Editore: Einaudi
Anno edizione: 2007
Pagine: 317 p., Brossura
  • EAN: 9788806185503
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,78

€ 11,50

Risparmi € 1,72 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 6,21

€ 11,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sica

    23/11/2009 22:44:55

    Bel giallo noir che inizi a leggere senza crederci più di tanto e poi devi assolutamente arrivare in fondo per... sapere come va a finire! Stile narrativo impeccabile, molto particolareggiato, ideale per gli amanti dei dettagli, personaggi calzanti alla perfezione in quell'Italia pre euro e post tangentopoli di fine secolo. L'unica pecca forse il finale...

  • User Icon

    silvia

    06/12/2007 00:36:59

    Carino, leggero, un po' truce e crudo nelle descrizioni, anche se io preferisco il film che ne hanno tratto, perchè lo addolcisce un po', e fa decisamente ridere di cuore: una ventata di aria fresca...

  • User Icon

    Sarah

    15/11/2007 23:40:09

    libro preso in biblioteca, fortuna che non ho speso soldi, fortuna che per vari motivi non l'ho visto al cinema, superficiale, incasinto, sconclusionato

  • User Icon

    Pamela

    28/10/2007 14:52:30

    Purtroppo devo rompere la serie di commenti positivi con un voto basso, ma più di così proprio non riesco a dare. Se non amo particolamente il genere noir è proprio perchè letto uno li hai letti tutti, e questo non smentisce la regola. Banale, prevedibile, spesso improbabile. E il finale? Bah..

  • User Icon

    Nicola

    22/02/2006 11:12:25

    Un libro decisamente gradevole! In piena tangentopoli, sullo sfondo di una Bologna sempre più capitale del giallo made in Italy, prende corpo una vicenda non originalissima (la bonazza e lo sfigato di turno che si ritrovano in possesso di soldi e documenti che scottano è un dejà-vu) ma raccontata in modo accattivante e impreziosita da una bella galleria di personaggi (di Leila mi sono quasi innamorato..)

  • User Icon

    Solidea

    17/10/2005 17:08:33

    Dirò solo 2 cose: il romanzo giallo che vorrei aver scrtto io (non importa se non sono una scrittrice, vero?) - Rigosi è il Westlake italiano. Divertentissimo!!!!!!!!

  • User Icon

    veryk17

    15/04/2005 09:28:33

    Secondo me questo è un romanzo da non lasciarsi scappare. E’ un libro dal ritmo serrato, pieno di situazioni nuove e inaspettate, con incontri intricati, ma a volte un po’ forzati ( ma questo lo si perdona ). E’ uno di quei libri da leggere tutto di un fiato, e anche se all’ inizio 317 pagine possono sembrare troppe, vi assicuro che lo si legge tranquillamente in un giorno solo e quando si arriva al finale, che però lascia un po’ perplessi perché non risponde a molte delle domande che ci siamo posti nel corso del libro, ci si chiede perché sia già finito. Il difetto di questo libro è che alla fine della nostra lettura, in mano ci rimane ben poco, a parte l’ idea di fondo che nel mondo politico sono sempre i ministri&Co. a farla franca. Sconsiglio questo libro a chi si scandalizza delle innumerevoli volgarità e scurrilità delle parole e dei fatti, perché sono proprio quegli elementi a rendere vivo, attivo e tutt’ altro che monotono il racconto e se non ci fossero avrebbe tutto un altro effetto sui lettori.

  • User Icon

    Sofia

    26/03/2005 14:51:27

    E' affascinante vedere Bologna avvolta di noire, teatro di rocamboleschi inseguimenti, di sparatorie che sanno un po' di hard boiled americano. si viaggia a 200 km/h nelle macchine narrate e negli occhi del lettore che inseguono le righe con frenesia, perchè questo è un libro che ti incastra, inevitabilmente. E ha il grande merito di incuriosire e intrattenere, è divertente e nero allo stesso tempo. Ve lo consiglio. Bravo Giampiero!

  • User Icon

    marco

    17/12/2003 02:23:48

    Cominciate questo giallo in qualsiasi momento, e vi garantisco che rivoluzionerà la vostra agenda per qualche giorno... Ritmo strepitoso, personaggi ben disegnati, intreccio avvincente e ottima scrittura. Gli si perdona qualche forzatura nell'eccessiva casualità degli accadimenti. Consigliato

  • User Icon

    Giames

    29/11/2001 02:46:14

    Troppo autocompiacimento bolognese ("quante cose che ho passato" -ammicca in continuazione lo scrittore- "quante cose so") non riesce a rovinare questo bel romanzetto italico che non ha nulla da invidiare ai più titolati anglosassoni. Ritmo, personaggi schifosi, un eroe maldestro: tutto ok e sopra la media.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione