Traduttore: M. Castagnone
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2018
Formato: Tascabile
In commercio dal: 11/01/2018
Pagine: 381 p., Brossura
  • EAN: 9788807890406
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    faaa

    27/03/2018 09:43:28

    Interessante molto, da avere per la collezione

  • User Icon

    Lapo

    25/10/2017 18:25:18

    Vicende che si susseguono, incompiute e apparentemente sconnesse ma in realtà concatenate da personaggi che si rincorrono, formano il quadro di un’Inghilterra colpita dalla crisi e da una perversa austerità che vede crescere le disuguaglianze geografiche e sociali: da un lato gli impoveriti delle zone centrosettentrionali costretti a umiliarsi ricorrendo ai banchi alimentari da una lato o a mortificanti esposizioni mediatiche; dall’altra i facoltosi, i cui arricchimenti non sempre sono leciti, che fanno dell’opulenza la loro ragione di vita, concentrati nei quartieri ricchi di Londra e attorniati da figure di contorno che vivono di rapacità e di parassitismo finanziario e culturale. E tutte le storie troveranno via via il loro compimento, in un cerchio che si chiude nella riscoperta della dimensione infantile della protagonista principale. Una critica – a volte sottile, altre esplicita – alle ingiustizie sempre più marcate della società britannica, un libro in cui il lettore alternerà leggerezza e inquietudine, assieme a tutto ciò che la prosa fluida di Coe gli saprà comunicare.

  • User Icon

    monica

    03/08/2017 22:38:14

    Non sa più cosa scrivere Coe spara a zero su tutto e tutti. Ci illustra mondi agli estremi con scene disgustose. Non un personaggio è simpatico.banale polemica dul mondo dei ricchie dei poveri con ragni fantascentifici da film dell'assurdo. Non vedevo l'ora di finirlo e l'ho fatto in nome dei bei libri che ho letto di Coe in passato.

  • User Icon

    Massimo F.

    18/01/2017 12:14:40

    Coe è troppo bravo ed esperto. Riesce a trasformare una storia un po’ sconclusionata e senza particolari spunti, in un romanzo godibile e dotato di quella giusta ironia “english” che lui sa gestire benissimo. Racconto spietato, ma in maniera intelligente, verso la società del nostro tempo, con il solito stile pulito e acuminato. Da antologia il passaggio sui reality. Da leggere.

  • User Icon

    Andrea

    30/08/2016 13:53:14

    Il nuovo romanzo di Coe mi ha lasciato abbastanza indifferente. Un buon esercizio di stile e mestiere ma nulla più. Classico libro di intrattenimento, che nulla ha a che vedere con La Famiglia Winshaw e La casa del sonno, quelli sì opere di elevato valore. Non si tratta di una trama unica, ma di una sorta di racconti che hanno in comune qualche personaggio o qualche episodio. Uno scrittore che se lo volesse potrebbe sfornare veri capolavori, ma che invece resta in superficie mischiando personaggi appena abbozzati e trame abbastanza fini a se stesse. In una parola, evanescente.

  • User Icon

    Michela

    09/08/2016 09:05:22

    Dov'è finita la poesia de "La casa del sonno" e le trame avvincenti de "La famiglia Winshaw" e "La banda dei brocchi"? Ad ogni sua nuova pubblicazione mi ostino a comprarlo ma, ahimè, non m'incanta più

  • User Icon

    paola

    25/07/2016 18:39:12

    I personaggi delle storie ruotano attorno al numero undici e rivelano degli intrighi che s'intrecciano tra .Rachel, Allison e i loro famigliari . I segreti e le diversità a volte motivo di scontro ,divengono motivo di amalgama Avvincente storia sui temi del razzismo dell'amicizia con storie a sfondo politico masterpiece della lettura

  • User Icon

    madeleine

    20/06/2016 16:04:00

    Geniale, Coe é tornato a coinvolgere chi lo legge con tutta la sua esuberante capacità letteraria. Ho gustato ogni singola pagina!!!

  • User Icon

    Valerio Avanzi

    05/06/2016 21:08:06

    Non posso credere che Jonatah Coe abbia scritto questo libro. Dimenticate La casa del sonno e sopratutto La famiglia Winshaw, ma anche gli ultimi come la trilogia della La banda dei brocchi, Expo 58 o Maxwell Slim Qui siamo in presenza di un romanzo sconclusionato, scritto male, storie incrociate che mal si intrecciano, personaggi abbozzati e superficiali, una chiosa a dir poco ridicola. Di solito si scrive da non perdere, qui devo scrivere assolutamente da perdere!

  • User Icon

    silvia

    27/05/2016 14:42:36

    Finalmente ritrovo Coe !!! delusa ormai da "Expo 58", "I terribili segreti di Maxwell Sim", "La pioggia prima che cada" mi sono avvicinata a questa sua ultima fatica con molto scetticismo e invece con estremo piacere ho ritrovato l'autore che avevo tanto apprettato alle origini...SI' COE E' TORNATO!, perfettamente caustico e sottile come è il suo stile, lanciando il suo colpo da maestro nella penultima pagina: good job! assolutamente da leggere.

  • User Icon

    cotogno59

    01/05/2016 19:55:42

    Incontro Coe per la prima volta. Alla partenza mi incuriosisce, poi via via scende un pò di tono, per poi riprendersi con abilita !!! Non risparmia critiche al governo britannico in auge in quegli anni, e disegna personaggi alcuni pieni di cinismo altri portatori di speranza. Cercherò adesso di cimentarmi in alcuni dei precedenti 10 libri che a scritto.

  • User Icon

    Antonella

    24/04/2016 12:16:24

    Geniale!! Entri in un labirinto che non sai dove ti porterà. L'unica certezza il numero 11!!

  • User Icon

    Stefano VR

    15/04/2016 20:36:13

    Finalmente ritorna il grande Coe. Da leggere!

  • User Icon

    Fede

    24/03/2016 17:29:41

    Un grande, grandissimo Coe.

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione