Notturni

(180 gr.)

Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 2
Etichetta: Analogphonic
Data di pubblicazione: 1 maggio 2016
  • EAN: 8808678160284
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 50,33

€ 71,90

Risparmi € 21,57 (30%)

Venduto e spedito da IBS

50 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello
Descrizione

Fryderyk Chopin (1810-1849): Notturno n. 1 in si bemolle minore op. 9 n. 1; Notturno n. 2 in mi bemolle maggiore op. 9 n. 2; Notturno n. 3 in si maggiore op. 9 n. 3; Notturno n. 4 in fa maggiore op. 15 n. 1; Notturno n. 5 in fa diesis maggiore op. 15 n. 2; Notturno n. 6 in sol minore op. 15 n. 3; Notturno n. 7 in do diesis minore op. 27 n. 1; Notturno n. 8 in re bemolle maggiore op. 27 n. 2; Notturno n. 9 in si maggiore op. 32 n. 1; Notturno n. 10 in la bemolle maggiore op. 32 n. 2; Notturno n. 11 in sol minore op. 37 n. 1; Notturno n. 12 in sol maggiore op. 37 n. 2; Notturno n. 13 in do minore op. 48 n. 1; Notturno n. 14 in fa diesis minore op. 48 n. 2; Notturno n. 15 in fa minore op. 55 n. 1; Notturno n. 16 in mi bemolle maggiore op. 55 n. 2; Notturno n. 17 in si maggiore op. 62 n. 1; Notturno n. 18 in mi maggiore op. 62 n. 2; Notturno n. 19 in mi minore op. 72 n. 1; Notturno n. 20 in do diesis minore opera postuma; Notturno n. 21 in do minore opera postuma

«L’aspetto più caratteristico delle interpretazioni di Maria João Pires è senza dubbio la passionalità, che si pone in netto e stridente contrasto con la scarsa partecipazione emotiva di molti altri pianisti. In questa integrale dei Notturni di Chopin si nota un’intensità e una propensione drammatica che fanno tramontare tutte le aspettative di chi considera questi capolavori del grande compositore polacco brani concepiti semplicemente per compiacere il vacuo pubblico che affollava i salotti della nobiltà e della buona borghesia della prima metà del XIX secolo. La grande pianista portoghese esegue le tempestose sezioni centrali dei Notturni di Chopin, creando contrasti vividi e spettacolari ma mai fini a se stessi con la serenità di facciata e il buio imbalsamato che caratterizza invece la maggior parte dei pezzi caratteristici coevi. La Pires fa aggrappare l’ascoltare a ogni nota nei curiosi echi di campane della Coda e nella dolcissima conclusione del Notturno n. 8 si avverte con impressionante chiarezza l’abbandono di ogni passione e il graduale declino di ogni emozione. Con la sua eccezionale trasparenza, la Pires esalta al massimo grado di grandezza di Chopin e creato una nuova gamma di possibilità» (Gramophone).