Nudo di donna

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Nino Manfredi
Paese: Italia
Anno: 1981
Supporto: DVD
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 9,90 €)

Una coppia alto borghese, felicemente sposata da sedici anni, entra in crisi quando, dopo un litigio, lui esce di casa e si imbatte in una fotomodella estroversa e disinibita, che è la copia perfetta di sua moglie, una donna, al contrario, pudica e riservata. L'accaduto diventa un'ossessione per lui, che inizia a sospettare addirittura di una doppia vita della sua compagna.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Stefano81

    11/05/2020 12:42:06

    Un capolavoro del maestro Nino Manfredi. Una perla del cinema italiano che a distanza degli anni non soffre il tempo passato. Da vedere e rivedere scoprendo sempre nuovi particolari e sfumature. Imperdibile!

  • Produzione: Mustang Entertainment, 2016
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 100 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: interviste: Intervista a Eleonora Giorgi
  • Nino Manfredi Cover

    "Propr. Saturnino M., attore e regista italiano. Dopo la laurea in giurisprudenza, frequenta l'Accademia di arte drammatica e esordisce già nel dopoguerra con un piccolissimo ruolo in Torna a Napoli (1949) di D. Gambino, trascinando poi per una decina d'anni e una ventina abbondante di pellicole una macchietta di popolano dalla buffa parlata romanesca che, se da un lato gli fa guadagnare le immediate simpatie del pubblico, dall'altro gli impedisce di mettere a frutto altre sue doti meno evidenti (per es. Guardia, ladro e cameriera, 1958, di Steno, e l'improbabile gondoliere veneziano in competizione amorosa con A. Sordi in Venezia, la luna e tu, 1958, di D. Risi). Col tempo, almeno a partire da L'impiegato (1959) di G. Puccini, gli riesce di arricchire di una vena di malinconica timidezza... Approfondisci
  • Nino Manfredi Cover

    "Propr. Saturnino M., attore e regista italiano. Dopo la laurea in giurisprudenza, frequenta l'Accademia di arte drammatica e esordisce già nel dopoguerra con un piccolissimo ruolo in Torna a Napoli (1949) di D. Gambino, trascinando poi per una decina d'anni e una ventina abbondante di pellicole una macchietta di popolano dalla buffa parlata romanesca che, se da un lato gli fa guadagnare le immediate simpatie del pubblico, dall'altro gli impedisce di mettere a frutto altre sue doti meno evidenti (per es. Guardia, ladro e cameriera, 1958, di Steno, e l'improbabile gondoliere veneziano in competizione amorosa con A. Sordi in Venezia, la luna e tu, 1958, di D. Risi). Col tempo, almeno a partire da L'impiegato (1959) di G. Puccini, gli riesce di arricchire di una vena di malinconica timidezza... Approfondisci
  • Eleonora Giorgi Cover

    Attrice, regista, sceneggiatrice e produttrice cinematografica, Eleonora Giorgi (Roma, 21/10/1953) nasce in una famiglia di origini inglesi e ungheresi. Il suo esordio come protagonista in un film avviene nel 1973, e da lì alternerà prodotti commerciali a opere di maggior impegno, come Cuore di cane di Lattuada (1976) e L'Agnese va a morire di Montaldo (1976). Con Borotalco di Carlo Verdone (1982) vince il David di Donatello come miglior attrice protagonista. Ha scritto e diretto Uomini e donne, amori e bugie (2003) e L'ultima estate (2009). Ha partecipato a diversi programmi televisivi e a fiction. È stata sposata con Angelo Rizzoli e Massimo Ciavarro, dai quali ha avuto i figli Andrea e Paolo. Approfondisci
  • Georges Wilson Cover

    Attore francese. Di origine irlandese, dopo il fortunato incontro con l’attore G. Philipe nei primi anni ’50 approda con successo al Théâtre National Populaire, di cui assume la direzione dal 1963 al 1973 succedendo a J. Vilar. Parallelamente agli impegni del palcoscenico, esordisce sul grande schermo nel 1954, imponendo in poco tempo le sue notevoli doti di caratterista. È lo smemorato vagabondo nel raffinato L’inverno ti farà tornare (1961) di H. Colpi, anziano e sornione professore antifascista nel sarcastico Il federale (1961) di L. Salce, re libertino nel drammatico Blanche - Un amore proibito (1971) di W. Borowczyk, attempato libraio nella commedia Nudo di donna (1981) di N. Manfredi. Dagli anni ’80 lavora quasi esclusivamente per la televisione. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali