Le notti di Reykjavík - Arnaldur Indriðason,Alessandro Storti - ebook

Le notti di Reykjavík

Arnaldur Indriðason

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Alessandro Storti
Editore: Guanda
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 821,64 KB
Pagine della versione a stampa: 300 p.
  • EAN: 9788823511019

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa straniera - Gialli - Narrativa gialla

Salvato in 40 liste dei desideri

€ 1,99

Punti Premium: 2

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Se amate i gialli di classe, allora questo autore fa per voi.»
The Irish Time

«Una nuova voce del vitalissimo neo-noir scandinavo.»
Il Venerdì di Repubblica

«Erlendur... poliziotto disilluso che fa luce laddove l’Islanda pare immersa in una notte infinita. Insomma, un grande.»
Anna

Un senzatetto viene trovato annegato alla periferia di Reykjavík. Un caso di poca importanza, che la polizia archivia come morte accidentale. Nelle stesse ore, una donna sparisce nel nulla dopo aver trascorso la serata in un locale del centro. Un anno dopo, Erlendur, poliziotto alle prime armi assegnato al turno di notte della stradale, passa lunghe ore a pattugliare le vie di una città deserta, ore spezzate di tanto in tanto da una rissa, un furto, un incidente d’auto, e non smette di pensare a quelle due persone scomparse. Convinto che i due casi siano stati frettolosamente liquidati dai colleghi, Erlendur non resiste alla tentazione di fare il detective: non solo si prende a cuore la vicenda del povero Hannibal, ma è ancor più attratto dall’inspiegabile sparizione della donna. L’inesperta matricola inizia così la sua prima indagine: raccoglie indizi, interroga i famigliari e le persone coinvolte... Due casi che riguardano due mondi lontanissimi tra loro: il triste sottobosco umano della capitale, denso di miseria e sopraffazione, e la borghesia ­islandese, con le sue ipocrisie e i suoi lati oscuri. In una Reykjavík descritta in un’insolita versione notturna, Arnaldur Indriðason dipinge la figura di un Erlendur giovane e tormentato, ma già acuto indagatore dell’animo umano e dei suoi angoli più nascosti.

«Un autore da seguire e da amare. Uno scrittore di noir costruiti con intelligenza e capacità letterarie non comuni.»
Il Giornale

«Indriðason si conferma abile a indagare passioni e sentimenti (anche i più morbosi) senza cedere al buonismo.»
Corriere della Sera

«Ho già letto almeno cinque libri con protagonista il commissario Erlendur Sveinsson: sono ben scritti...»
Andrea Camilleri
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,55
di 5
Totale 11
5
7
4
3
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Luca

    21/12/2018 12:33:06

    Libro splendido. Fino a questo momento l'autore non ha sbagliato un colpo. Attendo le sue nuove pubblicazioni per poter tornare a crogiolarmi nel freddo clima islandese.

  • User Icon

    feisbùk

    28/10/2015 22:14:57

    Bellissimo ennesimo malinconico dolente ritratto di vita (e di morte) del migliore epigone di Henning Mankell

  • User Icon

    Isa

    28/10/2015 10:56:18

    Libro assolutamente da consigliare! Io ho scoperto un nuovo autore da seguire!

  • User Icon

    Roberto D'Errico

    12/01/2015 11:14:19

    Grandissimo Arnaldur Indriðason, i suoi romanzi sono tanto scorrevoli e di facile lettura quanto coinvolgenti e accattivanti. Così come in atre sue storie, anche ne Le Notti di Reykjavik, a farla da padrone è il lato umano e drammatico della vicenda. Il libro tiene incollati sino alle ultime pagine, sia per via della curiosità nel voler capire i risvolti più bui e misteriosi della trama, sia per meglio comprendere il rapporto che ha legato il giovane Erlendur all'"amico" scomparso Hannibal. Davvero bravo come sempre Indriðason!

  • User Icon

    davide951

    22/12/2014 12:12:08

    LA CLASSE NON E' ACQUA...VOTO 5/5

  • User Icon

    Frigidarie

    11/12/2014 18:06:10

    Buona storia. Ottimo stile. Come sempre. Bravo. Consigliato.

  • User Icon

    paola

    07/12/2014 10:14:52

    ottimo libro, scritto benissimo e coinvolgente fino alla fine

  • User Icon

    paolo

    03/12/2014 15:06:58

    E' un noir che si legge tutto di un fiato.Coinvolgente.Sara' x il paese in cui si svolge la vicenda ma la storia ha un fascino particolare che desta attenzione e merita la lettura.

  • User Icon

    vittorio pisa

    01/12/2014 11:51:16

    Un noir poco convinto e non del tutto convincente. Storia interessante, anche ben costruita. Tuttavia, manca di slancio e la sensazione è che si trascini stancamente verso la conclusione, senza destare particolare appetito. Si legge con facilità, ma senza trasporto. Insomma, tra i noir di origine nordica c'è di meglio e molto (Nesser, su tutti; Sjowall M. e Wahloo P.). In ogni caso, era il mio primo romanzo dell'autore. Merita perciò una prova d'appello. Lettura di transizione.

  • User Icon

    susanna bottini

    25/11/2014 08:35:41

    Solito, ottimo Indridason. La vicenda è ambientata (si deduce dalla lettura) nella Reykjavik della fine anni '60, e vede protagonista un giovane Erlendur, poliziotto semplice, ma già dotato di un notevole intuito. La trama è interessante, la storia ricca di umanità, un buon libro davvero. Consigliato.

  • User Icon

    camilletta85

    18/10/2014 12:41:46

    Uno dei migliori Indridason. Il maestro è tornato alla grande, con una storia intensa, commovente e profonda, dove protagonista è il popolo delle notti di Reykjavík, fatto di uomini violenti, ragazzi disadattati, ma soprattutto di ubriachi e senzatetto...anime derelitte che vagano per le strade senza una meta ben precisa, alla ricerca della prossima bottiglia di acquavite o di un posto sicuro dove dormire per una notte, fosse anche una cella del commissariato o le condutture sotterranee del gas...A fronteggiare queste emergenze e degrado, silenziose pattuglie di poliziotti, chiamate a mettere un po' di ordine nelle cose umane. Erlendur è qui un poliziotto giovane ma già consapevole della proprio missione di paladino delle persone scomparse, pronto a dare loro dignità anche se non reclamate da nessuno, anche se miseri senza tetto. L'intreccio della storia è molto riuscito, molto belli i flashback che raccontano il rapporto umanissimo tra l'ispettore e il povero Hannibal, molto intensa la storia di quest'ultimo e le ragioni della sua "perdizione". E alla fine, come omaggio ai lettori appassionati della saga, non poteva non comparire il profilo di Marion Brem. Da leggere, soprattutto per coloro che amano profondamente il giallo nordico, e che quindi non si fanno scoraggiare dalle atmosfere un po' grigie e deprimenti delle storie

Vedi tutte le 11 recensioni cliente
  • Arnaldur Indriðason Cover

    Arnaldur Indriðason è uno scrittore islandese di romanzi polizieschi che hanno come protagonista il personaggio di Erlendur Sveinsson. Ha lavorato come giornalista indipendente e come critico cinematografico. Laureato in storia, ha scritto il suo primo romanzo nel 1997. Ha vinto numerosi premi fra i quali il Glasnyckeln e Gold Dagger. Tra i suoi romanzi pubblicati da Guanda: Sotto la città (2005), La signora in verde (2006), La voce (2008), Un corpo nel lago (2009), Un grande gelo (2010), Un caso archiviato (2010), Un doppio sospetto (2011), Cielo Nero (2012), Le abitudini delle volpi (2013), Sfida cruciale (2013), Le Notti di Reykjavík (2014), Una traccia nel buio (2015), Un delitto da dimenticare (2016), Il commesso viaggiatore (2017), La ragazza... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali