione: 2020
In commercio dal: giugno 2020
Pagine: 304 p., Brossura
  • EAN: 9788811813903

€ 4,75

In uscita da: giugno 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La vita non rispetta mai i piani, e Alessandra lo scopre nel peggiore dei modi. Credeva di avere tutto sotto controllo: il lavoro come docente di fisica all'università, una famiglia impegnativa ma presente, un uomo solido al fianco, un'esistenza senza scossoni che, varcata la soglia dei quarantanni, le regala una stabilità agognata a lungo. Una stabilità che crede di meritare. Finché il castello di carte crolla per un colpo di vento inaspettato. Un colpo di vento che spalanca la finestra e travolge tutto, mandando in pezzi la sua relazione d'amore e una buona dose delle sue certezze di donna, insieme alla fiducia, all'autostima e all'illusoria certezza di conoscere l'altro. La tentazione, allora, è di tirare i remi in barca, di smettere di provare, perché il dolore è troppo forte, ma è proprio fra i dettagli stonati della vita che le cose accadono e l'improvvisa custodia dei due nipoti, deliziosi e impacciatissimi nerd, le regala una maternità che arriva quando ormai il desiderio è da tempo riposto in soffitta, portando con sé una rivoluzione imprevista, fatta di richieste di affetto e di rassicurazione e di lezioni in piscina osservate con orgoglio dagli spalti. È così che Alessandra incontra Lorenzo, un uomo dall'ottimismo senza freni, anche se fresco di divorzio con un'ex moglie perfida e una figlia adolescente, capricciosa e viziata. Tante cose li accomunano, ma tante li dividono, perché la paura è tanta e troppe le difficoltà, e ci vuole coraggio per azzardare un percorso sconosciuto che rischia di portarti fuori strada, ma ti permette di ammirare panorami inaspettati e bellissimi. Perché a volte la felicità risiede nella magia di un momento imperfetto.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,98
di 5
Totale 41
5
16
4
13
3
8
2
3
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Viola76

    26/02/2020 08:41:20

    Due stelle mi sembravano poche, perchè comunque il libro è ben scritto, fluido e scorrevole, ma tre mi sembrano anche troppe. La storia, certamente attuale, come molti dicono, risulta sovraccarica di personaggi caricatura, il super cattivo, il super bravo, la squilibrata, la madre aggressiva, il padre passivo, la ex stronza oltre ogni limite, la figlia adolescente che è un cliché di antipatia. Le situazioni problematiche sono troppe e arrivano tutte insieme, immagino per dare "movimento" alla storia, ma quasi viene da consigliare un bagno nell'acqua benedetta. La prima parte ti fa immedesimare ed empatizzare con la protagonista, la seconda no. Anzi, diventa ripetitiva la sua posizione da zitella inacidita, frustrata ed insicura, che arriva ad ingelosirsi come una bambina per i rapporti d'amore figliale, cosa che dopo un po' da su i nervi. Ovviamente ha trovato l'unico uomo sulla faccia della terra non solo in grado di reggerla, ma pure di farla ballare in salotto dopo che la sua vita, pover uomo, è una rovina su tutti i fronti. Decisamente si poteva fare di meglio, anche se indubbiamente ho letto di peggio.

  • User Icon

    daniela 64

    01/12/2019 20:13:45

    È il primo libro di questa autrice che leggo. Mi è veramente piaciuto molto. Scrittura semplice, fluente. Letto quasi di un fiato. L’autrice ci racconta con ironia e drammaticità nello stesso tempo ma con grande realtà che cosa vuol dire essere una famiglia e come si può lottando diventare una famiglia allargata.

  • User Icon

    Raniero

    25/09/2019 14:20:09

    Ci sono temi molto forti e scottanti come quello della famiglia allargata. E poi emergono caratteristiche della vita quotidiana. La storia mi ha fatto pensare soprattutto nel punto in cui è descritto l’incontro con Lorenzo. Il coraggio e la felicità che mi ha trasmesso il testo sono ancora in me. Lo consiglio.

  • User Icon

    lara

    25/09/2019 11:56:39

    Avevo letto altri libri di questa autrice e mi erano piaciuti, quindi quando ho saputo dell’uscita di questo non ho avuto perplessità e l’ho acquistato. Purtroppo devo ammettere che questa volta le mie aspettative non hanno trovato riscontro: la storia è banale, i personaggi monodimensionali e l’interesse va scemando man mano che la lettura procede. Mi dispiace, ma confido nelle prossime uscite.

  • User Icon

    Martina

    24/09/2019 13:08:37

    Storia originale e nata da una singolare sensibilità. Lo rileggerei con piacere.

  • User Icon

    Monica

    20/09/2019 13:49:13

    Bello e scorrevole, ciò che serve quando fuori è brutto tempo.

  • User Icon

    Giada

    20/09/2019 08:00:13

    Ho amato la lettura di questo libro perché i personaggi vengono tratteggiati tutti nelle più piccole sfumature; quelli che vengono narrati sono rapporti di coppia ma anche difficoltà in ambito familiare, l'importanza delle radici e allo stesso tempo in contrasti che si creano al suo interno. La Bosco ci propone un altro romanzo intenso, pieno di emozioni. Sicuramente molto lontano dai suoi primi libri ma ancora più vicino alle vicende di ogni lettore.

  • User Icon

    Lidia

    20/09/2019 05:14:31

    Non mi ha convinto molto come romanzo. L ho letto perché non sono solita ad abbandonare le letture a metà. Ci sono stati punti pesanti e un po ritriti. Comunque ho letto sicuramente di peggio

  • User Icon

    Tessitrice

    01/09/2019 07:13:15

    Il lieto fine, almeno questa volta, non risulta stucchevole o scontato, ma è il risarcimento, pressoché dovuto, alla mala sorte tignosa della protagonista Alessandra, sulle cui spalle, solo apparentemente robuste, gravano tutti: madre/macigno, padre evanescente, sorella svaporata, ecc.. La narrazione è semplice, ma non banale e a volte sa affondare la lama in un vissuto plausibile, che in modo diretto o indiretto, prima o poi, tante (tutte?) le donne hanno conosciuto o conosceranno. La resilienza di questa "eroina del quotidiano" merita rispetto ed incoraggia alla speranza, senza voler fare la lezioncina ad ogni costo.

  • User Icon

    Maury

    31/07/2019 22:09:37

    Libro stupendo. Fotografia reale e attuale di situazioni con cui sempre più spesso ci si scontra. L'autrice affronta temi scottanti come quello della famiglia allargata in modo intelligente e maturo. Consigliato assolutamente!

  • User Icon

    Silvia

    27/07/2019 15:41:01

    Bellissimo!!! Mi sono ritrovata catturata in questa storia. Per molti versi mi sono anche ritrovata descritta (mio malgrado) nella situazione della protagonista e devo dire che molte delle sensazioni ed emozioni erano (e sono ancora) anche le mie.

  • User Icon

    Elisa

    13/06/2019 07:29:46

    Diciamo che è una storia attuale. La protagonista, arrivata alla soglia della quarantina, risulta un po' antipatica con le sue pretese. Una donna che si scopre, ma lo fa sempre tenendo il piede sul freno e questo rende il romanzo non piacevole e leggero come sono abituata dalla Bosco. Non che la storia sia brutta, anzi è decisamente realistica, ma i personaggi risultano poco simpatici, lei eternamente insoddisfatta e insicura di tutto, lui l'entusiasta, un po' cretino che si fa convincere a fare tutto ciò che vuole senza mai tirare fuori gli attributi. Non mi ha appassionata, penso che lo spunto potesse essere interessante, ma alla fine questo tira e molla dei personaggi tende ad annoiare e a stufare. Non è un storia d'amore felice, né infelice, solo una cosa normale che si sente anche dalla vicina di casa.

  • User Icon

    n.d.

    12/06/2019 17:11:42

    scorrevole, ideale per letture rilassanti

  • User Icon

    Carezze di carta blog

    17/05/2019 09:21:23

    "Non esiste una sofferenza che non meriti rispetto, meno degna, o risibile; ognuno ha il suo punto di rottura e, una volta raggiunto quello, non si torna indietro". Alessandra è una quarantenne torinese, insegnante all'università. La sua è una vita tranquilla, ordinaria. Convivenza da quattro anni, vita modana lo stretto indispensabile, una famiglia solida alle spalle, i suoi studenti. Poi un giorno un momento qualsiasi diventa imperfetto, tanto da rompere gli equilibri e sgretolare tutte le certezze che credeva avere. Ma non è che il primo di una serie di imperfezioni che si susseguono vorticosamente, mettendo alla prova una donna che credeva di avere già pronto nel cassetto il disegno del suo destino. Un padre improvvisamente latitante, una sorella fuori di testa, due nipotini da crescere, e poi Lorenzo. Spuntato dal nulla, ottimista con il sorriso pulito, restauratore di sentimenti feriti ma anche lui infangato in una vita impossibile. Bisogna credere che ognuno di noi abbia una chance e che possa trovare altre possibilità, ricominciando da dove ha finito. Per farlo si deve scavare, cercare in ginocchio nel mucchio di sassi che abbiamo davanti, sino a trovare il diamante. Un libro sulla vita, quella difficile, deludente e dolorosa ma anche quella della speranza. Bello e coinvolgente. Un'ondata di emozioni. 5 stelle su copertina, stile e storia

  • User Icon

    Roberta

    15/05/2019 21:17:39

    Una lettura scorrevole e piacevole. Una storia molto attuale e realistica che fa riflettere su molti aspetti.

  • User Icon

    Stefania

    05/05/2019 18:27:16

    Purtroppo, a differenza del"ci vediamo un giorno di questi", questo romanzo ha un tenore nettamente diverso..sembra una storia trascinata, scritta giusto per continuare il "filone del successo" del libro precedente. Di leggere, si legge ma la scrittrice ha perso completamente la passione del libro precedente, questa è una storia davvero strascicata, non appassionante e a volte forzata... voto 3, ne leggerò un altro dell'autrice, il modo di scrivere mi piace ma questa volta contenuto out! a volte inverosimile. Insopportabile la figura dell'uomo"zerbino" poi... quella in primis,ma poi tutte in generale, l'amica avvocato, la madre, la sorella....

  • User Icon

    Barbara

    08/03/2019 10:41:02

    Un romanzo triste per la perdita del marito di Ale, la protagonista. Poi incontra un nuovo amore pieno di problemi ma alla fine il loro amore supera quasi ogni ostacolo. Io non avrei avuto la forza di farlo!

  • User Icon

    emanuele

    07/03/2019 22:04:38

    Un buon libro che rappresenta uno spaccato della realtà nella quale viviamo

  • User Icon

    Tina

    07/03/2019 12:39:06

    Molto romantico.

  • User Icon

    Arianna

    09/02/2019 06:36:31

    ...mi è piaciuto molto l' inizio di questo libro, la sofferenza di Ale era molto tangibile, la scrittrice è riuscita a trasmettere quel dolore, la perdita in maniera molto reale...poi...è caduta in un susseguirsi di avvenimenti scontati e ripetitivi ...e il finale senza colpi di scena del " vissero felici e contenti "... la lettura è facile e veloce.

Vedi tutte le 41 recensioni cliente
  • Federica Bosco Cover

    Federica Bosco, scrittrice e sceneggiatrice, ha al suo attivo una ricca produzione di romanzi e vari manuali di self-help. È stata finalista al premio Bancarella 2012 e il suo romanzo Pazze di me è diventato un film diretto da Fausto Brizzi. Tra le sue pubblicazioni con Garzanti ricordiamo Ci vediamo un giorno di questi (2017), Il nostro momento imperfetto (2018), Non perdiamoci di vista (2019). Approfondisci
Note legali