Categorie

Enrico Moretti

Traduttore: L. Vanni
Editore: Mondadori
Collana: Saggi
Anno edizione: 2013
Pagine: 276 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788804627050

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    dublino80

    05/09/2015 00.08.58

    274 pagine per scoprire che le aziende hi-tech in questo momento generano ricchezza ed hanno effetto moltiplicatore sul territorio concentrandosi in hub creando nuovi posti di lavoro e abbassando la crimininalità. Lavorare con colleghi capaci ed esperti aumenta la produttività e l'apprendimento di ogni singola risorsa, ho scoperto anche pag 92 che i camerieri ricevono paghe ottime a las vegas....dopo questo libro sto pensando di scriverne uno anche io la mia tesi corredata ovviamente da grafici dimostrerà che : A) tanti lavoratori italiani si spostano dal sud al nord italia o in europa in cerca di lavoro B) rispetto ai loro nonni, genitori etc hanno un livello di istruzione più alto C)le nuove generazioni hanno meno figli perchè hanno lavori precari costo delle case altissimo e meno prospettive di un buon futuro D) le nuove generazioni con titoli di studi inferiori invece hanno una maggior numero di figli rispetto la media E) Tantissimi studenti abbandonano l'università perchè purtoppo non riescono a pagare le rette e poi il grafico finale anche se volano meno cicogne questo dato non è determinante per il tasso di natalità del Paese.

  • User Icon

    leonardo de chanaz

    24/03/2014 07.52.28

    In fondo lo avevamo scoperto già in Italia, che il lavoro ha una sua intensità geografica. Ma un'analisi moderna, che studia i perché, come e quanto in alcune aree nasce l'eccellenza, mancava. Vi sono diverse novità in questo libro. La prima riguarda i "poli" della tecnologia, la seconda riguarda la relazione fra l'innovazione e i posti di lavoro, la terza riguarda il collegamento fra i livelli salariali e l'innovazione, la quarta infine, gli interventi nelle aree urbane degradate. Una lettura obbligatoria per chi fa politica del territorio, e interessante per tutti. Un bravo a Moretti. Non è un libro che si legge facendo altro..

Scrivi una recensione