Categorie

Jean Laplanche

Traduttore: M. L. Algini, C. Traversa
Editore: Borla
Collana: Ricercare
Anno edizione: 1989
Pagine: 172 p.
  • EAN: 9788826307114

scheda di Roccato, P., L'Indice 1990, n. 3

In Francia sono già usciti 5 volumi dal titolo "Problématiques" I, II, ...V (PUF, Parigi) in cui Laplanche tenta una revisione critica di alcuni concetti fondamentali della psicoanalisi per così dire, "alla francese", ossia con una rigorosa, tenace aderenza al pensiero e alla teorizzazione metapsicologica freudiana. Questo libretto, che esce tradotto nell'interessante Collana Ricercare, curata dal Gruppo Methodos di Roma (in cui sono già usciti, tutti notevoli, "Soggetto, relazione, trasformazione", a cura di C. Traversa; "Il continuo e il discreto in psicoanalisi", a cura di A.M. Muratori; "Del genere sessuale", a cura di L. Russo e M. Vigneri), ne è la continuazione. Ma l'aspirazione dell'autore è forse più ambiziosa, perché tenta di rivisitare criticamente i fondamenti stessi della psicoanalisi, e non soltanto alcuni dei suoi concetti. Fondamenti storici, quindi, legati al percorso freudiano; ma fondamenti metodologici, anche, di strutturazione dello specifico pensiero scientifico psicoanalitico; e fondamenti dell'oggetto della psicoanalisi, dell'essere umano, dunque, nel suo articolarsi fra natura e cultura. Col tono discorsivo della lezione seminariale, ma col rigore che gli è proprio, distinguendo "origine", "modello" e "fondamento", Laplanche tratta del biologico del filogenetico, del linguistico, dei fisicalistico (meccanicismo) e del rapporto fra psicologia e psicoanalisi (si distacca da 'Green', considerando meno radicale l'opposizione fra il "bambino osservato" della psicologia e il "bambino mitico" della psicoanalisi), per approdare alla "teoria della seduzione generalizzata", che sembra una mirabile costruzione teorica eretta al fine di potere, sì, aprirsi ad una visione relazionale ma conservando, in definitiva, la centralità della pulsione nel dinamismo psichico. Grave la mancanza dell'indice analitico, e faticoso il non ritrovare la bibliografia riportata anche a fine libro.